Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti
Sei in: Homepage » Focus »

Focus

Quando i numeri "raccontano" il Welfare

Riportiamo un approfondimento apparso sul numero 2-3/marzo-giugno 2012 della rivista "Welfare Oggi", diretta da Cristiano Gori, nella quale si fanno "i conti in tasca" alle regioni sulla spesa per i servizi sociali, sanitari, socio-sanitari e quelli per le persone con disabilità. Il raffronto tra l'Umbria e le altre regioni del Centro Nord mostra luci e ombre rispetto alla "graduatoria" sulla quale, di volta in volta, la nostra regione si pone rispetto alla capacità/volontà di spesa, tenendo conto che sono cifre "fredde" e che non implicano una migliore appropriatezza degli interventi solo a fronte di una maggiore spesa sostenuta. Al termine dei raffronti, le parole dell'Assessore alle politiche sociali di Terni Stefano Bucari, intervistato insieme ad altri Amministratori locali, offrono, invece, un quadro meno "freddo" di come il Comune di Terni affronti le difficili scelte e strategie in tempi di crisi.
Pubblicato il 12/10/2012 - letto 1021 volte - 0 file allegati


Il dopo Terni ON: polemiche, chiarimenti e scuse

Dopo la pubblicazione del nostro approfondimento in merito alle "macchie" al "bianco" della notte bianca ternana (che si è svolta nel weekend del 21, 22 e 23 settembre 2012), in cui denunciavamo l'assenza di sistemi per superare le barriere architettoniche per scendere nella parte bassa di Ponte Carrara, gli organizzatori dell'evento la "Nuit des Boucaniers" ci hanno contattati per esprimere la propria contrarietà in merito a quanto avevamo scritto, dal momento che, da parte loro, c'è stato il massimo impegno per risolvere, compatibilmente con le loro risorse e il tempo a disposizione, il problema dell'accessibilità per le persone con disabilità. Chiariamo che, con il nostro articolo, non volevamo denunciare chi, come i ragazzi della "Nuit des Boucaniers", hanno fatto del proprio meglio per garantire - di fatto e sotto la propria responsabilità - una soluzione tecnica, seppur precaria ed inadeguata; al contrario, volevamo denunciare l'Amministrazione comunale ternana che prima decide una strategia, poi torna sui propri passi riportando tutto il lavoro svolto con il movimento associativo indietro di quattro anni.
Pubblicato il 26/09/2012 - letto 1050 volte - 0 file allegati


Terni ON: Notte "bianca" sì, ma con qualche macchia

La Notte Bianca ternana, un grande evento, ma con qualche macchia. E se quest'anno Terni On non fosse accessibile alle persone con disabilità? Relativamente alle iniziative che si volgeranno sotto Ponte Carrara, la preoccupazione della FISH Umbria ONLUS (Federazione Italiana per il Superamento dell'Handicap) e della FAND Umbria ONLUS (Federazione tra le Associazioni dei Disabili) è tale da far preannunciare una seria battaglia contro chi - nell'Amministrazione comunale - prima adotta delle strategie per garantire il diritto all'accessibilità e poi le abbandona.
Pubblicato il 21/09/2012 - letto 1087 volte - 0 file allegati


Olimpiadi e Paralimpiadi: inclusione a tutto campo e ritorno alla realtà

Al termine delle Paralimpiadi di Londra si possono fare dei bilanci in merito all'inclusione delle persone con disabilità nel campo dello sport e nella vita quotidiana. Se certamente, infatti, le Paralimpiadi hanno dimostrato una qualità elevata dell'inclusione degli atleti che vi hanno partecipato, spenti i riflettori sulla kermesse, il rischio è che il ritorno alla realtà sia ancor più traumatico per chi aveva forse sperato che il clima inclusivo dei giochi si sarebbe esteso, quasi automaticamente, anche nella quotidianità. Per concludere questa nostra parentesi paralimpica, riportiamo due commenti (pubblicati su Superando.it) di due esponenti del movimento associativo della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell'Handicap): Giampiero Griffo, membro del consiglio mondiale di DPI (Disabled Peoples' International) e Claudio Arrigoni, blogger di "InVisibili" (blog del Corriere della Sera on line).
Pubblicato il 12/09/2012 - letto 1285 volte - 0 file allegati


Le riflessioni della FISH sul diritto alla salute per le persone con disabilità

Pubblichiamo il documento che contiene le riflessioni della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell'Handicap) sul diritto alla salute delle persone con disabilità. Il documento è suddiviso in tre argomenti: a) accertamenti sanitari di invalidità civile e stato di handicap; b) ausili, protesi e relativo Nomenclatore tariffario; c) riabilitazione e abilitazione. La FISH ha allegato il documento alla lettera che ha inviato al Ministro della Salute Renato Balduzzi (e che abbiamo pubblicato) per richiedere la massima attenzione nel momento in cui verranno rivisti i criteri per l'indennità di accompagnamento.
Pubblicato il 5/09/2012 - letto 1318 volte - 0 file allegati


Livelli Essenziali di Assistenza, Programma Nazionale per la Non Autosufficienza e… bollicine

