Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti

Progetto "Home Care Premium" Assistenza domiciliare per persone non autosufficienti

Aggiornato il 13/05/2019 - Letto 4238 volte

Descrizione

L'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale (INPS) ha deciso di rinnovare dal 1° luglio 2019 il bando del progetto "Home Care Premium - Assistenza Domiciliare",che era stato avviato il 1 luglio 2017 e si era concluso il 31 dicembre 2018.

Il progetto - indetto dall'INPS gestione Integrata - propone prestazioni di assistenza domiciliare rivolta a persone con disabilità non autosufficienti ed ha lo scopo di sostenere interventi assistenziali rivolti alle persone con disabilità che siano o siano stati dipendenti pubblici (ex gestione INPDAP), e/o dei loro familiari di primo grado (genitori e figli), e/o dei loro affini di primo grado (suoceri e figli/e del coniuge) e/o di persone loro legate da unione civile o i conviventi.


Destinatari

I beneficiari dei contributi e dei servizi socio-assistenziali previsti dal progetto "Home Care Premium 2017", ovvero i destinatari dei contributi economici e dei servizi socio assistenziali, sono i seguenti:

  • i/le dipendenti e i/le pensionati/e del pubblico servizio (gestione ex INPDAP);
  • i coniugi conviventi dei/delle dipendenti e dei/delle pensionati/e del pubblico servizio;
  • genitori e figli dei/delle dipendenti e dei/delle pensionati/e del pubblico servizio, anche se non conviventi;
  • le persone legate da unione civile e i conviventi ex Legge n. 76 del 20 maggio 2016 [link esterno], dei/delle dipendenti e dei/delle pensionati/e del pubblico servizio;
  • nel caso di figli minorenni, la prestazione viene estesa anche agli orfani e alle orfane dei/delle dipendenti e dei/delle pensionati/e del pubblico servizio;
  • minorenni regolarmente affidati a dipendenti o pensionati/e del pubblico servizio.

Tutti i beneficiari devono essere persone con disabilità, indipendentemente dalla maggiore o dalla minore età, in possesso di un accertamento sanitario che certifichi le condizioni del proprio stato di salute.

    In particolare, le persone devono essere in possesso almeno di uno dei seguenti accertamenti sanitari:

  • persone in possesso del riconoscimento dell'invalidità civile, con una percentuale di invalidità uguale o superiore al 67%;
  • persone in possesso del riconoscimento dello "stato di handicap in situazione di gravità" (art. 3, comma 3 della Legge n. 104/1992);
  • persone in possesso del riconoscimento per i ciechi civili;
  • persone in possesso del riconoscimento per i sordi civili;
  • persone in possesso del certificato INAL per l'invalidità sul lavoro;
  • persone in possesso del riconoscimento dell'inabilità lavorativa;
  • persone in possesso di trattamenti di privilegio ordinari e di guerra.

Per «persona non autosufficiente», ai fini del progetto, si intende la persona non autonoma nello svolgimento di una o più delle seguenti attività quotidiane, all'interno o all'esterno del proprio domicilio: mobilità domestica, igiene personale, toilette, vestizione, alimentazione, preparazione pasti, assunzione farmaci, housekeeping (pulizia e governo della casa), riposo notturno, uso telefono e strumenti di alert, mobilità extra domiciliare/spesa, uso del denaro.


Prestazioni

La persona beneficiaria potrà usufruire delle seguenti prestazioni:

  • "prestazioni socio assistenziali prevalenti" per le quali l'INPS (gestione ex INPDAP) riconosce direttamente un contributo economico mensile riferito al rapporto di lavoro con l'Assistente familiare, per l'intera durata del progetto;
  • eventuali "prestazioni socio assistenziali integrative" a cura e a carico del soggetto aderente (Comune o Zona Sociale): assistenza domiciliare di tipo socio-sanitario (svolta da operatori e operatrici socio-sanitarie o da educatori/trici prefessionali), servizi professionali (logopedia, fisioterapia e supporto psicologico), frequentazione di centri diurni e centri di aggregazione giovanile, interventi di sollievo domiciliare, servizi di accompagnamento/trasporto, consegna pasti a domicilio, fornitura e installazione a domicilio di ausili o strumenti di domotica, percorsi di integrazione scolastica, servizi per i minori con autismo, servizi per lo svolgimento dell'attività sportiva, percorsi di inserimento lavorativo, servizi differenziati in base alle esigenze del territorio.

Le prestazioni volte a favorire percorsi di integrazione scolastica sono rivolte a studenti e studentesse con disabilità in possesso del certificato dello «stato di handicap» (Legge n. 104/1992) o della diagnosi prevista per i Disturbi Specifici dell'Apprendimento (DSA). L'intervento potrà essere fornito sia all'interno che all'esterno della scuola e anche al di fuori dell'orario scolastico.


