Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti

Gli eredi beneficiano della pensione di invalidità e reversibilità dei genitori defunti?

Pubblicato il 27/10/2011 - Letto 5901 volte
Salve, volevo alcuni chiarimenti riguardo la pensione di invalidità, la sua eventuale trasmissibilità agli eredi del defunto e la compatibilità della pensione di reversibilità con la pensione di invalidità. La situazione è la seguente: mia nonna, deceduta, era titolare di una pensione di invalidità con indennità di accompagnamento, e di una pensione di reversibilità di mio nonno. Mia zia (la figlia), di anni 63, ha sempre vissuto con i miei nonni, è a sua volta stata riconosciuta invalida civile al 100%, non svolge alcuna attività lavorativa e non percepisce alcun reddito. Ora mi chiedo se mia zia avrà diritto ad entrambe le pensioni di cui era titolare mia nonna, quella di invalidità e quella di reversibilità; e nel caso di risposta positiva, come si conciliano dette pensioni con la pensione di invalidità e l'indennità di accompagnamento di cui è attualmente titolare mia zia. Grazie anticipatamente.
STEFANIA, 31 anni

Risposta

Gentile Utente,
in merito al quesito da Lei posto, La informiamo che la pensione di invalidità e l'indennità di accompagnamento non sono prestazioni economiche di cui possono usufruire gli eredi della persona con disabilità deceduta.

La pensione di reversibilità, al contrario, è una prestazione economica che può essere goduta anche dai figli maggiorenni, se riconosciuti, al momento del decesso del titolare della pensione, in condizione di inabilità totale al lavoro.

Il riconoscimento dell'invalidità civile al 100% di Sua zia (per il quale beneficia della pensione di invalidità), tuttavia, di per sé non implica anche un riconoscimento dell'inabilità lavorativa per poter ottenere la pensione di reversibilità. Quest'ultima, infatti, deve essere riconosciuta dalla Commissione medica dell'Ente previdenziale (il quale, tuttavia, sulla base delle condizioni di salute della signora, potrebbe anche considerare valido ai fini dell'inabilità lavorativa, anche il certificato di invalidità civile).

In ogni caso, in merito alle modalità con le quali si può beneficiare della pensione di reversibilità, consigliamo di rivolgersi all'Ente previdenziale.


Nella speranza di aver fornito una risposta chiara ed esaustiva, inviamo cordiali saluti,
Anna Vecchiarini e Pierangelo Cenci
(Assistenti Sociali del Centro per l'Autonomia Umbro)

Salta contenuti del pi� di pagina - A.V.I. Umbria Onlus - C.F.: 01201600556 - Via Papa Benedetto III, 48 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 1950849 - Email: cpa.umbro@aviumbria.org - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformit� agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformit� agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformit� agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0