Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti

L'ASL è legittimata a riconvocarmi a visita pur essendo la mia patologia una di quelle esonerate?

Pubblicato il 28/07/2010 - Letto 1613 volte
Buongiorno, le scrivo per conto di mia madre la quale è stata riconosciuta portatrice di handicap grave ai sensi dell'art.3 della legge 104 in quanto malata di Alzheimer. I benefici della legge 104, nonostante si trattasse di una malattia grave e degenerativa, sono stati concessi solo dal 16/11/2009 al 01/08/2010 (data scadenza rivedibilità).Nel frattempo a mia madre è stata riconosciuta l'indennità di accompagnamento e pertanto mi sono recato alla sede INPS chiedendo come fare per comunicare, ai sensi della legge 9 Marzo 2006, n°80, l'esonero dalle visite di accertamento e di rivedibilità. All'Inps mi hanno risposto, disconoscendo suddetta legge, che debbo comunque fare domanda di rivedibilità e che poi sarà la commissione a decidere. Posso avere aiuto e/o notizie in merito? Ringraziandola anticipatamente La saluto cordialmente.
LUCIA, 71 anni

Risposta

Gentile Utente,
in merito al quesito da Lei posto, La informiamo che effettivamente la Legge n. 80/2006 ha previsto l'esonero dalle visite di revisione per i cittadini a cui è stata riconosciuta l'indennità di accompagnamento o di comunicazione e che siano affetti da patologie ingravescenti o stabilizzate.

Tuttavia, nella prassi, alcune ASL ritengono che, laddove esista un verbale su cui è riportata una data di scadenza, l'esonero non può procedere d'ufficio, poiché occorre che la scadenza venga annullata. Da quel momento in poi, con il nuovo verbale, la persona non deve sottoposti ad alcuna visita di revisione.

Poiché questa interpretazione delle ASL non trova consensi in ambito legale, è prevista per i cittadini la possibilità di opporsi, tramite diffida indirizzata alla ASL, alla eventuale visita di revisione appellandosi al Decreto del 2 agosto 2007, producendo eventuale documentazione sanitaria o rimandando a quella già presentata al momento della visita di accertamento precedente.

In conclusione, ancora una procedura univoca non esiste. Da un lato, visto che la ASL richiede un'ultima visita (impropria) per annullare la scadenza del verbale, Lei può chiedere informazioni telefoniche alla Sua ASL e, eventualmente, chiedere di effettuare questa visita a domicilio.

Alternativamente, può seguire le vie legali fino in fondo e fare diffida come da fac-simile che trova nella sezione Approfondimenti.


Approfondimenti

Scheda Contact Center: Diffida contro la ASL


Nella speranza di aver fornito una risposta chiara ed esaustiva, inviamo cordiali saluti,
Servizio di Contact Center del Centro per l'Autonomia Umbro

Salta contenuti del pi� di pagina - A.V.I. Umbria Onlus - C.F.: 01201600556 - Via Papa Benedetto III, 48 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 1950849 - Email: cpa.umbro@aviumbria.org - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformit� agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformit� agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformit� agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0