Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti

Cosa comporta l'accertamento dell'invalidità civile da un punto di vista lavorativo?

Pubblicato il 10/04/2009 - Letto 2722 volte
Sono affetta da epatite c cronica, tiroidite di hashimoto e disturbo bipolare, ovvero da ciclotimia che necessita di terapia continua. Sono stata assunta dopo concorso come infermiera prof.le nel 1992 in un azienda ospedaliera ma dal 2004, a causa della malattia psichiatrica, è stato deliberato un provvedimento, rinnovato fino ad oggi, ogni due anni, che dice: la sig.ra è da considerarsi temporaneamente inidonea alla mansione specifica e parzialmente idonea al passaggio ad altra funzione. Mansioni consentite: mansioni di commesso, cat A, sotto la responsabilità di un preposto e comunque non a contatto con pazienti, mansioni amministrative che comportino la responsabilità diretta di pratiche. Tale provvedimento è stato preso anche a seguito della visita medico-collegiale e su indicazione del medico competente. La mia domanda è: se chiedo l'invalidità, una tale domanda, nella mia condizione, cosa comporta soprattutto dal punto di vista economico? esiste la possibilità che mi diano automaticamente l'inabilità? cosa significherebbe in termini economici e lavorativi? Prima del 1992 ho contribuito per circa 3 anni. Il mio stipendio attuale è di 1200 euro mensili. Ringrazio
claudia, 40 anni

Risposta

Gentile Utente,
in merito al quesito da Lei posto, La informiamo che, a prescindere dalla Sua attuale situazione lavorativa, Lei può richiedere l'accertamento dell'invalidità civile presso la Sua ASL di residenza (nella procedura che trova in Approfondimenti).

Il riconoscimento dell'invalidità civile dà diritto all'erogazione di prestazioni economiche in relazione alla percentuale attribuita (come nella seconda scheda che trova in Approfondimenti). Questo tipo di riconoscimento valuta le condizioni di salute della persona e non richiede requisiti a livello contributivo.

Il riconoscimento dell'inabilità al lavoro, invece, valuta la capacità effettiva nello svolgimento delle mansioni specifiche e viene effettuato dall'Ente previdenziale. Dalla Sua e-mail non è chiaro se Lei ha già effettuato tale accertamento e chi ha emanato il provvedimento di cui parla.

I due accertamenti non sono incompatibili, ma le provvidenze economiche (almeno per quanto riguarda l'assegno mensile di assistenza) lo sono.


Approfondimenti

Scheda Contact Center: Richiesta di accertamento dell'invalidità civile.

Scheda Contact Center: Le percentuali dell'invalidità civile


Nella speranza di aver fornito una risposta chiara ed esaustiva, inviamo cordiali saluti,
Servizio di Contact Center del Centro per l'Autonomia Umbro

Salta contenuti del pi� di pagina - A.V.I. Umbria Onlus - C.F.: 01201600556 - Via Papa Benedetto III, 48 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 1950849 - Email: cpa.umbro@aviumbria.org - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformit� agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformit� agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformit� agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0