Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti
Sei in: Homepage » News »

Perugia, 1° dicembre 2014. Convegno sul diritto allo studio

Pubblicato il 21/11/2014 - Letto 1910 volte
Lunedì 1° dicembre 2014, presso l'Aula Magna dell'Università degli Studi di Perugia, dalle 9.00 alle 17.00, l'Osservatorio Regionale sulla Condizione delle Persone con Disabilità - in collaborazione con l'Università degli Studi di Perugia e la Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica - organizza il convengo "Il diritto allo studio delle persone con disabilità: l'analisi delle pratiche".

Il tema del diritto allo studio - e, più in generale, dell'inclusione scolastica - è di cruciale importanza all'interno del progetto di vita di una persona con disabilità. Riconosciuto agli studenti e studentesse con disabilità fin dai tempi della Legge n. 517 del 4 agosto 1977 [link a sito esterno], poi ribadito dalla Legge n. 104 del 5 febbraio 1992 [link a sito esterno], trova la sua massima espressione nell'articolo 24 della Convenzione delle Nazioni Unite sui Diritti delle Persone con Disabilità che, per l'appunto, recita:

«Gli Stati Parti riconoscono il diritto all'istruzione delle persone con disabilità. Allo scopo di realizzare tale diritto senza discriminazioni e su base di pari opportunità, gli Stati Parti garantiscono un sistema di istruzione inclusivo a tutti i livelli ed un apprendimento continuo lungo tutto l'arco della vita».

Il diritto allo studio, con tutte le pratiche necessarie affinché esso diventi esigibile, è uno degli argomenti del gruppo di lavoro «Istruzione, Formazione e Lavoro: l'inclusione e la protezione sociale», attivo in sede di Osservatorio Regionale sulla Condizione delle Persone con Disabilità.

È per questo motivo, dunque, che l'Osservatorio ha deciso di organizzare - in collaborazione con l'Università degli Studi di Perugia e con la Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica - il convegno "Il diritto allo studio delle persone con disabilità: l'analisi delle pratiche", con il fine di dare spazio a tutti i soggetti che, a vario titolo, agiscono per garantire agli studenti e alle studentesse con disabilità la piena inclusione scolastica.

Dopo i saluti istituzionali dei tre enti che organizzano l'evento, il convegno - moderato da Vincenzo Falabella (Presidente della FISH ONLUS, Federazione Italiana per il Superamento dell'Handicap e membro dell'Osservatorio nazionale) e Laura Arcangeli (Delegata del Rettore per il settore Servizi per gli studenti con disabilità e con disturbi specifici di apprendimento) - verrà aperto dall'intervento di Raffaele Goretti (Presidente dell'Osservatorio regionale) per introdurre il tema generale: il diritto allo studio sulla base dei princìpi espressi dall'articolo 24 della Convenzione dell'ONU.

Con Salvatore Nocera (Membro dell'Osservatorio Ministeriale sull'inclusione scolastica e già vicepresidente della FISH ONLUS), invece, verrà affrontato il tema dell'applicazione delle norme che garantiscono un sistema educativo inclusivo; l'argomento verrà ripreso, da un punto di vita regionale, con l'intervento sulla legislazione regionale in materia di inclusione scolastica di Giuseppe Merli (Dirigente regionale del Servizio Istruzione Università e Ricerca) e con quello sugli alunni e alunne con disabilità nel circuito scolastico regionale di Domenico Petruzzo (Dirigente dell'Ufficio Scolastico Regionale).

Una riflessione a due voci verrà condotta dal Dirigente scolastico Maria Elisabetta Mascio e dal rappresentante del Centro EmpowerNet Umbro Pierangelo Cenci: il breve dibattito verterà sulle criticità del sistema scolastico e su ciò che impedisce a studenti e studentesse con disabilità di vedere esatto il proprio diritto allo studio: dalla tardiva formulazione del Piano Educativo Individualizzato (PEI), alla mancanza di una presa in carico globale, al rapporto con i collaboratori scolastici, gli insegnanti curriculari e i compagni e le compagne di classe, fino ad arrivare alle barriere architettoniche e alle modalità di valutazione degli ausili e sussidi per la didattica e per l'assistenza.