Riportiamo un commento alla bozza di Decreto Legge che il Ministro della Salute Renato Balduzzi porterà in Consiglio dei Ministri venerdì 31 agosto 2012 e che propone diversi aspetti di riforma del sistema sanitario, nonché alcune norme - che i mass media e qualche politico, sulle quali hanno particolarmente calcato la mano, hanno definito "moralizzatrici" - che incideranno sulle abitudini alimentari degli italiani. Ma distratti dall'aumento del costo delle bibite gassate e zuccherate, pochi hanno commentato le proposte in merito a ben più importanti questioni: i Livelli Essenziali di Assistenza e il Programma Nazionale per la Non Autosufficienza. È bene precisare che il testo dovrà fare un passaggio istituzionale per diventare Decreto Legge e poi dovrà passare alle Camere per essere convertito definitivamente in legge. Ci sono, quindi, diversi passaggi che potrebbero modificarne il testo definitivo, ma, proprio per questo, è il momento di prenderne atto per valutarne le proposte ed, eventualmente, pressare per cambiarle.
Pubblicato il 30/08/2012 - letto 1538 volte - 0 file allegati


Downhill a Sestriere: quando lo sport è (estremo) per tutti

Riportiamo l'esperienza di un membro della redazione di questo sito che ha provato l'ebbrezza del downhill (pratica sportiva completamente in discesa, che consiste nello scendere ad elevata velocità ripidi tracciati scoscesi di differente grado di difficoltà e lunghezza con specifiche biciclette a quattro ruote) lungo i sentieri alpini nei dintorni di Sestriere in Piemonte. Il downhill rientrava in una delle numerose attività sportive per persone con disabilità delle "settimane multisport" della Freewhite Sport Disabled ONLUS. A dispetto di quello che si potrebbe pensare, Freewhite ha reso questo sport "estremo" uno sport per tutti.
Pubblicato il 24/08/2012 - letto 1670 volte - 0 file allegati


La storia infinita del «Contrassegno Unificato Disabili Europeo» per le persone con disabilità: ma se ne intravede la fine!

Con il Decreto del Presidente della Repubblica del 30 luglio 2012 (in attesa di pubblicazione in "Gazzetta Ufficiale"), l'Italia si adegua all'Europa in merito di contrassegno per la sosta dei veicoli di e/o con persone con disabilità. Il nuovo contrassegno avrà una base di colore azzurro chiaro, sul lato frontale la dicitura «disabile» e il simbolo internazionale della persona con disabilità (il pittogramma della carrozzina) di colore bianco su sfondo azzurro scuro e, infine, il logo dell'Unione Europea. Entro tre anni dalla pubblicazione del Decreto (che dovrebbe avvenire nei primi giorni di settembre) sarà compito dei Comuni intervenire sia per il rilascio del nuovo contrassegno, sia per l'adeguamento della nuova segnaletica verticale ed orizzontale delle aree di parcheggio riservate. Un traguardo importante per un percorso che è sembrato "infinito".
Pubblicato il 22/08/2012 - letto 1666 volte - 0 file allegati


Spending review e fondo per la SLA: che sia un'occasione per sperimentare la presa in carico globale in Umbria?

Tra le tante questioni che in questi giorni tengono alto il dibattito intorno alla "spending review", ossia la manovra per la revisione della spesa pubblica, ce ne è una che merita un'importate riflessione rispetto all'orientamento dei finanziamenti pubblici: per il 2013, il Governo incrementa il fondo destinato ad interventi urgenti ed indifferibili di 700 milioni di Euro, nel quale confluiscono anche i fondi destinati agli «interventi in tema di sclerosi laterale amiotrofica e di altre malattie altamente invalidanti, per ricerca e assistenza domiciliare dei malati». La notizia non può che essere positiva, tanto più in un clima di tagli, ma, come abbiamo più volte scritto in queste pagine, qualsiasi incremento delle risorse può garantire un impatto positivo sulla salute e sulla qualità della vita delle persone con disabilità solo se basato su interventi espressione di una presa in carico globale e non di un approccio risarcitorio riconducibile ad una specifica patologia. Per questo motivo, auspichiamo che tale incremento di risorse economiche, che dovrà essere poi ripartito tra le Regioni, incentivi il Governo umbro ad iniziare quanto prima la sperimentazione della presa in carico globale, così come da tempo la FISH Umbria ONLUS e gli altri soggetti del movimento associativo stanno chiedendo e come, nella giornata di Lunedì 31 luglio, anche il Consiglio Regionale ha formalmente richiesto in una specifica mozione.
Pubblicato il 1/08/2012 - letto 1016 volte - 0 file allegati


Perché firmare la «Petizione Popolare Nazionale per il finanziamento dei Livelli Essenziali di Assistenza per le persone non autosufficienti»

È una petizione importante quella cui aderisce anche la FISH Umbria ONLUS: riguarda i LEA (Livelli Essenziali di Assistenza sanitaria) per le persone con disabilità. La Petizione è promossa dalla Fondazione Promozione Sociale di Torino e ha lo scopo di garantire il diritto pienamente esigibile alle prestazioni socio-sanitarie semiresidenziali e residenziali ad oltre un milione di italiani. E questo tanto più perché, nonostante le leggi vigenti, molto spesso alle persone di cui sopra non sono fornite le prestazioni dovute obbligatoriamente dal Servizio Sanitario Nazionale e dai Comuni con il pretesto, costituzionalmente illegittimo, della carenza delle risorse economiche pubbliche. La Petizione - che può essere sottoscritta da qualsiasi cittadino elettore - si lega perfettamente, per gli scopi che si prefigge, con la campagna che la FISH nazionale sta portando avanti per una "spending review" (revisione della spesa pubblica) volta a far spendere meno allo Stato, ma a farlo spendere meglio.
Pubblicato il 30/07/2012 - letto 1165 volte - 0 file allegati



Salta contenuti del pié di pagina - M.O.S.A.I.C. cooperativa sociale - P.IVA: 01251410559 - Via Giovanni XXIII, 25 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 274659 - Fax: +39 0744 274659 - Email: web@cpaonline.it - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformità agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformità agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformità agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0