Ricerca avanzata
Men
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti

Rapporti tra gli accertamenti

In questa sezione sono presenti 6 schede

A seguito di accertamento dell'invalidit civile il datore di lavoro pu richiedere l'inabilit al lavoro?

Buon giorno, sono a chiedervi se, in ambito di visita sanitaria per invalidit civile, la commissione pu stabilire, sulla base di una percentuale del 100% e sulla base di limitazione temporanea alla mansione, espressa da parte del datore di lavoro, di inoltrare richiesta di inabilit totale al lavoro, contro il parere dell'invalido?
Aggiornato il 13/06/2013 - letto 1733 volte - 0 file allegati


Come mai, dopo la revisione degli accertamenti, hanno confermato l'indennit di accompagnamento e non la 104?

L'anno scorso mia mamma ha fatto domanda per la L. 104 e indennit di accompagnamento. Sono state riconosciute la L. 104/92 art. 3 comma 3 senza accompagnamento e rivedibile dopo un anno. Il mese scorso stata sottoposta a revisione, ed stata riconosciuta l'indennit di accompagnamento non la 104/92 art. 3 comma 3. possibile? Grazie
Aggiornato il 13/06/2013 - letto 2359 volte - 0 file allegati


Cosa comporta l'accertamento dell'invalidit civile da un punto di vista lavorativo?

Sono affetta da epatite c cronica, tiroidite di hashimoto e disturbo bipolare, ovvero da ciclotimia che necessita di terapia continua. Sono stata assunta dopo concorso come infermiera prof.le nel 1992 in un azienda ospedaliera ma dal 2004, a causa della malattia psichiatrica, stato deliberato un provvedimento, rinnovato fino ad oggi, ogni due anni, che dice: la sig.ra da considerarsi temporaneamente inidonea alla mansione specifica e parzialmente idonea al passaggio ad altra funzione. Mansioni consentite: mansioni di commesso, cat A, sotto la responsabilit di un preposto e comunque non a contatto con pazienti, mansioni amministrative che comportino la responsabilit diretta di pratiche. Tale provvedimento stato preso anche a seguito della visita medico-collegiale e su indicazione del medico competente. La mia domanda : se chiedo l'invalidit, una tale domanda, nella mia condizione, cosa comporta soprattutto dal punto di vista economico? esiste la possibilit che mi diano automaticamente l'inabilit? cosa significherebbe in termini economici e lavorativi? Prima del 1992 ho contribuito per circa 3 anni. Il mio stipendio attuale di 1200 euro mensili. Ringrazio
Aggiornato il 13/06/2013 - letto 2705 volte - 0 file allegati


Le visite per l'invalidit civile e la 104 possono essere fatte simultaneamente?

Sono malata di artrite reumatoide e perci mesi fa feci richiesta per essere riconosciuta invalida. Sono stata chiamata a visita medica, ma all'ASL facevano distinzione tra invalidi civili e legge 104 e pur essendo la prima volta che mi recavo a visita mi ha chiamato la commissione medica per la legge 104. Vorrei gentilmente sapere, come mai? Ma allora devo essere ancora chiamata alla visita per essere riconosciuta l'invalidit? Giacch, qualcuno mi ha detto che la legge 104 racchiude le agevolazioni per le persone invalide. Aspetto una vostra risposta ringraziandoVi.
Aggiornato il 13/06/2013 - letto 1442 volte - 0 file allegati


Perch l'INPS ha accertato solo l'invalidit civile e non anche la legge 104 pur avendole richieste entrambe?

Con la presente volevo chiederle delucidazioni sulla posizione riguardo l'invalidit civile e L. 104. Il medico curante in data 17/11/2010 ha presentato domanda di Invalido civile e di Handicap. Nel successivo mese di gennaio abbiamo ricevuto il verbale dalla commissione medica con la seguente valutazione proposta dal CML: Invalido con totale e permanente inabilit lavorativa: 100% art. 2 e 12 L 118/71. Alla luce di questo verbale non si evince se sia stata anche accettata la domanda di Handicap con successiva accettazione della L. 104, dato che altri verbali non sono stati resi noti dall'INPS. Le chiedo gentilmente una risposta ed eventualmente come poterci muovere al riguardo. Ringraziandola anticipatamente, cordialmente.
Aggiornato il 13/06/2013 - letto 4130 volte - 0 file allegati


Quali diritti ha mio zio in merito alla domanda di invalidit, all'indennit di accompagnamento al riconoscimento dell'handicap e all'ADI?

Egregio ente, sono il nipote di un uomo di 82 anni che gi da oltre 55 anni ha avuto un incidente sul lavoro al ginocchio destro con riduzione delle capacit motorie abbastanza grave a causa dell'impossibilit di articolare normalmente il ginocchio stesso; per questa patologia ha avuto un riconoscimento di un indennizzo da parte dell'INAIL. Qualche settimana fa caduto all'interno di un bar riportando una frattura scomposta del femore destro. stato operato e attualmente sta facendo un ciclo di riabilitazione presso una clinica convenzionata con la locale ASL. superfluo aggiungere che la persona in oggetto non pu camminare e che le probabilit che possa di nuovo farlo in futuro abbastanza ridotta. Volevo gentilmente chiedere quali diritti ha mio zio in merito alla domanda di invalidit, al diritto all'indennit di accompagnamento e al riconoscimento dell'handicap in merito alla legge 104, ADI o eventualmente altro vista la giungla e la poca chiarezza delle norme in merito. Preciso che mio zio vedovo e senza figli e che prima della frattura del femore conduceva una vita abbastanza normale visto che guidava la propria vettura e che aveva una vita sociale pressoch normale. Sarei immensamente grato se vogliate indicarmi e fornirmi le opportune indicazioni per cercare di consentire di tutelare i diritti di una persona anziana e indifesa. Anticipatamente ringrazio
Aggiornato il 13/06/2013 - letto 7570 volte - 0 file allegati



Salta contenuti del pi� di pagina - A.V.I. Umbria Onlus - C.F.: 01201600556 - Via Papa Benedetto III, 48 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 1950849 - Email: cpa.umbro@aviumbria.org - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformit� agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformit� agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformit� agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0