Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti

Focus

Come i mezzi di informazione raccontano (male) la disabilità

Il Rapporto 2012 "Disabilità e media. La rappresentazione delle persone con disabilità nel sistema italiano dell'informazione" (a cura della Fondazione Giacomo Matteotti ONLUS e della Fondazione Terzo Pilastro - Italia e Mediterraneo) si è orientato sui grandi mezzi di comunicazione italiani e sulle vicende che hanno assunto un carattere di "esemplarità", diventando "storie" sulle principali e più seguite testate nazionali. Ne esce, purtroppo, una rappresentazione mediatica della disabilità complessivamente inadeguata, modesta, inefficace, parziale, omissiva e, soprattutto, eroica o pietistica.
Pubblicato il 30/04/2015 - letto 1051 volte - 0 file allegati


Perché firmare la «Petizione Popolare Nazionale per il finanziamento dei Livelli Essenziali di Assistenza per le persone non autosufficienti»

È una petizione importante quella cui aderisce anche la FISH Umbria ONLUS: riguarda i LEA (Livelli Essenziali di Assistenza sanitaria) per le persone con disabilità. La Petizione è promossa dalla Fondazione Promozione Sociale di Torino e ha lo scopo di garantire il diritto pienamente esigibile alle prestazioni socio-sanitarie semiresidenziali e residenziali ad oltre un milione di italiani. E questo tanto più perché, nonostante le leggi vigenti, molto spesso alle persone di cui sopra non sono fornite le prestazioni dovute obbligatoriamente dal Servizio Sanitario Nazionale e dai Comuni con il pretesto, costituzionalmente illegittimo, della carenza delle risorse economiche pubbliche. La Petizione - che può essere sottoscritta da qualsiasi cittadino elettore - si lega perfettamente, per gli scopi che si prefigge, con la campagna che la FISH nazionale sta portando avanti per una "spending review" (revisione della spesa pubblica) volta a far spendere meno allo Stato, ma a farlo spendere meglio.
Pubblicato il 30/07/2012 - letto 1373 volte - 0 file allegati


I "mostri" del linguaggio "mostruoso"

In questi giorni stiamo assistendo ad un imbarbarimento del linguaggio ad opera delle più svariate persone. Si va da siti web di carattere razzista, a politici che danno dell'«autistico» a chi non vuole sentire o capire le proprie opinioni e - addirittura - a vescovi che vedono il diavolo nella sindrome di Down! Paragoni fuori luogo tra mostruosità, stupidità e disabilità: secondo gli autori di queste uscite volgari e sciocche, è un tutt'uno associare ciò che è brutto e fa paura ed è ottuso con la disabilità. In momenti così difficili, dover anche ri-educare onorevoli ed eminenze varie, nonché il più becero sottobosco della meschinità, sembra davvero un compito disarmante.
Pubblicato il 6/07/2012 - letto 1422 volte - 0 file allegati


"Oltre la crisi: strumenti e risorse per il terzo settore". Seminario a cura dell'Associazione Nuovo Welfare

Il 31 maggio scorso l'Associazione Nuovo Welfare ha organizzato a Roma, presso Porta Futuro, l'evento "Oltre la crisi: strumenti e risorse per il terzo settore", incontro seminariale promosso dalla Scuola del Sociale della Provincia di Roma.
Pubblicato il 15/06/2012 - letto 1453 volte - 0 file allegati


Il blog del Corriere della Sera: «InVisibili»

Se è vero che i mass media - soprattutto quelli italiani - generalmente ignorano i temi reali riguardanti la disabilità, quello che si può leggere in questi giorni sulle colonne - cartacee e virtuali - del "Corriere della Sera" non può che essere accolto con «soddisfazione ed apprezzamento» come afferma la stessa FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell'Handicap). Dall'inizio del mese, varie rubriche del quotidiano hanno dato voce (ciascuna a suo modo) ai problemi sulla disabilità ed è nato un nuovo blog: «InVisibili».
Pubblicato il 17/02/2012 - letto 1711 volte - 0 file allegati


Quando l'ignoranza fa male e ci costa troppo. Cambiare si può!

Per sensibilizzare i nostri lettori verso il terzo punto della petizione della FISH Umbria ONLUS che da qualche tempo è diventata il leitmotiv dei nostri articoli - quello che riguarda il pagare il giusto e non l'ignoranza/malafede degli altri -, riportiamo un articolo che è apparso il 3 novembre scorso sul Corriere dell'Umbria. Il giornalista - Giuseppe Silvestri - racconta di una persona con disabilità, titolare di indennità di accompagnamento, "pizzicata" alla guida della propria auto. Per il disinformato giornalista questo è uno scoop da "indignati": è stato "beccato" l'ennesimo "falso invalido" che beneficia di una prestazione impropriamente. Caro Silvestri, gli indignati siamo noi: le persone con disabilità sono stufe di dover pagare per ricevere "servizi" - includendo tra questi anche il servizio di informazione - che sono inappropriati o, come in questo caso, assolutamente falsi. Sono stufe anche di sentirsi continuamente stigmatizzate come "potenziali truffatori"; e ciò, soprattutto, quando - come in questo caso - vengono mobilitate anche forze dell'ordine e ulteriori accertamenti dell'INPS (tutti pagati da noi) per verificare la presunta fraudolenza del "furbetto di prima categoria".
Pubblicato il 2/12/2011 - letto 1809 volte - 0 file allegati


La "manovra" all'italiana: cambiare tutto per non cambiare nulla… o quasi

Dopo la "mediazione" di ieri che il Governo è riuscito ad ottenere nei contenuti della Manovra di agosto, è ancora difficile fare un bilancio di ciò che resterà e ciò che, al contrario, verrà spazzato via nel prossimo futuro. Ciò che è certo è che ancora tutto è in gioco. Attendendo il voto parlamentare che ne segnerà la conclusione dell'iter e l'applicazione definitiva della norma, è possibile fare un confronto tra ciò che, nei giorni scorsi, ha proposto la FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell'Handicap) e ciò che, per il momento, è stato deciso.
Pubblicato il 30/08/2011 - letto 1605 volte - 0 file allegati



Salta contenuti del pié di pagina - M.O.S.A.I.C. cooperativa sociale - P.IVA: 01251410559 - Via Giovanni XXIII, 25 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 274659 - Fax: +39 0744 274659 - Email: web@cpaonline.it - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformità agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformità agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformità agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0