Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti

Benefici economici con il 100%

Pubblicato il 1/03/2011 - Letto 2526 volte
Salve, premetto che ero già inv. civ. al 50% dal 1970. Per varie patologie ho presentato domanda di aggravamento nel giugno 2007. A dicembre 2010 mi è stata riconosciuta un'invalidità al 100% art. 2 e 12 legge 118/71.Compilati e spediti all'INPS il MOD. AP 70 sempre nel dicembre 2010, volevo sapere gli eventuali benefici economici e quanto tempo passa,disponendo di un reddito anuuale di circa (Diecimila) euro.Assunto nel 1992 da una società privata telefonica tramite categoria protetta del Coll. e purttroppo in cassa integrazione da 10 anni, dal 1-1-2011 la società ha aperto una procedura di mobilità. Ho 54 anni e quasi 30 di contributi. La mia preoccupazione è che finiti i 4 anni di indennità di mobilità e quindi compiuti 58 anni e 34 di contributi resto senza nessun reddito. Cosa potrei fare alla fine di questo percorso con l'invalidità del 100% ai fini pensionistici. La ringrazio infinitamente e colgo l'occasione per porgerle i miei più sentiti complimenti e saluti. Grazie
pretis, 54 anni

Risposta

Gentile Utente,
in merito al quesito da Lei posto, La informiamo che con il 100% si ha diritto alla pensione di inabilità civile (260,27 Euro) fino ad un limite reddituale lordo e complessivo della persona di 15.305,79 Euro. Una volta finito l'iter di accertamento e accertati i limiti reddituali, l'INPS provvede ad erogare la prestazione. La prestazione economica legata all'invalidità civile non è vincolata ai contribuiti previdenziali versati, poiché è una misura assistenziale. Tuttavia, il lavoratore che possiede un riconoscimento pari o superiore al 75% può far valere due mesi di contribuzione figurativa per ogni anno di lavoro fino ad un massimo di cinque anni. Per i periodi inferiori all'anno, il beneficio è riconosciuto in misura proporzionale. La maggiorazione è riconosciuta esclusivamente per periodi di attività lavorativa svolti in concomitanza con il possesso della percentuale prevista.

Solo nel caso in cui le Sue condizioni di salute non Le permettano di proseguire la sua attività lavorativa, può richiedere al Suo Ente previdenziale una valutazione della capacità lavorativa specifica (diversa da quella generica che Le è stata accertata con l'invalidità civile) ai fini di una pensione ordinaria di inabilità. La procedura è indicata nella scheda in Approfondimenti.


Approfondimenti:

Scheda Contact Center: Accertamento della capacità lavorativa specifica.


Per ogni altra informazione, può contattarci telefonicamente al numero 0744 27.46.59.

Nella speranza di aver fornito una risposta chiara ed esaustiva, inviamo cordiali saluti,
Anna Vecchiarini e Pierangelo Cenci
(Assistenti Sociali del Centro per l'Autonomia Umbro)

Salta contenuti del pi� di pagina - A.V.I. Umbria Onlus - C.F.: 01201600556 - Via Papa Benedetto III, 48 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 1950849 - Email: cpa.umbro@aviumbria.org - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformit� agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformit� agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformit� agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0