Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti
Sei in: Homepage »

L'agenda politica dei Diritti Umani

Seminario nazionale della Tavola della Pace. Assisi 29 febbraio e 1° marzo 2008.

Il 29 febbraio ed il 1° marzo 2008, presso la Cittadella di Assisi, si è svolto il Seminario Nazionale della Tavola della Pace e del Coordinamento Nazionale degli Enti locali per la pace e i diritti umani. Con lo slogan «I Diritti Umani non si celebrano. Si Realizzano!», è stato realizzato un momento di confronto tra coloro - persone, enti, associazioni, ecc. - che hanno organizzato gli eventi della Settimana per la Pace e la Marcia Perugia-Assisi. Gli obiettivi proposti sono stati tanti e hanno posto diverse questioni all'ordine del giorno: trovare modalità per dar seguito agli impegni assunti durante la Settimana per la Pace, accrescere l'efficacia politica del movimento per la pace al fine di una vera "realizzazione" (per rifarci allo slogan) dei diritti umani, affrontare il problema dell'informazione che continua ad ostacolare la diffusione della cultura della pace, ecc.

I principali documenti e articoli sono riportati nella sezione «Approfondimenti» in fondo a questa pagina.


Il contributo del Movimento delle persone con disabilità

Il Movimento italiano delle persone con disabilità, che include, tra gli altri, la Federazione Italiana per il Superamento dell'Handicap (FISH) il Consiglio Nazionale sulla Disabilità (CND) e Disabled Peoples' International (DPI Italia ONLUS) condividono a pieno le intenzioni del Seminario, ma affinché si realizzino «Tutti i Diritti Umani per Tutti» - leit motiv dell'intera campagna culturale promossa dalla Tavola della Pace e dalla FISH Umbria ONLUS - è essenziale che l'inclusione delle persone con disabilità sia garantita in tutti i contesti di vita e non solo nei momenti celebrativi.

Durante il Seminario, il tema della disabilità è stato affrontato in tre diversi momenti:

LA MARCIA. È stata mostrata la proiezione del documentario sulla «Marcia Perugia-Assisi» del 7 ottobre Le persone con disabilità alla Marcia Perugia-Assisiscorso. Il documentario ha mostrato brevi frammenti della marcia e dei suoi protagonisti con interviste o dichiarazioni. Per dar voce ai diritti delle persone con disabilità, è stato scelto il frammento in cui Giampiero Griffo (promotore a livello europeo ed internazionale dei diritti umani delle persone con disabilità) e Raffaele Goretti (Presidente della FISH Umbria ONLUS), dal palco della Rocca di Assisi, hanno ricordato che la guerra, la povertà e la disabilità costituiscono un'inquietante triade: la guerra provoca disabilità e povertà, ma anche quest'ultima può provocare disabilità (intesa, in questo senso, soprattutto come limitazione alla partecipazione ai contesti di vita e all'informazione circa il mantenimento di un livello di salute adeguato). La disabilità, quindi, può essere essa stessa una condizione di povertà in caso di violazione dei diritti umani. Importante, pertanto, è il riconoscimento della Convenzione Internazionale dei Diritti delle Persone con Disabilità approvata dall'ONU il 13 dicembre 2006. Il motivo per il quale anche il Movimento italiano delle persone con disabilità ha partecipato alla Settimana per la Pace e alla Marcia Perugia-Assisi è quindi chiaro: «Se due anni fa - afferma Griffo - abbiamo preso parte alla Settimana della pace in quanto abbiamo legato il discorso disabilità a quello della povertà che spesso l'accompagna, quest'anno saremo presenti forti soprattutto della Convenzione dell'ONU sui diritti delle persone con disabilità [...] E comunque la Federazione Italiana per il Superamento dell'Handicap è da sempre contraria ai conflitti, perché le guerre fanno disabili».

