Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti

Focus

Lotta ai "falsi invalidi": il misero esito di una moderna "caccia alle streghe". Chi pagherà?

La IV Conferenza Nazionale sulle politiche per la disabilità di Bologna è stata, tra le altre cose, anche un'occasione utile per ricordare i miseri risultati della tanto osannata lotta ai cosiddetti "falsi invalidi": solo lo 0,06% delle persone ri-esaminate dalle Commissioni su 800 mila controllate nel 2012 sono risultate avere un accertamento sanitario non conforme alla gravità clinica della patologia accertata. Ma non è solo un problema di dati: gravi discriminazioni sono nate da questa inutile campagna ai danni delle persone con disabilità ed in particolare di quelle cieche. Il fenomeno di sospetto contro le persone cieche, infatti, ha raggiunto i livelli di una vera e moderna "caccia alle streghe". Ma chi pagherà il prezzo di tutto ciò?
Pubblicato il 20/08/2013 - letto 1766 volte - 0 file allegati


ISEE. A che punto stiamo?

Presentiamo un focus relativo ai lavori relativi alla bozza di decreto sull'ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente). Il testo del decreto non è stato ancora approvato dal Consiglio dei Ministri, ma, rispetto alla bozza originaria, sono state apportati alcuni "correttivi", frutto del serrato confronto del Governo con le associazioni (nello specifico - per quel che ci riguarda - con la Federazione Italiana per il Superamento dell'Handicap). Ci sono alcune novità rispetto alla discutibile bozza iniziale e alcune variazioni notevoli rispetto alla norma del 1998, attualmente in vigore.
Pubblicato il 2/08/2013 - letto 2025 volte - 0 file allegati


Umbria. Il testo del DAP (Documento Annuale di Programmazione) è stato pubblicato

Il DAP (Documento Annuale di Programmazione) della Regione Umbria per il biennio 2013-2015 è stato approvato dal Consiglio Regionale. Proponiamo una breve disamina alla luce delle osservazioni che fece la FISH Umbria ONLUS sul testo pre-adottato dalla Giunta Regionale.
Pubblicato il 6/05/2013 - letto 1706 volte - 0 file allegati


«Disabili, come sprecare risorse negando il diritto alla "Vita Indipendente"». Finalmente!

Franz Baraggino e Thomas Mackinson de "Il Fatto Quotidiano" hanno pubblicato un'inchiesta che denuncia come i comuni sistematicamente ostacolino la formulazione di progetti per la vita indipendente per le persone con disabilità, con un inutile aggravio di costi per lo Stato. Gli autori "indagano" sul mondo dell'assistenza indiretta fornendo cifre, intervistando persone che sono riuscite o meno ad ottenere questa modalità di assistenza e chiedendo loro quali ostacoli hanno incontrato. Nell'inchiesta vengono intervistati anche alcuni politici, le cui risposte risultano perlomeno "imbarazzanti" in uno Stato di diritto.
Pubblicato il 28/11/2012 - letto 2056 volte - 0 file allegati


«Dagli all'invalido!»: in arrivo altri 450.000 controlli

Riportiamo l'analisi di Carlo Giacobini su "Superando.it" in merito all'ennesimo piano straordinario di controlli sugli accertamenti dell'invalidità civile. Giacobini, oltre all'analisi di costi/benefici, si chiede come farà l'INPS ad individuare il nuovo campione di 450.000 potenziali «falsi invalidi», senza violare la normativa in merito all'esonero dai nuovi controlli in caso di patologie croniche, visto che già tra il 2008 e il 2012 sono state "controllate" 800.000 persone. Giacobini ipotizza l'ennesimo "trucchetto": considerare l'abbassamento percentuale a seguito di una legittima revisione come la prova del "reato" commesso di "falsa invalidità".
Pubblicato il 9/11/2012 - letto 2191 volte - 0 file allegati


Quando i numeri "raccontano" il Welfare

Riportiamo un approfondimento apparso sul numero 2-3/marzo-giugno 2012 della rivista "Welfare Oggi", diretta da Cristiano Gori, nella quale si fanno "i conti in tasca" alle regioni sulla spesa per i servizi sociali, sanitari, socio-sanitari e quelli per le persone con disabilità. Il raffronto tra l'Umbria e le altre regioni del Centro Nord mostra luci e ombre rispetto alla "graduatoria" sulla quale, di volta in volta, la nostra regione si pone rispetto alla capacità/volontà di spesa, tenendo conto che sono cifre "fredde" e che non implicano una migliore appropriatezza degli interventi solo a fronte di una maggiore spesa sostenuta. Al termine dei raffronti, le parole dell'Assessore alle politiche sociali di Terni Stefano Bucari, intervistato insieme ad altri Amministratori locali, offrono, invece, un quadro meno "freddo" di come il Comune di Terni affronti le difficili scelte e strategie in tempi di crisi.
Pubblicato il 12/10/2012 - letto 1826 volte - 0 file allegati


Spending review e fondo per la SLA: che sia un'occasione per sperimentare la presa in carico globale in Umbria?

