Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti

Focus

Il dopo Terni ON: polemiche, chiarimenti e scuse

Dopo la pubblicazione del nostro approfondimento in merito alle "macchie" al "bianco" della notte bianca ternana (che si è svolta nel weekend del 21, 22 e 23 settembre 2012), in cui denunciavamo l'assenza di sistemi per superare le barriere architettoniche per scendere nella parte bassa di Ponte Carrara, gli organizzatori dell'evento la "Nuit des Boucaniers" ci hanno contattati per esprimere la propria contrarietà in merito a quanto avevamo scritto, dal momento che, da parte loro, c'è stato il massimo impegno per risolvere, compatibilmente con le loro risorse e il tempo a disposizione, il problema dell'accessibilità per le persone con disabilità. Chiariamo che, con il nostro articolo, non volevamo denunciare chi, come i ragazzi della "Nuit des Boucaniers", hanno fatto del proprio meglio per garantire - di fatto e sotto la propria responsabilità - una soluzione tecnica, seppur precaria ed inadeguata; al contrario, volevamo denunciare l'Amministrazione comunale ternana che prima decide una strategia, poi torna sui propri passi riportando tutto il lavoro svolto con il movimento associativo indietro di quattro anni.
Pubblicato il 26/09/2012 - letto 1853 volte - 0 file allegati


Terni ON: Notte "bianca" sì, ma con qualche macchia

La Notte Bianca ternana, un grande evento, ma con qualche macchia. E se quest'anno Terni On non fosse accessibile alle persone con disabilità? Relativamente alle iniziative che si volgeranno sotto Ponte Carrara, la preoccupazione della FISH Umbria ONLUS (Federazione Italiana per il Superamento dell'Handicap) e della FAND Umbria ONLUS (Federazione tra le Associazioni dei Disabili) è tale da far preannunciare una seria battaglia contro chi - nell'Amministrazione comunale - prima adotta delle strategie per garantire il diritto all'accessibilità e poi le abbandona.
Pubblicato il 21/09/2012 - letto 1858 volte - 0 file allegati


La storia infinita del «Contrassegno Unificato Disabili Europeo» per le persone con disabilità: ma se ne intravede la fine!

Con il Decreto del Presidente della Repubblica del 30 luglio 2012 (in attesa di pubblicazione in "Gazzetta Ufficiale"), l'Italia si adegua all'Europa in merito di contrassegno per la sosta dei veicoli di e/o con persone con disabilità. Il nuovo contrassegno avrà una base di colore azzurro chiaro, sul lato frontale la dicitura «disabile» e il simbolo internazionale della persona con disabilità (il pittogramma della carrozzina) di colore bianco su sfondo azzurro scuro e, infine, il logo dell'Unione Europea. Entro tre anni dalla pubblicazione del Decreto (che dovrebbe avvenire nei primi giorni di settembre) sarà compito dei Comuni intervenire sia per il rilascio del nuovo contrassegno, sia per l'adeguamento della nuova segnaletica verticale ed orizzontale delle aree di parcheggio riservate. Un traguardo importante per un percorso che è sembrato "infinito".
Pubblicato il 22/08/2012 - letto 2469 volte - 0 file allegati


Lo sport per tutti comincia dalle strutture sportive

Si parla spesso, e lo abbiamo fatto anche noi in queste pagine, di sport per tutti, intendendo, generalmente, la pratica sportiva, in tutte le sue sfaccettature. Tuttavia, lo sport viene praticato in "luoghi" (stadi, palestre, palasport, campi da gioco, ecc.) che devono essere accessibili e fruibili da tutti gli sportivi con disabilità che - da giocatori e/o da tifosi - voglio poter godere del diritto - sancito anche dall'articolo 30 della Convenzione delle Nazioni Unite sui Diritti delle Persone con Disabilità - di accedere agli eventi sportivi e culturali.
Pubblicato il 8/06/2012 - letto 1851 volte - 0 file allegati


Piano Regolatore del Sociale. Azione n. 2: la sperimentazione del "Durante Noi"