LA CONVENZIONE ONU. Il Professor Marco Mascia direttore del Dipartimento dei Diritti Umani Logo delle Nazioni Uniteall'Università di Padova, presente al Seminario, ha posto come centrale il tema della Convenzione Internazionale dei Diritti delle Persone con Disabilità. Per capire l'importanza che riveste la Convenzione per le persone con disabilità Mascia ha sottolineato che il Diritto internazionale pone a fondamento della giustizia, della libertà e della pace il principio del riconoscimento della dignità umana. La persona con disabilità, in quanto persona, è titolare di tutti i diritti e le libertà fondamentali riconosciuti dal vigente Diritto internazionale, oltre che dalle Costituzioni democratiche. Ha diritto ad un "supplemento di garanzie", ovvero alla pratica fruizione di specifiche azioni positive, di politiche pubbliche per permetterle di rendere effettivo il godimento dei diritti nel rispetto della sua dignità. Si spiega così l'attenzione rivolta dalle Nazioni Unite alla disabilità, che si è tradotta nell'elaborazione della Convenzione giuridica sulla protezione della dignità e dei diritti delle persone con disabilità. L'approccio delle Nazioni Unite alla disabilità è "basato sul diritto" e prende in considerazione quattro princìpi fondamentali: la dignità di ogni essere umano e la eguale dignità di tutti gli esseri umani; l'autonomia, ovvero la possibilità per la persona con disabilità di vivere nella società in modo autonomo; l'eguaglianza di tutte le persone indipendentemente dalle differenze; l'etica e la pratica della solidarietà. L'impegno che deve essere preso anche dalla Tavola della Pace - ha concluso Mascia - è quello di fare in modo che i lavori per la ratifica non si interrompano ora che il Governo ha già pubblicato la traduzione ufficiale della Convenzione.

LA PROPOSTA DEL MOVIMENTO DELLE PERSONE CON DISABILITÀ. A prendere la parola per il Logo del Centro Risorse EmpowerNetMovimento italiano delle persone con disabilità (che include FISH, DPI Italia ONLUS e CND) è stato Pierangelo Cenci (del Centro Risorse EmpowerNet della FISH Umbria ONLUS). Il Movimento delle persone con disabilità - ha sostenuto Cenci - condivide a pieno gli obiettivi proposti dal Seminario: i punti fondamentali che riassumono il percorso per l'implementazione dei diritti umani che il Seminario ha intenzione di portare avanti sono un chiaro esempio di come le azioni debbano coinvolgere, in primo luogo, le istituzioni democratiche (Parlamento e Governo), poi i mass media per diffondersi capillarmente all'interno della società civile. Un ruolo primario sarà giocato dalla scuola. Il Movimento delle persone con disabilità, tuttavia, ha intenzione di sviluppare e far conoscere le Convenzioni Internazionali prodotte dall'ONU negli ultimi anni e, infatti, sta già lavorando per la diffusione della conoscenza della Convenzione Internazionale dei Diritti delle Persone con Disabilità, il cui processo di ratifica, nonostante encomiabili tentativi e varie promesse, fa ancora fatica a vedere la luce. La caduta del Governo e l'interruzione dei lavori parlamentari non deve costituire un alibi per le istituzioni per rallentare (o peggio, ostacolare!) il processo di ratifica così faticosamente portato avanti. Il 28 dicembre scorso, il Governo ha approvato il testo ufficiale italiano, condizione essenziale per procedere alla ratifica. La Convenzione prodotta dall'ONU, prima del secolo (e del millennio!), tutela i diritti fondamentali di circa 650 milioni di persone con disabilità nel mondo. In Italia, i dati attuali ci dicono che il 10% della popolazione vive una condizione di disabilità, ma se consideriamo l'impatto che tale disabilità ha all'interno delle famiglie, questo fenomeno ha una rilevanza ben maggiore. Inoltre, l'invecchiamento della popolazione aumenta la percentuale delle persone che si vedono ridotta la loro partecipazione ai contesti di vita. «Il Movimento delle persone con disabilità - ha concluso Cenci - ritiene che sia essenziale mettere in evidenza il coinvolgimento delle persone con disabilità in tutte le azioni espresse dal programma della Tavola della Pace». 


Approfondimenti

Testo della Convenzione Internazionale dei Diritti delle Persone con Disabilità (leggi il documento in PDF).

Gli "Eventi per la Pace" 2007:

L'Anno dei Diritti Umani:

La «Settimana per la Pace» ha dato inizio all'Anno dei Diritti Umani, che è ricco di anniversari importanti:

  • Il 60° della Costituzione della Repubblica italiana (1° gennaio 1948).
  • Il 40° anniversario della scomparsa dell'intellettuale perugino Aldo Capitini ideatore della Marcia Perugia-Assisi.
  • L'Anno Europeo per il Dialogo Interculturale (collegamento a sito esterno).
  • L'Anno dei diritti Umani terminerà il 10 dicembre con il 60° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani del 10 dicembre 1948 (collegamento a sito esterno).

Il Seminario di Assisi:

Si riportano i principali articoli pubblicati nel sito: www.perlapace.it:


La documentazione cartacea offerta ai partecipanti al Seminario è disponibile presso il Centro di Documentazione sulla Disabilità del Centro per l'Autonomia Umbro.

Salta contenuti del pié di pagina - M.O.S.A.I.C. cooperativa sociale - P.IVA: 01251410559 - Via Giovanni XXIII, 25 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 274659 - Fax: +39 0744 274659 - Email: web@cpaonline.it - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformità agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformità agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformità agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0