Ricerca avanzata
Men¨
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti
Sei in: Homepage » Focus »

Focus

ISEE: pubblicati i modelli della Dichiarazione Sostitutiva Unica

Nel periodo compreso tra il 17 dicembre 2014 e l'8 febbraio 2015 partirÓ l'applicazione del nuovo ISEE nei territori e nei comuni d'Italia. Dopo che il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali ha pubblicato con Decreto i modelli della Dichiarazione Sostitutiva Unica, tutto Ŕ pronto affinchÚ gli Enti deputati (Comuni, UniversitÓ, ecc.) definiscano i propri criteri per l'erogazioni delle prestazioni sociali agevolate. NovitÓ positive riguardano l'esclusione del computo di una parte di trasferimenti monetari di natura assistenziale.
Pubblicato il 13/12/2014 - letto 2276 volte - 0 file allegati


L'inclusione lavorativa delle persone con disabilitÓ: scenari sconfortanti

Guardando la situazione dell'inclusione lavorativa delle persone con disabilitÓ, lo scenario Ŕ sconfortante: a Terni, oltre alla grave situazione di pi¨ di 500 lavoratori e lavoratrici della Thyssen Krupp, mancano all'appello oltre 140 posti di lavoro per le persone con disabilitÓ. L'intenzione da parte del Governo di azzerare il Fondo per il diritto al lavoro delle persone con disabilitÓ, poi, ostacola anche chi vorrebbe o potrebbe assumere. Infine, la Relazione al Parlamento sullo stato dell'inclusione lavorativa confronta il numero di iscritti alle liste di collocamento con l'esiguo numero di posti occupati e fa il punto sulle potenziali assunzioni che non vengono fatte a causa dell'assenza di controlli.
Pubblicato il 7/11/2014 - letto 2531 volte - 0 file allegati


I costi sociali della disabilitÓ: un focus su sclerosi multipla e lesione midollare

I ricercatori dell'AISM hanno realizzato uno studio scientifico che ha individuato i costi sociali causati dalla sclerosi multipla; tale studio prende in esame i costi socio-economici della patologia nell'anno 2011, in Italia. In questa news, inoltre, parleremo dei costi che deve affrontare la persona con lesione midollare e che incidono sull'equilibrio economico e sociale della famiglia, secondo la ricerca Bisogni e costi delle persone con lesione midollare e dei nuclei familiari di riferimento, dell'IAF.
Pubblicato il 31/10/2014 - letto 2270 volte - 0 file allegati


Umbria. Le risorse sociali per il 2014

Quali sono le risorse destinate e ripartite alle politiche sociali della nostra regione? Quante sono quelle - sempre sul versante sociale - destinate alle persone con disabilitÓ? In questo focus si cerca di fare il punto alla luce delle disposizioni della Delibera della Giunta Regionale n. 1016 del 4 agosto 2014.
Pubblicato il 17/10/2014 - letto 2553 volte - 0 file allegati


Il 40% delle risorse per la non autosufficienza va ai "disabili gravissimi"

La definizione di persona con disabilitÓ "gravissima" rischia sempre di creare equivoci terminologici. Se per qualcuno Ŕ un aggettivo improprio per definire il concetto di disabilitÓ (al pi¨ pu˛ designare la gravitÓ clinica di una patologia), la normativa nazionale lo fa proprio e lo adopera per definire le caratteristiche di salute delle persone cui spettano risorse mirate e aggiuntive. ╚ il caso del Decreto Interministeriale del 7 maggio 2014 e, ancora pi¨ specificatamente, dell'accordo Stato-Regioni del 5 agosto 2014, in cui si destina non meno del 40% delle risorse del Fondo per la Non Autosufficienza alle persone che rientrano nella categoria di "gravissime".
Pubblicato il 26/09/2014 - letto 2375 volte - 0 file allegati