Angiolo Pierini (Neuropsichiatra infantile) parlerà delle nuove esigenze educative con specifico riferimento all'emergenze e sinergie possibili tra i vari interlocutori.

Spazio particolare verrà dato anche all'Università, con la stessa Laura Arcangeli che riferirà delle politiche e dei servizi per studenti e studentesse con disabilità che frequentano i Dipartimenti dell'Ateneo della nostra regione.

I lavori della mattinata proseguiranno con l'intervento di Lucilla Frattura che illustrerà come valutare l'appropriatezza degli strumenti per favorire l'inclusione scolastica. Lucilla Frattura è Responsabile del Centro Collaboratore italiano dell'Organizzazione Mondiale della Sanità per la Famiglia delle Classificazioni Internazionali della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia. Ricordiamo che la sua collaborazione con l'Umbria nei percorsi di definizione dell'appropriatezza della presa in carico tramite la formulazione del profilo di funzionamento fondato sulla Classificazione Internazionale del Funzionamento della Disabilità e della Salute (ICF) si estende dalla USL Umbria n. 2 alla rete delle scuole coinvolte nel progetto «Rete ICF «Scuola, territorio e servizi: la rete per l'inclusione»» (di cui abbiamo scritto in questa news); a breve, inoltre, verrà coinvolta nei progetti di vita indipendente che partiranno nella Zona Sociale n. 10 dell'Umbria.

La mattina terminerà con alcuni interventi programmati e con un relativo dibattito.

Dopo la pausa pranzo, la tavola rotonda del pomeriggio, "Dalla domanda… all'inclusione… l'analisi delle pratiche", vedrà coinvolti diversi soggetti, moderati da Laura Arcangeli e Giovanna Boda (Direttrice Generale del Dipartimento Studente Integrazione Partecipazione del Ministero dell'Istruzione, Università e della Ricerca). In particolare, prenderanno parte alla tavola rotonda: Maria Donata Giaimo (Dirigente regionale del Servizio Prevenzione Sanità Pubblica Sicurezza Alimentare), Gianni Giovannini (Dirigente regionale del Servizio Programmazione dell'Assistenza Distrettuale ed Ospedaliera), Sabrina Boarelli (Dirigente tecnico dell'Ufficio Scolastico Regionale), Simona Bruno (Coordinatrice del Servizio Assistenza Scolastica Disabilità del Consorzio ABN), Carla Trampini (in rappresentanza dell'ANCI Umbria - Associazione Nazionale Comuni Italiani), Patrizia Cecchetti (Coordinatrice del Servizio Sociale della USL Umbria n. 1), Armando Mori (Dirigente dell'INPS), Maria Emilia Ceppi (Dirigente del Servizio Riabilitazione dell'Età Evolutiva dell'USL Umbria n. 1), Giovanni Mazzotta (Dirigente dell'UO Complessa di Neuropsichiatria Infantile e dell'Età Evolutiva della USL Umbria n. 2).

In rappresentanza delle associazioni che promuovono e tutelano i diritti delle persone con disabilità prenderanno parte alla tavola rotonda MariaLuisa Meacci (Presidente della FISH Umbria ONLUS) e Giulia Ceccarelli (in rappresentanza della FAND Umbria ONLUS).

Prima delle conclusioni della Vicepresidente Giunta Regionale e Assessora al Welfare e all'Istruzione Carla Casciari, verrà dato spazio alle testimonianze di genitori, insegnanti, operatori scolastici e insegnanti di sostegno.

Scarica il programma [link a file PDF].

Salta contenuti del pié di pagina - M.O.S.A.I.C. cooperativa sociale - P.IVA: 01251410559 - Via Giovanni XXIII, 25 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 274659 - Fax: +39 0744 274659 - Email: web@cpaonline.it - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformità agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformità agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformità agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0