Tra le tante questioni che in questi giorni tengono alto il dibattito intorno alla "spending review", ossia la manovra per la revisione della spesa pubblica, ce ne è una che merita un'importate riflessione rispetto all'orientamento dei finanziamenti pubblici: per il 2013, il Governo incrementa il fondo destinato ad interventi urgenti ed indifferibili di 700 milioni di Euro, nel quale confluiscono anche i fondi destinati agli «interventi in tema di sclerosi laterale amiotrofica e di altre malattie altamente invalidanti, per ricerca e assistenza domiciliare dei malati». La notizia non può che essere positiva, tanto più in un clima di tagli, ma, come abbiamo più volte scritto in queste pagine, qualsiasi incremento delle risorse può garantire un impatto positivo sulla salute e sulla qualità della vita delle persone con disabilità solo se basato su interventi espressione di una presa in carico globale e non di un approccio risarcitorio riconducibile ad una specifica patologia. Per questo motivo, auspichiamo che tale incremento di risorse economiche, che dovrà essere poi ripartito tra le Regioni, incentivi il Governo umbro ad iniziare quanto prima la sperimentazione della presa in carico globale, così come da tempo la FISH Umbria ONLUS e gli altri soggetti del movimento associativo stanno chiedendo e come, nella giornata di Lunedì 31 luglio, anche il Consiglio Regionale ha formalmente richiesto in una specifica mozione.
Pubblicato il 1/08/2012 - letto 1654 volte - 0 file allegati


ForumPA 2012: proposte per un nuovo welfare con i princìpi di Agenda 22

Al ForumPA di Roma (Forum della Pubblica Amministrazione), Giovedì 17 maggio, si è parlato di welfare. Un gruppo di lavoro di otto persone che sperimentano quotidianamente come implementare una nuova concezione di welfare si sono confrontati per sviluppare "suggerimenti" a soggetti istituzionali. Sei le parole chiave per produrre proposte operative: inclusione, partecipazione, diritti, empowerment, governance, sostenibilità. Da parete del vicepresidente della FISH Umbria ONLUS, Andrea Tonucci, è stata anche l'occasione per diffondere come buona prassi nazionale il metodo di Agenda 22, contenente, in nuce, i sei princìpi del "nuovo" welfare.
Pubblicato il 16/05/2012 - letto 1878 volte - 0 file allegati


Regione. Dal PD proposta di estensione dell'assegno di cura non solo alla SLA

Riportiamo il recente appello di due Consiglieri regionali del Partito Democratico, Fausto Galanello e Renato Locchi, in merito alla proposta di estendere previsto dalla Delibera regionale n. 909/2011 anche a persone con patologie neuro-degenerative o neurologiche con esiti affini a quelli della SLA (Sclerosi Multipla, Morbo di Parkinson, ictus cerebrale, ecc.).
Pubblicato il 14/05/2012 - letto 1919 volte - 0 file allegati


Il Piano Strategico del Comune di Terni

Nei giorni scorsi abbiamo più e più volte parlato del Piano Regolatore del Sociale del Comune di Terni e abbiamo approfondito le tre Azioni che fanno parte dell'Asse strategico n. 1, all'interno del quadro operativo proposto da Agenda 22: il Progetto Individuale (Azione 3), il Durante Noi (Azione 2) e Agenda 22 (Azione 4). Se le Azioni e i vari Assi strategici sono la strutturazione del Piano Sociale comunale, questo è, a sua volta, parte integrante del Piano Strategico dell'Ente. Ma che cos'è il Piano Strategico del Comune di Terni? A rispondere a questa domanda è lo stesso Sindaco Leopoldo Di Girolamo, il quale, dal dicembre dello scorso anno, sta elaborando schede illustrative sull'argomento (pubblicate periodicamente sul sito web del Comune stesso). Fino ad oggi, le schede pubblicate sono cinque e questo focus ha l'obiettivo di procedere ad un quadro di sintesi sulla base di alcuni princìpi e parole chiave che ben sintetizzano, se concretizzati, la tutela dei diritti dei cittadini con disabilità, i quali dovrebbero trovare un beneficio tangibile nella propria vita dall'applicazione di entrambi i Piani (Strategico e Regolatore).
Pubblicato il 12/04/2012 - letto 1918 volte - 0 file allegati



Salta contenuti del pié di pagina - M.O.S.A.I.C. cooperativa sociale - P.IVA: 01251410559 - Via Giovanni XXIII, 25 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 274659 - Fax: +39 0744 274659 - Email: web@cpaonline.it - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformità agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformità agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformità agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0