Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti

News

Conclusi i lavori del corso di formazione:"Ausili tecnologici per la comunicazione nelle gravi disabilità neuromotorie"

Si è appena concluso a Perugia il corso di formazione della durata di due giorni "Ausili tecnologici per la comunicazione nelle gravi disabilità neuromotorie", organizzato dalla Scuola di Amministrazione Pubblica della Regione Umbria. Tra le altre, hanno partecipato anche due associazioni aderenti alla FISH: AISM - Associazione Italiana Sclerosi Multipla di Perugia, e AISL - Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica, che hanno espresso il punto di vista della rete associativa.
Pubblicato il 24/02/2012 - letto 1888 volte - 0 file allegati


SLA: Terni ancora "in standby" per i bonifici per gli assegni di cura

Gli assegni di cura per l'assistenza alle persone che hanno la SLA (Sclerosi Laterale Amiotrofica), previsti dalla Delibera di Giunta Regionale dell'Umbria n. 909 del 29 luglio 2011, ancora non sono arrivati in mano a chi ne ha richiesto, più e più volte, l'improcrastinabile necessità. E, sebbene - a Terni - poco prima di Natale siano già stati chiesti gli estremi per i bonifici, degli assegni di cura non vi è traccia.
Pubblicato il 24/02/2012 - letto 2022 volte - 0 file allegati


La crisi e il caos: il trasporto, la mensa e altri tre atti che gettano nel caos il Consiglio e la maggioranza

Il primo Consiglio Comunale del 2012 ha dimostrato ancora una volta come, oltre alla crisi, a Terni regni anche il caos. Cinque atti presentati da una parte dei consiglieri di maggioranza e da quelli dell'opposizione hanno provocato un'accesa discussione in Giunta che ha determinato la sospensione del Consiglio e una necessità di revisione delle decisioni già prese. Tra gli argomenti, anche il trasporto delle persone con disabilità ai Centri Diurni e la compartecipazione per la mensa.
Pubblicato il 13/01/2012 - letto 2605 volte - 0 file allegati


In Parlamento si discute di disabilità: detrazione sull'IMU, aggiornamento del Nomenclatore Tariffario e Livelli essenziali di assistenza

Poco risalto ha avuto una mozione alla "manovra" di Monti, specificatamente in favore delle persone con disabilità, presentata alla Camera lo scorso sabato 17 dicembre. La mozione è stata presentata dalla Lega Nord, che ha proposto una detrazione sull'IMU (Imposta Municipale Unica) - la nuova ICI - per le famiglie in cui sia presente una persona «disabile grave non autosufficiente»; il Parlamento l'ha approvata all'unanimità. Ancor meno risalto, inoltre, ha avuto l'impegno del Governo ad aggiornare il Nomenclatore Tariffario delle protesi e degli ausili e i LEA (Livelli Essenziali di Assistenza).
Pubblicato il 20/12/2011 - letto 1941 volte - 0 file allegati


Agenda 22: la difficoltà di passare dalle intenzione ai fatti

Riportiamo il comunicato dell'Ufficio Stampa del Comune di Terni, apparso giovedì 10 novembre nel sito web istituzionale, in cui si parla di una riunione, presso l'Assessorato alle politiche sociali, preparatoria alla costituzione del tavolo interistituzionale di Agenda 22 alla quale avrebbero partecipato le Associazioni di persone con disabilità (ossia la FISH Umbria ONLUS e FAND Umbria ONLUS). È veramente encomiabile - ma aggiungeremmo anche "doverosa" - l'intenzione di coinvolgere le Associazioni che tutelano i diritti delle persone con disabilità nella costituzione del tavolo di Agenda 22 (visto che così è previsto), peccato che, questa volta, i fatti non hanno seguito le intenzioni: per intenderci, la FISH e la FAND, citate nell'articolo, non sono state mai invitate a questa riunione. Siamo convinti che, la prossima volta, prima ancora dei comunicati, alle intenzioni seguiranno i fatti.
Pubblicato il 11/11/2011 - letto 1906 volte - 0 file allegati


«Siamo da soli». Perché l'iniquità della compartecipazione al costo dei servizi interessa solo la FISH Umbria ONLUS?

