Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti
Sei in: Homepage » Glossario » Lettera O »

Glossario: lettera O


oculistica
«Branca della medicina che studia l'apparato visivo nella sua struttura e nella sua funzione, sia in condizioni normali, sia in condizioni patologiche».

(Da: www.sanihelp.it)

oneri deducibili

Il contribuente può operare una deduzione dal reddito complessivo dei seguenti oneri:

  • le spese mediche generiche e di assistenza specifica per le persone riconosciute in «stato di handicap» ai sensi dell’articolo 3 della Legge n. 104 del 5 febbraio 1992 (v. schede di approfondimento);
  • i contributi previdenziali e assistenziali obbligatori e alcuni volontari;
  • i contributi per la previdenza complementare e i premi e contributi versati alle forme pensionistiche individuali;
  • i contributi previdenziali versati per gli addetti ai servizi domestici e all’assistenza personale o familiare;
  • le erogazioni liberali alle istituzioni religiose;
  • gli assegni periodici per il mantenimento del coniuge separato o divorziato;
  • gli assegni periodici corrisposti in forza di testamento o di donazione modale;
  • gli assegni alimentari stabiliti dal giudice e corrisposti ai familiari indicati nell’articolo 433 del Codice civile;
  • i contributi a consorzi obbligatori;
  • i contributi per i Paesi in via di sviluppo;
  • i contributi versati ai fondi integrativi del Servizio Sanitario Nazionale;
  • i canoni, livelli e censi;
  • le indennità per perdita dell’avviamento corrisposte per disposizione di legge al conduttore;
  • le somme corrisposte ai dipendenti chiamati ad adempiere alle funzioni elettorali;
  • le somme restituite al sostituto d’imposta, se tassate in precedenza;
  • il 50% delle spese sostenute dai genitori adottivi per l’adozione di minori stranieri, purché certificate dagli enti autorizzati a curare le relative procedure;
  • le somme erogate a titolo di liberalità per il pagamento delle spese difensive di coloro che vengono ammessi al gratuito patrocinio.
oneri detraibili

Il contribuente può operare una detrazione dal reddito complessivo dei seguenti oneri:

  • le spese sanitarie (per l’importo eccedente euro 129,11);
  • le spese sostenute per l’acquisto dei veicoli, dei sussidi tecnici e informatici e gli altri mezzi di ausilio per le persone riconosciute in «stato di handicap» ai sensi dell’articolo 3 della Legge 104 del 5 febbraio 1992 (v. schede di approfondimento);
  • spese sostenute per gli addetti all’assistenza personale (cosiddetti «badanti») nei casi di persone con disabilità non autosufficienti nel compimento degli atti di vita quotidiana;
  • gli interessi passivi sui mutui destinati all’acquisto dell’abitazione principale e quelli per la ristrutturazione stipulati nel 1997, gli interessi passivi sui mutui stipulati a partire dal 1998 per la costruzione e la ristrutturazione dell’abitazione principale;
  • gli interessi passivi per prestiti e mutui agrari;
  • le spese funebri;
  • le tasse scolastiche;
  • i premi di assicurazione sulla vita e contro gli infortuni (per i contratti stipulati fino al 2000);
  • i premi per le assicurazioni aventi per oggetto il rischio di morte, di invalidità permanente non inferiore al 5% o di non autosufficienza nel compimento degli atti quotidiani (contratti stipulati o rinnovati dal 1° gennaio 2001);
  • spese veterinarie;
  • spese per la conservazione del patrimonio storico e artistico;
  • erogazioni liberali per lo spettacolo e/o enti lirici;
  • erogazioni liberali in denaro per attività culturali ed artistiche;
  • erogazioni liberali a favore delle ONLUS (Organizzazioni Non Lucrative di Utilità Sociale);
  • erogazioni liberali a favore delle associazioni di promozione sociale;
  • erogazioni liberali ai partiti e movimenti politici;
  • contributi associativi versati alle società di mutuo soccorso;
  • erogazioni liberali a favore della Società di cultura La Biennale di Venezia;
  • erogazioni liberali a favore delle associazioni sportive dilettantistiche;
  • compensi corrisposti agli intermediari immobiliari per l’acquisto dell’abitazione principale;
  • spese sostenute per l’iscrizione annuale e l’abbonamento ad associazioni sportive, palestre, piscine ed altre strutture ed impianti sportivi destinati alla pratica sportiva dilettantistica di ragazzi tra i 5 e i 18 anni;
  • contratti di locazione stipulati da studenti iscritti ad un corso di laurea presso un’università ubicata in un comune diverso da quello di residenza.
òrtesi