Presentazione della domanda

La domanda, a cura della persona non autosufficiente o a cura del familiare o dell'amministratore di sostegno, può essere presentata fino alle ore ore 23.59 del 6 maggio 2019 , esclusivamente per via telematica, secondo una delle seguenti modalità:

  • attraverso il portale dell'INPS - gestione ex INPDAP all'indirizzo www.inps.it (previa identificazione tramite il PIN dispositivo rilasciato dall'INPS);
  • tramite il contact center telefonico dell'INPS al Numero Verde 80.31.64 (da rete fissa) o al numero 06.16.41.64 (a pagamento, da rete mobile). Anche con questa modalità è necessario essere in possesso del codice PIN di tipo dispositivo.
  • L'Istituto, entro il 4 giugno 2019 pubblicherà sul sito internet www.inps.it,la graduatoria dei beneficiari ammessi alla prestazione, individuabili con il numero di protocollo.

    Dopo la pubblicazione della graduatoria, a decorrere dal 1° luglio 2019 alle ore 12.00 e fino al 31 gennaio 2022 alle ore 12.00, sarà possibile presentare nuove domande.

    La graduatoria verrà aggiornata il terzo giorno lavorativo di ogni mese e ricomprenderà le domande presentate nel corso del secondo mese solare antecedente alla pubblicazione.


    Durata del progetto

    Il progetto "Home Care Premium" avrà inizio il 1° luglio 2019 e terminerà il al 30 giugno 2022.


    Dove rivolgersi

    Per ricevere informazioni in merito al progetto "Home Care Premium 2017" è possibile contattare gli Sportelli di Informazione e Consulenza Familiare del Comune di Terni. Gli sportelli sono i seguenti:

    1. Ufficio della Cittadinanza CENTRO - Assistente Sociale referente: Emanuela Fabbri (emanuela.fabbri@comune.terni.it)
    2. Ufficio della Cittadinanza CESURE-COSPEA - Assistente Sociale referente: Marta Porrazzini (marta.porrazzini@comune.terni.it)
    3. Ufficio della Cittadinanza COLLELUNA - Assistente Sociale referente: Maria Gabriela Banetta (mariagabriela.banetta@comune.terni.it)
    4. Ufficio della Cittadinanza VALNERINA
    5. Ufficio della Cittadinanza SAN GEMINI - Assistente Sociale referente: Laura Basili (udc@comune.sangemini.tr.it)
    6. Centro di Salute n. 3 - PES ACQUASPARTA - Assistente Sociale referente: Salvina Inciardi (salvatrice.inciardi@uslumbria2.it)

    Documentazione da presentare

    Per accedere al progetto "Home Care Premium" è necessario iscriversi alla banca dati dell'INPS gestione Integrata.

    Attenzione: i dipendenti ed i pensionati della gestione ex INPDAP sono già presenti in banca dati e quindi NON devono procedere con l'iscrizione nella banca dati dell'Istituto.

    L'iscrizione in banca dati, invece, deve essere effettuata se il potenziale beneficiario della prestazione è il coniuge convivente, il familiare di primo grado o l'affine di primo grado del/della dipendente o del/della pensionato/a della Gestione Dipendenti Pubblici (ex INPDAP). La stessa procedura vale per il genitore superstite di minore orfano di iscritto o pensionato, per il tutore o per l'amministratore di sostegno.

    .

    Per presentare domanda è necessario:

    • presentare una Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) volta ad acquisire la certificazione Indicatore di Situazione Economica Equivalente (ISEE) Sociosanitario 2017 del nucleo familiare del beneficiario, entro il 30 marzo 2017;
    • effettuare l'iscrizione nella banca dati dell'INPS gestione Integrata attraverso l'apposito modulo di domanda;
    • essere in possesso del codice PIN di di tipo dispositivo dell'Istituto per l'accesso ai servizi on line dell'Istituto.
    • essere in possesso di un accertamento sanitario rilasciato che attesti la condizione clinica della persona e ne certifichi le limitazioni funzionali, dunque la disabilità

    Fonti normative

    Avviso Pubblico "Home Care Premium - Assistenza domiciliare 2017" [link a file pdf] dell'INPS gestione Integrata.


Salta contenuti del pié di pagina - M.O.S.A.I.C. cooperativa sociale - P.IVA: 01251410559 - Via Giovanni XXIII, 25 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 274659 - Fax: +39 0744 274659 - Email: web@cpaonline.it - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformità agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformità agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformità agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0