L'audizione di Lunedì 7 novembre presso la Terza Commissione Consiliare di Palazzo Cesaroni ha mostrato come le ragioni della FISH Umbria ONLUS suonino in modo completamente isolato rispetto a tutte le parti sociali. Nessuno - e non solo i vertici istituzionali regionali, ma nemmeno l'ANCI ed i Sindacati - sembrano comprendere la profonda iniquità che si pone alla base di ciò che la Regione Umbria sta chiedendo ai cittadini con disabilità in merito alla partecipazione alla spesa per i servizi socio-sanitari. «Non si può parlare di equità se, misurando la "ricchezza" disponibile, si ignorano tutti quei costi che sono già a carico delle persone con disabilità e delle loro famiglie» afferma Andrea Tonucci, vice presidente della FISH Umbria ONLUS. «Come Federazione - continua - siamo contrari a che le persone con disabilità e le loro famiglie vengano chiamate a "tappare i buchi" del bilancio, mentre saremmo favorevoli ad una partecipazione responsabile e attiva che porti a chiamare le persone con disabilità per "pagare il giusto"».
Pubblicato il 11/11/2011 - letto 2508 volte - 0 file allegati


Il Comune torna a richiedere l'ISEE alle famiglie per l'assistenza domiciliare e per i servizi semi-residenziali

In questi giorni il Comune di Terni sta spedendo lettere ai cittadini con disabilità che usufruiscono dei servizi domiciliari e semiresidenziali, con il fine di chiedere la compartecipazione alla spesa. In questa fase - come viene esplicitato nella lettera - si sta procedendo a stabilire le procedure di accesso e di eventuale compartecipazione al costo dei servizi.
Pubblicato il 7/10/2011 - letto 2192 volte - 0 file allegati


Compartecipazione alla spesa dei servizi: viene abbassata la fascia di reddito per l'esenzione

I primi effetti della crisi: una fascia più ampia di persone comparteciperà alla spesa dei servizi socio-sanitari. La Giunta Comunale di Terni lo scorso 15 settembre ha previsto un adeguamento dei limiti reddituali funzionali all'esenzione al costo dei servizi, adeguandosi ai parametri posti dalla Regione Umbria. Così, se fino ad oggi chi aveva un reddito annuo che non superava i 7.180 euro era esentato dalla compartecipazione alla spesa, ben presto il reddito annuo scenderà a 4.800 euro.
Pubblicato il 23/09/2011 - letto 2127 volte - 0 file allegati


Assegno di cura per le persone con SLA: solo fumo negli occhi?

Divulghiamo una news pubblicata nel nostro sito all'inizio di agosto. Dopo l'appello dell'AISLA Umbria dell'11 luglio scorso in merito alla possibilità di ottenere uno specifico assegno di cura per le persone con SLA, la Giunta Regionale ha mantenuto il proprio impegno: il 29 luglio ha approvato una sperimentazione temporanea di interventi di assistenza indiretta per persone con patologie dei moto-neuroni ed in particolare da SLA con la possibilità di destinare alle famiglie un assegno di cura per "alleviare" l'impegno assistenziale. Ci si chiede ora, a distanza di poche settimane dall'approvazione da parte della Giunta, gli effetti che potrebbero produrre i provvedimenti del Governo in materia assistenziale sulla possibilità di ottenere tale assegno di cura.
Pubblicato il 2/08/2011 - letto 2170 volte - 0 file allegati


"Oltre la crisi: un patto per lo sviluppo e la solidarietà". Il documento presentato dal sindaco Di Girolamo

Il Sindaco di Terni ha presentato al Consiglio comunale del 25 maggio un documento in cui illustra l'aggiornamento delle linee programmatiche. Il documento, intitolato "Oltre la crisi: un patto per lo sviluppo e la solidarietà", disegna un quadro della situazione attuale e fornisce indicazioni a breve e medio termine.
Pubblicato il 27/05/2011 - letto 1955 volte - 0 file allegati



Salta contenuti del pi� di pagina - A.V.I. Umbria Onlus - C.F.: 01201600556 - Via Papa Benedetto III, 48 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 1950849 - Email: cpa.umbro@aviumbria.org - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformit� agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformit� agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformit� agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0