Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti

Come devo fare per usufruire dei benefici della Legge 104/1992 e per richiedere l'indennità di accompagnamento?

Pubblicato il 23/07/2009 - Letto 4194 volte
Madre 74enne, pensionata con reddito mensile di 800 euro, affetta da morbo di Alzheimer, in forma iniziale. La scrivente, di lei figlia, vorrebbe ottenere i benefici della legge 104 e la cosiddetta "indennità di accompagno". A chì indirizzare le relative domande, quali documentazioni occorrono, quante le probabilità di ottenerle? Ringrazia fin d'ora per una risposta
Manuela, 47 anni

Risposta

Gentile Utente,
in merito al quesito da Lei posto, La informiamo che per poter usufruire dei benefici previsti dalla Legge n. 104 del 1992, occorre che la persona con disabilità faccia richiesta (o la faccia presentare da un familiare) alla propria ASL l'accertamento dello «stato di handicap». Nella sezione Approfondimenti troverà una scheda illustrativa della procedura da seguire per richiedere tale accertamento.

In seguito, sulla base della valutazione finale, la persona potrà essere riconosciuta:

  1. «persona handicappata» (Legge 104/1992, art. 3, comma 1);
  2. «persona handicappata grave» (Legge 104/1992, art. 3, comma 3);
  3. «con ridotte o impedite capacità motorie permanenti» (Sì/No).

A seconda del tipo di riconoscimento, la persona avrà diritto a benefici differenti. Sempre nella sezione Approfondimenti troverà delle schede nelle quali si indicano le varie agevolazioni.

In merito, invece, all'«indennità di accompagnamento», essa è una provvidenza economica erogata in favore delle persone con disabilità riconosciute «invalide civili» nei cui confronti sia stata accertata una inabilità totale per disabilità fisiche o psichiche e che si trovino nella impossibilità di deambulare senza l'aiuto permanente di un accompagnatore o, non essendo in grado di compiere gli atti quotidiani della vita, necessitano di una assistenza continua.

Per gli anziani ultra-sessantacinquenni, l'indennità di accompagnamento spetta solo a titolo della minorazione.

Requisiti:

  • non sono previsti limiti d'età;
  • non sono previsti limiti di reddito;
  • essere cittadino italiano residente in Italia;
  • non essere ricoverato gratuitamente negli istituti di cura e riabilitazione con pagamento delle retta a carico dello Stato (o di Ente pubblico);
  • avere il riconoscimento di un'invalidità totale (percentuale di invalidità civile pari al 100%); 
  • avere l'impossibilità a deambulare senza aiuto permanente di accompagnatore;
  • avere l'incapacità a compiere gli atti quotidiani della vita senza continua assistenza.

Il riconoscimento dell'indennità di accompagnamento può essere richiesto al momento della richiesta di visita per l'accertamento dell'invalidità civile (vedi Approfondimenti).


Approfondimenti

Scheda Contact Center: Richiesta dell'accertamento dello stato di handicap.
Scheda Contact Center: Agevolazioni per le persone con certificato di «stato di handicap».
Scheda Contact Center: Agevolazioni per le persone con certificato di «stato di handicap in situazione di gravità».
Scheda Contact Center: Richiesta di accertamento dell'invalidità civile.


Per ogni altra informazione, può contattarci telefonicamente al numero 0744 27.46.59.

Nella speranza di aver fornito una risposta chiara ed esaustiva, inviamo cordiali saluti,
Margherita Di Giorgio e Pierangelo Cenci
(Assistenti Sociali del Centro per l'Autonomia Umbro)

Salta contenuti del pi� di pagina - A.V.I. Umbria Onlus - C.F.: 01201600556 - Via Papa Benedetto III, 48 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 1950849 - Email: cpa.umbro@aviumbria.org - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformit� agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformit� agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformit� agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0