Con questo focus continuiamo la presentazione delle azioni strategiche che compongono l'Asse strategico n. 1 (Servizi alla persona e integrazione socio-sanitaria) del Piano Regolatore del Sociale. Questa volta ci soffermiamo sulla sperimentazione del "Durante Noi", azione n. 2 del Piano.
Pubblicato il 5/04/2012 - letto 1813 volte - 0 file allegati


Perché non ha senso escludere dalle tariffe agevolate degli autobus chi beneficia dell'indennità di accompagnamento

Abbiamo dato la notizia delle nuove regole per beneficiare delle tessere speciali per accedere ai mezzi pubblici di Terni. Dal 2012, il Comune ha deliberato di non concedere l'agevolazione della tessera speciale a chi beneficia dell'indennità di accompagnamento, poiché considera quest'ultima essa stessa un'agevolazione ai trasporti. La motivazione nasce dall'applicazione "alla lettera" della Sentenza del Consiglio di Stato n. 1607/2011 - già richiamata dalla nostra Amministrazione anche per la questione del trasporto ai Centri Diurni - che considera "cumulo di agevolazioni" il beneficiare contemporaneamente dell'indennità di accompagnamento e di eventuali riduzioni sul costo della tariffa di trasporto. In questo focus analizzeremo i punti critici di questo regolamento che equipara le finalità e le modalità di fruizione del trasporto pubblico ordinario a quello a chiamata destinato ai Centri Diurni. Ma le finalità sono effettivamente le stesse?
Pubblicato il 3/02/2012 - letto 1877 volte - 0 file allegati


L'assistenza personale per una vita indipendente

Il libro "L'assistenza personale per una vita indipendente di Elisabetta Gasparini", a cura di Barbara Pianca e pubblicato dalla UILDM, è un manuale pratico sull'assistente personale. Rappresenta, infatti, uno spunto di riflessione per affrontare temi di fondamentale importanza proprio in questo periodo in cui il "taglio" dei servizi risulta essere la prassi e l'unica soluzione a fronte della crisi che sta investendo il nostro paese. All'interno di riflessioni già condotte in questo sito, proponiamo un approfondimento che, oltre ai concetti teorici già espressi, offre dei consigli pratici per poter individuare, assumere e formare un assistente personale.
Pubblicato il 7/10/2011 - letto 4350 volte - 0 file allegati


Collocamento mirato: la manovra bis modifica il sistema delle compensazioni previste dalla Legge n. 68/1999

Il Decreto Legge n. 138/2011, cosiddetto «Manovra bis», con l'articolo 9 modifica il regime delle compensazioni: cerchiamo, attraverso questo focus, di capire cosa questo significa
Pubblicato il 25/08/2011 - letto 1786 volte - 0 file allegati


L'assegno di cura e il bisogno di assistenza. La protesta delle persone con la SLA e dei loro familiari

Pubblichiamo il video sulla manifestazione organizzata dall'Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica Umbria Onlus (AISLA) che si è tenuta Lunedì 11 luglio 2011 a Perugia davanti alla sede del Consiglio Regionale. Il tema rivendicato dall'AISLA Umbria riguarda la possibilità di ottenere l'assegno di cura destinato esclusivamente alle famiglie che hanno familiari con SLA, dal momento che gli elevati costi dell'assistenza rendono assai difficile poter far fronte alle molteplici esigenze. Dalla Regione sembrano arrivare notizie positive: e se questo fosse un inizio per tentare la strada dell'assistenza indiretta? Auspichiamo che sia così.
Pubblicato il 29/07/2011 - letto 2223 volte - 0 file allegati


Scuola: una nuova legge apre la strada per l'inclusione scolastica degli alunni con DSA

Dopo numerosi anni di attesa, il Senato ha approvato, in via definitiva, la legge sui «Disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico». A sostegno della legge si erano mobilitati alcuni genitori, che, nel mese di Agosto, avevano lanciato su Facebook un appello al Parlamento per l'approvazione veloce della legge che aveva raggiunto quasi 4mila firme.
Pubblicato il 6/10/2010 - letto 1907 volte - 0 file allegati



Salta contenuti del pié di pagina - M.O.S.A.I.C. cooperativa sociale - P.IVA: 01251410559 - Via Giovanni XXIII, 25 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 274659 - Fax: +39 0744 274659 - Email: web@cpaonline.it - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformità agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformità agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformità agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0