Le semplificazioni del Governo: il Decreto n. 90 Ŕ ora legge

Le semplificazioni amministrative previste dal Decreto Legge n. 90 del 24 luglio scorso, sono state convertite dal Parlamento nella Legge n. 114 dell'11 agosto 2014. Durante i lavori parlamentari di conversione, per ci˛ che concerne le novitÓ introdotte a favore delle persone con disabilitÓ e delle loro famiglie, le Camere hanno per lo pi¨ confermato quanto decretato dal Governo e hanno anche aggiunto - migliorandoli - alcuni elementi non previsti dal Decreto.
Pubblicato il 29/08/2014 - letto 3302 volte - 0 file allegati


Inclusione scolastica: i dati in Italia e in Umbria

Partendo dalla rassegna dei dati a livello nazionale sull'inclusione scolastica, raccolti dal servizio statistico del Ministero dell'UniversitÓ e della Ricerca, il focus prende in esame la situazione umbra, ed in particolare ternana, sul numero degli alunni con disabilitÓ. A fronte di un aumento degli stessi ed una contrazione del numero delle ore di assistenza, riportiamo nuovamente la denuncia dei dirigenti scolastici di Terni.
Pubblicato il 8/08/2014 - letto 2516 volte - 0 file allegati


Dopo di noi. Ipotesi di funzionamento

Il focus analizza le modalitÓ di gestione dei servizi del Dopo di Noi, con conduzione rispettosa sia dei diritti delle persone con disabilitÓ che ne fruiranno, sia delle famiglie che hanno rassicurazioni sul fatto che i loro figli non verranno istituzionalizzati. Si affronta anche il finanziamento: quali modalitÓ offrono le leggi o le prassi locali? Sulla base dell'esperienza della Fondazione "la Crisalide" di Orvieto, si possono ipotizzare modalitÓ in cui le stesse associazioni gestiscano il servizio in modo appropriato e sostenibile, tenendo conto non solo dei partner in gioco, ma anche e soprattutto dei fruitori del servizio.
Pubblicato il 1/08/2014 - letto 3072 volte - 0 file allegati


Fondi Strutturali Europei: la Regione approva il Programma Operativo Regionale 2014-2020

La Regione Umbria ha approvato il Programma Operativo Regionale Fondo Europeo di Sviluppo Regionaleá(POR FESR) per la programmazione 2014-2020, con la Delibera della Giunta Regionale n. 888/2014. La data ultima per la presentazione del POR FESR alla Commissione Europea era prevista per il 22 luglio scorso. Tuttavia, per il POR FESR 2014-2020 Ŕ prevista la cosiddetta "valutazione ex-ante" che dÓ la possibilitÓ di presentare modifiche, integrazioni e specificazioni all'attuale proposta, entro 60 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta.
Pubblicato il 25/07/2014 - letto 2972 volte - 0 file allegati


Dati sulla spesa sociale: una fotografia del paese nel rapporto annuale dell'ISTAT

Il 28 maggio scorso, l'ISTAT ha presentato il Rapporto Annuale 2014. Emerge un ampio spaccato degli andamenti demografici, delle condizioni di vita delle famiglie e delle politiche di welfare. Per quel che ci interessa - e per ci˛ che Ŕ possibile fare sulla base delle statistiche ufficiali - abbiamo confrontato la spesa dell'Italia con quella degli altri paesi dell'UE nel settore della sicurezza sociale, e dei singoli Comuni in merito alle politiche sociali. Allarmanti i dati sui costi indiretti del welfare, totalmente a carico delle famiglie.
Pubblicato il 11/07/2014 - letto 2533 volte - 0 file allegati



Salta contenuti del pi´┐Ż di pagina - A.V.I. Umbria Onlus - C.F.: 01201600556 - Via Papa Benedetto III, 48 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 1950849 - Email: cpa.umbro@aviumbria.org - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformit´┐Ż agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformit´┐Ż agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformit´┐Ż agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0