Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti

News

Dopo di Noi: il decreto, i criteri e il riparto per il Fondo

Così come previsto dalla normativa relativa la cosiddetto "Dopo di Noi" (Legge n. 112/2016), i Ministeri del Lavoro, della Salute e dell'Economia hanno condiviso con le Regioni e le Province autonome il decreto con i criteri di accesso alle misure assistenza, cura e protezione a carico del Fondo "Dopo di Noi", nonché la ripartizione tra le regioni del suddetto Fondo.
Pubblicato il 19/11/2016 - letto 2072 volte - 0 file allegati


ISEE: l'INPS fornisce indicazioni dopo le varie sentenze e le modifiche legislative

Non c'è tregua per la riforma dell'ISEE: dopo i ricorsi del TAR del Lazio e la pronuncia del Consiglio di Stato, il Governo ha dovuto adeguare la normativa con il Decreto Legge n. 42 del 29 marzo 2016, convertito dal Parlamento nella Legge n. 89 del 26 maggio 2016. A seguito di quest'ultima normativa, l'INPS ha pubblicato una circolare dove disciplina alcuni dettagli tecnici derivanti da queste modifiche.
Pubblicato il 6/08/2016 - letto 1996 volte - 0 file allegati


Family Helper: è uscito l'avviso pubblico per l'iscrizione nell'elenco regionale

La Regione Umbria ha pubblicato l'avviso pubblico per l'iscrizione nell'elenco regionale dei "Family Helper", ovvero l'elenco degli assistenti e delle assistenti che, tramite un rapporto di lavoro accessorio, offrono attività di sostegno alle famiglie nell'espletamento di diverse attività quotidiane. Per potersi iscrivere all'elenco regionale "Family Helper" è necessario inviare la propria domanda alla Regione Umbria; nella news sono elencati i requisiti che i candidati e le candidate devono possedere per poter essere inseriti nell'elenco regionale e le informazioni relative alla presentazione della domanda.
Pubblicato il 30/07/2016 - letto 2273 volte - 0 file allegati


Progetto Home Care Premium: prorogato il termine al 31 dicembre 2016

L'INPS, con una nota, ha comunicato che il termine del Progetto Home Care Premium - fissato per il 30 giugno 2016 - è stato differito fino al 31 dicembre 2016. Ciò significa che le persone con disabilità beneficiare del contributo previsto dal progetto in questione, potranno continuare ad usufruirne fino alla fine dell'anno.
Pubblicato il 15/07/2016 - letto 1776 volte - 0 file allegati


Terni. Progetto Vita Indipendente: il 6 giungo il convegno finale

Lunedì 6 giugno 2016, alle ore 9,30, presso il CAOS di Terni, avrà luogo il convegno finale del progetto "Vita Indipendente ed inclusione nella società delle persone con disabilità", co-finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e dalla Regione Umbria e realizzato dal Centro per l'Autonomia Umbro. La partecipazione al convegno è gratuita e permetterà di conoscere i risultati della prima sperimentazione ministeriale e di partecipare al confronto che si avvierà per portare anche l'Umbria a dotarsi di una legge regionale sulla Vita Indipendente
Pubblicato il 31/05/2016 - letto 2325 volte - 0 file allegati


Progetto umbro sulla Vita Indipendente: il 6 giugno il convegno finale

Lunedì 6 giugno, a Terni, si svolgerà il convegno finale di presentazione dei risultati del progetto ministeriale "Vita Indipendente ed inclusione nella società delle persone con disabilità" portato avanti in Umbria, nella Zona Sociale n. 10, dal Centro per l'Autonomia Umbro. Il progetto, realizzato con un finanziamento ministeriale e regionale, ha perseguito diversi obiettivi, tra cui l'empowerment della persona e della rete dei servizi territoriali, la sperimentazione della prima Agenzia umbra per la Vita Indipendente e l'empowerment della comunità tramite il rafforzamento delle sue capacità inclusive.
Pubblicato il 27/05/2016 - letto 1797 volte - 0 file allegati


Il Centro per l'Autonomia Umbro è il trait d'union regionale per la Vita Indipendente delle persone con disabilità

I Comuni di Perugia e di Terni - tramite i rispettivi assessorati al Welfare - hanno dichiarato la loro soddisfazione per l'avvio delle attività del progetto "Start Up: Agenzia per la Vita Indipendente" promosso dal Centro per l'Autonomia Umbro. Il progetto - che ricordiamo, si è classificato primo fra gli oltre 150 progetti presentati - rientra all'interno di un percorso di lungo corso, intrapreso dal Centro per l'Autonomia Umbro, per la promozione e la tutela del diritto alla Vita Indipendente delle persone con disabilità.
Pubblicato il 26/02/2016 - letto 1915 volte - 0 file allegati


Il Centro per l'Autonomia sempre più laboratorio Umbro per la promozione di soluzioni innovative per la Vita Indipendente

Il progetto "Start Up: Agenzia per la Vita Indipendente" presentato dalla Cooperativa Sociale MOSAIC si è classificato primo tra gli oltre 150 progetti presentati in occasione del bando per la concessione di contributi del Fondo Sociale Regionale. Il progetto vede il coinvolgimento di una nutrita compagine di partners e sostenitori: i Comuni di Terni, Perugia, Narni, Todi, Orvieto e Marsciano, le due Aziende USL dell'Umbria, FELCOS, entrambi i CESVOL della nostra regione, FISH Umbria, FAND Umbria, l'Unità Spinale di Perugia e l'Osservatorio Regionale sulla condizione delle persone con disabilità. La rete per la promozione della Vita Indipendente si sta "allargando" a tutta la regione: che questo sia di buono auspicio per il nuovo anno!
Pubblicato il 9/01/2016 - letto 2051 volte - 0 file allegati


Accordo 2015 tra Comune di Terni e ASL, per la "rimodulazione" dei servizi

A fine anno, la Giunta Comunale di Terni notifica l'accordo che regola - o "rimodula" - i servizi socio-sanitari gestiti in delega dal Distretto socio-sanitario n. 1 della USL Umbria n. 2. Sono un po' più di 330 mila Euro le risorse economiche a disposizione di questo accordo, ma è necessario rivedere la normativa regionale sull'organizzazione dell'integrazione socio-sanitaria nonché le aree dove è necessaria la compartecipazione delle persone.
Pubblicato il 22/12/2015 - letto 1900 volte - 0 file allegati


ISEE. La posizione delle associazioni sul tema della partecipazione

Il Comune di Terni si sta muovendo per chiedere la compartecipazione alla spesa alle persone con disabilità che usufruiscono dei servizi socio-sanitari mediante il calcolo dell'ISEE, così come previsto dalla normativa nazionale. Le tre federazioni di associazioni di persone con disabilità (FISH Umbria, FAND Umbria e FADA) hanno redatto un documento congiunto per fissare i princìpi fondamentali sui quali si dovrà fondare la compartecipazione alla spesa dei servizi, ribadendo che l'ISEE è uno strumento di equità e non un modo per reperire risorse aggiuntive.
Pubblicato il 22/12/2015 - letto 1878 volte - 0 file allegati



Salta contenuti del pi� di pagina - A.V.I. Umbria Onlus - C.F.: 01201600556 - Via Papa Benedetto III, 48 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 1950849 - Email: cpa.umbro@aviumbria.org - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformit� agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformit� agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformit� agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0