«Apparecchio sviluppato con diversi materiali atto a ripristinare o correggere deformità evidenti».

(Da: www.ortopediaalfonsi.it).

È formato da «elementi (o insieme di elementi) organizzati in una struttura, destinati a rendere più funzionale una parte o tutto il corpo, in modo da limitare od evitare perdite di autosufficienza (esempio: bastone, carrozzina, doccia funzionale per avambraccio, ecc.)».

(Da: www.spread.it).

ortopedia
«Branca della medicina che studia la struttura, le funzioni e la patologia dell’ apparato locomotore, e ne cura le affezioni congenite e acquisite, per evitare la comparsa o correggere la presenza di deformità»
(Da: www.sanihelp.it).
osteocondrosi

L'osteocondrosi è un processo degenerativo-necrotico dei nuclei di ossificazione delle epifisi ossee. Durante la crescita dell'individuo, le estremità delle ossa aumentano di volume grazie al progressivo accrescimento di nuclei ossei presenti al centro dell'epifisi e delle diafisi, inclusi, fino ad accrescimento ultimato, in un tessuto cartilagineo. La causa dell'osteocondrosi, che porta allo schiacciamento e alla deformità di queste estremità, è sconosciuta. Si ritiene che possa essere provocata da un insufficiente apporto di sangue in queste regioni che, non ricevendo un adeguato approvvigionamento, degenerano per la morte del tessuto osseo. L'età più colpita è quella della crescita (4-12 anni). Alcune forme possono interessare anche gli adulti. Le regioni più frequentemente interessate sono il femore, le vertebre, alcune ossa del piede, il ginocchio. L'osteocondrosi può guarire senza particolari effetti, a seconda della sede, ma può anche provocare delle limitazioni alle strutture corporee con conseguenze sulla deambulazione.


APPROFONDIMENTI:
Glossario: osteocondrosi della testa femorale.
Glossario: epifisi.
Glossario: diafisi.

osteocondrosi della testa femorale

L'osteocondrosi della tesa femorale (detta anche «malattia di Legg-Perthes-Calvè») colpisce tra i 4 e 8 anni, con maggior frequenza i maschi, interessando solo un arto. La regione interessata è l'epifisi prossimale di femore; la causa sembra essere un deficit vascolare. La sintomatologia, qualora si manifesti, consiste in dolore all'anca interessata e difficoltà di deambulazione. Se viene riconosciuta e trattata per tempo guarisce lasciando postumi irrilevanti, in caso contrario, permangono deformità sia della testa che del collo femorale con aumentato rischio di sviluppare un'artrosi d'anca.


APPROFONDIMENTI:
Glossario: epifisi.
Glossario: diafisi.

otorinolaringoiatria
«Branca della medicina che studia la struttura, la funzione, la patologia e la terapia delle prime vie respiratorie, della porzione iniziale dell'apparato digerente, nonché dell'apparato uditivo (cavità nasali, bocca, seni della faccia, faringe, laringe, apparato uditivo e vestibolare)».

(Da: www.sanihelp.it).

Salta contenuti del pié di pagina - M.O.S.A.I.C. cooperativa sociale - P.IVA: 01251410559 - Via Giovanni XXIII, 25 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 274659 - Fax: +39 0744 274659 - Email: web@cpaonline.it - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformità agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformità agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformità agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0