Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti

Potete dirmi quali sono le ricadute sul piano pratico del riconoscimento del 50% di invalidità civile?

Pubblicato il 24/09/2008 - Letto 1083 volte
Mi è stata di recente riconosciuta dalla USL 2 di Perugia una invalidità civile del 50% con diagnosi (esiti ictus celebrale ischemico-iperglobulinemia-iperomociseinemia-obesità-spondilartrosi con ernie discali multiple). Potete dirmi quali sono le ricadute sul piano pratico di tale riconoscimento? Come dipendente pubblico posso ad esempio usufruire di 15 gg. per cure termali? Esenzioni ticket? Altro... Grazie della vostra attenzione. Cordiali saluti
Sergio, 50 anni

Risposta

Gentile Utente,
in merito al quesito da Lei posto, La informiamo che con il riconoscimento di una percentuale di invalidità civile pari al 50% Lei ha diritto:

  • alla fornitura gratuita di protesi e ausili previsti nel Nomenclatore Tariffario;
  • all'iscrizione alle liste speciali per il collocamento mirato.

L'esenzione ticket è prevista con un riconoscimento di invalidità civile a partire da una percentuale pari o superiore al 66%.

In merito, infine, alle cure termali, La informiamo che a tali prestazioni hanno diritto di accedere tutti i cittadini italiani, in quanto assistiti dal SSN, con oneri a carico dello stesso, per un solo ciclo di prestazioni, nell'arco dell'anno solare (1° gennaio - 31 dicembre), per le patologie che possono trovare beneficio dalle cure medesime. La normativa diversi requisiti di accesso a tali prestazioni a seconda che l'interessato sia dipendente pubblico, privato o appartenga alle c.d. «categorie protette» (invalidità civile superiore ai 2/3, cioè pari e superiore al 75%). Nel Suo caso, in quanto dipendente pubblico, qualora intenda sottoporsi a trattamenti terapeutici, deve ricorrere alle ferie.

Tuttavia, se il Suo stato di salute richiede cure idro-fango-termali, la normativa prevede che sia possibile fruirne facendo ricorso alle assenze per malattia, in quanto tali cure sono considerate necessarie al benessere del dipendente, ma solo nel caso in cui sussistano le seguenti condizioni:

  1. una motivata prescrizione del medico specialista della ASL, nella quale vengano espressamente attestati: l'esistenza della patologia; la dichiarazione che un tempestivo trattamento termale sia determinante, anche in associazione con altri mezzi di cura, per migliorare le condizioni di salute del dipendente;
  2. prescrizione solo per le patologie elencate dal Ministero della Sanità con Decreto Ministeriale 15 dicembre 1994;
  3. inizio delle cure entro la data prescritta dallo specialista, termine che non può essere superiore a trenta giorni dalla redazione del certificato;
  4. concessione di massimo 15 giorni di cura per anno solare;
  5. al fine di evitare forme di abuso, tra i periodi di effettuazione delle cure e delle ferie deve intercorrere un periodo di almeno 15 giorni.

Non possono essere fruite in periodo extra feriale le seguenti cure:

  1. le cure meramente preventive, finalizzate ad impedire l'insorgenza di patologie nuove;
  2. le cure elioterapiche, climatiche e psammoterapiche.


Normativa di riferimento

Decreto Legislativo n. 509 del 1988, «Norme per la revisione delle categorie delle minorazioni e malattie invalidanti, nonché dei benefici previsti dalla legislazione vigente per le medesime categorie, ai sensi dell'art. 2, comma 1, della L. 26 luglio 1988, n. 291» (collegamento a sito esterno).

Decreto Ministeriale 15 dicembre 1994, «Modificazioni all'elenco delle patologie che possono trovare reale beneficio dalle cure termali e proroga della sua validità» (collegamento a sito esterno).


Nella speranza di aver fornito una risposta chiara ed esaustiva, inviamo cordiali saluti,
Margherita Di Giorgio e Pierangelo Cenci
(Assistenti Sociali del Centro per l'Autonomia Umbro)
Salta contenuti del pi� di pagina - A.V.I. Umbria Onlus - C.F.: 01201600556 - Via Papa Benedetto III, 48 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 1950849 - Email: cpa.umbro@aviumbria.org - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformit� agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformit� agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformit� agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0