Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti

Aumento della pensione di invalidità civile

Pubblicato il 19/08/2013 - Letto 1802 volte
Salve, mi trovo in una situazione al quanto sgradevole: percepisco una pensione d'invalidità di Euro 275 mensili, ma non posso lavorare e purtroppo non rientro nei requisiti contributivi per avere la pensione di inabilità. Posso avere un aumento della pensione?
cristiano, 41 anni

Risposta

Gentile Utente,
in merito al quesito da Lei posto, La informiamo che per coloro che percepiscono la pensione di inabilità (invalidi civili totali, ciechi civili totali, sordi), ma non hanno i requisiti contributivi per altre forme di pensione erogate dagli Enti previdenziali, i trattamenti per invalidità civile possono essere aumentati con una maggiorazione di importo variabile in base all'età, anche se una maggiorazione sostanziale si ha dopo il compimento dei sessantacinque anni.

Infatti, il tema della maggiorazione si può dividere in due parti: la prima riguarda le persone che hanno un'età inferiore ai sessantacinque anni, la seconda per tutti gli altri.

Per la prima situazione, la Legge n. 388/2000 (legge finanziaria 2001) ha previsto, dal 1° gennaio 2001, una maggiorazione di soli Euro 10,33 per 13 mensilità, che si aggiunge ai benefici economici (ossia agli attuali Euro 275,87, per un totale di Euro 286,20), per le persone con disabilità d'età inferiore ai 65 anni. Questo tipo di maggiorazione è concesso a condizione che le persone non possiedano redditi pari all'importo annuo della pensione sociale (per il 2013, Euro 8.214,31), né redditi cumulati con quello del coniuge d'importo pari o superiore al trattamento minimo a carico del Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti (per il 2013, Euro 13.964,21).

Per tutti coloro che hanno un'età maggiore di 65 anni, il riferimento è la Legge n. 448/2001, che ha introdotto, dal 1° gennaio 2002, una maggiorazione per 13 mensilità rivalutata annualmente, così distinta:

  • dai 65 ai 69 anni, l'importo dell'invalidità civile con maggiorazione è di Euro 455,22;
  • dai 70 anni in su, l'importo dell'invalidità civile con maggiorazione è di Euro 631,87.

Anche in questo caso, il limite reddituale per il pensionato non coniugato è pari ad Euro 8.214,31 (per il 2013). Se coniugato, il limite per il diritto alle maggiorazioni sociali è pari ad Euro 13.964,21 (per il 2013).


Nella speranza di aver fornito una risposta chiara ed esaustiva, inviamo cordiali saluti,
Servizio di Contact Center del Centro per l'Autonomia Umbro

Salta contenuti del pi� di pagina - A.V.I. Umbria Onlus - C.F.: 01201600556 - Via Papa Benedetto III, 48 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 1950849 - Email: cpa.umbro@aviumbria.org - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformit� agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformit� agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformit� agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0