Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti

Osservatorio regionale sulla condizione delle persone con disabilità: ripartono i lavori

Pubblicato il 22/02/2017 - Letto 586 volte
Dopo più di una anno di sosta, riprendono ufficialmente i lavori dell'Osservatorio regionale sulla condizione delle persone con disabilità: il secondo triennio di mandato è ufficialmente iniziato lo scorso 20 febbraio con una conferenza stampa alla presenza dell'assessore regionale Barberini, il presidente dell'Osservatorio Goretti e i/le rappresentanti di Comuni, ASL e associazioni di persone con disabilità.

Lunedì 20 febbraio l'assessore regionale alla salute, coesione sociale e welfare, Luca Barberini, ha annunciato la ricostituzione dell'Osservatorio regionale sulla condizione delle persone con disabilità che aveva terminato il suo primo mandato triennale il 30 novembre 2015 con la prima conferenza regionale sulla condizione delle persone con disabilità (di cui si è detto in questa news).

L'assessore ha affermato che questa ricostituzione «testimonia l'impegno forte della Regione Umbria per favorire un'inclusione sociale reale, anche attraverso una legge regionale per la Vita Indipendente».

È intenzione della Giunta regionale - ha ribadito Barberini - «mettere in campo nuove azioni per il superamento dell'emarginazione delle persone con disabilità fisica e psichica, attraverso un lavoro integrato che coinvolga oltre all'Osservatorio, le aziende sanitarie, i Comuni e le associazioni, per arrivare nel corso della legislatura ad elaborare una proposta di legge sulla vita indipendente».

All'incontro di Lunedì sono intervenuti Raffaele Goretti, riconfermato presidente dell'Osservatorio, e Mauro Zampolini, referente per le due Aziende Sanitarie dell'Umbria.

Erano presenti la vicesindaca del Comune di Terni Francesca Malafoglia e l'assessora alle Politiche sociali del Comune di Perugia Edi Cicchi, entrambe in rappresentanza dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI) Umbria, e una referente di una delle due federazioni locali che promuovono e tutelano i diritti delle persone con disabilità facenti parte dell'Osservatorio stesso.

Goretti, dopo aver sottolineato che l'Osservatorio è operativo dal 2013, ha ribadito che la composizione dello stesso prevede, oltre al presidente delegato dalla presidenza della Regione Umbria, la rappresentanza dell'Unione delle Provincie Italiane (UPI) Umbria, dell'ANCI Umbria, della Federazione Italiana per il Superamento dell'Handicap (FISH) Umbria, della Federazione tra le Associazioni Nazionali Disabili (FAND) Umbria, del Terzo Settore e delle Aziende Sanitarie dell'Umbria.

L'impegno che l'Osservatorio regionale ha assunto in questo primo triennio si è concretizzato in primo luogo nel garantire l'affermazione dei princìpi sanciti dalla Convenzione delle Nazioni Unite sui Diritti delle Persone con Disabilità, oltre che nella promozione dell'inclusione sociale attraverso tre gruppi di lavoro: quello sull'autonomia e Vita Indipendente, quello sull'istruzione, formazione e lavoro e quello sull'accessibilità e mobilità.

Goretti, inoltre, ha precisato che «tra gli obiettivi della nuova programmazione ci sarà quello di uniformare tutti i dati relativi alle persone con disabilità sia quantitativi che qualitativi, nonché programmare azioni concrete con gli enti locali anche sul fronte dell'informazione e della formazione».

Zampolini, dal canto suo, ha affermato che i dati raccolti dall'Osservatorio «sono preziosi anche alla luce della pianificazione delle risorse per la non autosufficienza. La scheda per la rilevazione dei dati è organizzata in modo da poter rilevare anche le esigenze, le difficoltà e le aspirazione delle persone intervistate per capire i percorsi individuali e predisporre le giuste risposte».

Barberini ha concluso ricordando che l'attenzione della Regione verso le persone con disabilità è massima anche nei riguardi di coloro che sono residenti nelle zone colpite dal sisma: «non solo per quanto riguarda i servizi, ma anche per la predisposizione dei moduli abitativi che dovranno avere i giusti requisiti. A tal fine è stato avviato un monitoraggio per rilevare i bisogni».

Salta contenuti del pié di pagina - M.O.S.A.I.C. cooperativa sociale - P.IVA: 01251410559 - Via Giovanni XXIII, 25 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 274659 - Fax: +39 0744 274659 - Email: web@cpaonline.it - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformità agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformità agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformità agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0