Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti

Per iscrivermi alle liste di collocamento serve la legge 104? Con quale percentuale minima di invalidità civile?

Pubblicato il 4/05/2009 - Letto 1152 volte
Gent.mi amici, vorrei chiedervi una cosa: io ho fatto la visita per l'invalidità civile e mi hanno riconosciuto, in prima istanza, il 70%. Poi la commissione del tesoro e finanze mi ha abbassato (dichiarando spudoratamente il falso nero su bianco) al 48%. Ora vorrei sapere: dato che sono un futuro docente, vorrei usufruire dei benefici della legge 104, dato che sono un vero invalido certificato senza santi in paradiso, ma ho le idee molto confuse: 1) per iscrivermi al collocamento obbligatorio devo portare il DCPM di richiesta accertamento handicap secondo la legge 104, però a) il sindacato dice: dopo il 45% puoi fare domanda; b) i colleghi dicono che bisogna avere almeno il 66% di invalidità civile. Chi ha ragione? 2) tra la richiesta di accertamento e la visita per la 104 passa molto tempo? 3) cosa fare per richiedere l'aggravamento che mi spetta di diritto, date le false dichiarazioni del II verbale? L'iter successivo è più complicato del precedente? Scusate la lunghezza! Grazie mille per il servizio che offrite!
Luigi, 29 anni

Risposta

Gentile Utente,
in merito al quesito da Lei posto, in primo luogo, per rispettare l'ordine delle domande, La informiamo che per l'iscrizione alle liste di collocamento mirato per le persone con disabilità non serve possedere già il «riconoscimento dello stato di handicap» ai sensi della Legge 104/1992, ma è necessario, invece, il «riconoscimento delle condizioni di disabilità ai fini del collocamento mirato» ai sensi della Legge 68/1999: in sostanza, si tratta di un accertamento della Commissione Medica della ASL per verificare l'idoneità a svolgere un'attività lavorativa (si consiglia la lettura della scheda in Approfondimenti). Per poter accedere alle liste di collocamento mirato, è necessaria una percentuale di invalidità civile pari o superiore al 46%.

Per il «riconoscimento dello stato di handicap» ai sensi della Legge 104/1992, invece, non è necessario avere una soglia minima di percentuale di invalidità civile, poiché le due certificazioni valutano aspetti diversi: l'accertamento ai sensi della Legge 104/1992, nelle sue intenzioni più autentiche, ha il compito di verificare la presenza di uno svantaggio sociale derivante dalla presenza di una disabilità (si consiglia la lettura della scheda in Approfondimenti).

In merito alla percentuale dell'invalidità civile da Lei contestata, è possibile procedere in due modi:

  1. richiedere l'aggravamento come da Lei ipotizzato (si consiglia la lettura della scheda in Approfondimenti);
  2. oppure procedere a ricorso contro la Commissione Medica della ASL, purché ci siano validi motivi sanitari e non siano trascorsi più di 180 giorni (si consiglia la lettura della scheda in Approfondimenti).

Prima di procedere come indicato, Le consigliamo di rivolgersi al proprio medico di fiducia per richiedere un parere specifico a riguardo.

Per accelerare i tempi ed evitare di sottoporsi a numerose visite di accertamento in tempi diversi, La informiamo che ha diritto a richiedere, al momento della compilazione della domanda, che l'accertamento ai sensi della Legge 68/1999 e quello ai sensi della 104/1992 vengano effettuati congiuntamente.

La informiamo, infine, che entro tre mesi dalla presentazione della domanda di accertamento, la Commissione Medica della ASL deve fissare la data di convocazione a visita, la data e il luogo dove la stessa verrà effettuata.


Approfondimenti

Scheda Contact Center: Richiesta di accertamento delle condizioni di disabilità ai fini del collocamento al lavoro (L. 68/1999).
Scheda Contact Center: Richiesta di accertamento dello stato di handicap (L. 104/1992).
Scheda Contact Center: Richiesta di aggravamento dell'invalidità civile.
Scheda Contact Center: Ricorso contro il verbale della Commissione Medica della ASL.


Normativa di riferimento

Legge n. 104 del 5 febbraio 1992, «Legge-quadro per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate» (collegamento a sito esterno).

Legge n. 68 del 12 marzo 1999, «Norme per il diritto al lavoro dei disabili» (collegamento a sito esterno).


Per ogni altra informazione, può contattarci telefonicamente al numero 0744 27.46.59.

Nella speranza di aver fornito una risposta chiara ed esaustiva, inviamo cordiali saluti,
Margherita Di Giorgio e Pierangelo Cenci
(Assistenti Sociali del Centro per l'Autonomia Umbro)

Salta contenuti del pi� di pagina - A.V.I. Umbria Onlus - C.F.: 01201600556 - Via Papa Benedetto III, 48 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 1950849 - Email: cpa.umbro@aviumbria.org - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformit� agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformit� agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformit� agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0