Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti

Anche per un bambino è prevista la revisione degli accertamenti sanitari?

Pubblicato il 15/10/2013 - Letto 981 volte
Salve, ho un bambino di 3 anni che è nato con una malformazione cardiaca complessa, ha subito un intervento a 7 giorni (shant), a 11 mesi un secondo intervento (gleen) a 4 anni ne dovrà subire un altro, ha un invalidità oltre il 73%, verso l'anno gli è stata riconosciuta l'invalidità con la legge 104. La scorsa settimana mi ha chiamato l'INPS per dirmi che vogliono togliergli l'invalidità con la 104, perché per loro il mio bambino sta bene. Voglio precisare che non percepisce nessuna pensione, ha solo la 104. Le chiedo se è possibile togliergli l'invalidità avendo una malattia cardiaca congenita dalla nascita? La ringrazio, buona giornata.
daniela, 44 anni

Risposta

Gentile Utente,
in merito al quesito da Lei posto, La informiamo che la Commissione Medica che accerta l'invalidità civile può convocare a visita una persona qualora la situazione clinica sia modificata o modificabile (nel verbale di invalidità civile può essere riportata una data di revisione, che indica quando la Commissione Medica dovrà accertare nuovamente la situazione).

Nel Suo caso, non sapendo cosa esattamente le abbia comunicato l'INPS, possiamo immaginare che la Commissione Medica - che, a suo tempo, accertò una condizione di invalidità oltre il 73% -, voglia sottoporre il bambino a nuova visita. Circa l'esito della stessa non possiamo esprimerci, poiché la questione esula dalle nostre competenze.

Dal Suo quesito, inoltre, non è chiaro se l'INPS Le abbia comunicato una revisione della sola invalidità civile, o anche della Legge 104 («stato di handicap»); tuttavia, teniamo a specificarLe che la Legge n. 104/1992 è predisposta al riconoscimento dello «stato di handicap», che è un accertamento che mira a valutare lo svantaggio sociale e l'emarginazione della persona a causa delle pGlossarioroprie condizioni di salute.

Invece, il riconoscimento dell'invalidità civile è previsto da un'altra legge, la n. 118/1971, e viene effettuato da una Commissione Medica diversa da quella che riconosce lo «stato di handicap» (Legge n. 104/1992). L'accertamento dell'invalidità civile prevede una valutazione complessa che -  per quanto riguarda i minori di 18 anni come nel caso di Suo figlio - tiene conto delle difficoltà persistenti a svolgere compiti e funzioni proprie dell'età.


Nella speranza di aver fornito una risposta chiara ed esaustiva, inviamo cordiali saluti,
Servizio di Contact Center del Centro per l'Autonomia Umbro.

Salta contenuti del pi� di pagina - A.V.I. Umbria Onlus - C.F.: 01201600556 - Via Papa Benedetto III, 48 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 1950849 - Email: cpa.umbro@aviumbria.org - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformit� agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformit� agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformit� agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0