Ricerca avanzata
Men¨
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti

InabilitÓ e incompatibilitÓ a svolgere attivitÓ nel campo no profit

Pubblicato il 1/08/2011 - Letto 1168 volte
Sono inabile per pi¨ di 2/3. Percepisco 900 euro, pensione IO dal 2004, definitiva dal 2010. Rendita INAIL per 27 punti, infortunio sul lavoro. Invalido civile 100/100. Ho 60 anni. Vorrei gentilmente sapere se posso collaborare con un mio parente in un circolo privato no profit senza incorrere in guai. Grazie
francesco, 60 anni

Risposta

Gentile Utente,
in merito al quesito da Lei posto, La informiamo che ciascuno dei riconoscimenti che possiede - cosý come ce li ha indicati - non impediscono il proseguimento di una attivitÓ lavorativa.

Naturalmente, Ŕ necessario che l'attivitÓ di collaborazione che intende fornire si svolga tenendo conto delle sue condizioni di salute, ossia non deve richiedere sforzi o attivitÓ che non pu˛ svolgere.

Le ricordiamo, inoltre, che il limite economico complessivo che non deve essere superato per poter continuare a beneficiare della pensione di invaliditÓ civile (100%) Ŕ di 15.305,79 Euro lordi annui.


Nella speranza di aver fornito una risposta chiara ed esaustiva, inviamo cordiali saluti,
Servizio di Contact Center del Centro per l'Autonomia Umbro

Salta contenuti del pi´┐Ż di pagina - A.V.I. Umbria Onlus - C.F.: 01201600556 - Via Papa Benedetto III, 48 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 1950849 - Email: cpa.umbro@aviumbria.org - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformit´┐Ż agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformit´┐Ż agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformit´┐Ż agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0