Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti

Se la condizione di salute migliora prima della revisione dell'invalidità civile, cosa devo fare?

Pubblicato il 28/08/2013 - Letto 1667 volte
Salve, cortesemente mi potreste chiarire come funziona esattamente l'indennizzo su l'invalidità? Praticamente io ho mia moglie affetta da un tumore ovarico, percepisce sin da settembre 2012 circa Euro 276,00. Ci misero la revedibilità a settembre 2015. Mia moglie, fino a maggio 2013, ha fatto dei cicli di chemioterapie a giugno 2013 è stata operata, la mia domanda è la seguente: se dopo l'intervento è stata asportata tutta la malattia compreso organi, ovviamente e al momento delle dimissioni non risulta più nessuna traccia di malattia, cosa succede? Continuerà a percepire l'invalidità fino alla data della revisione o le viene sospesa subito la retribuzione? Poi vorrei sapere se devo comunicare all'istituto INPS che c'è un miglioramento o dobbiamo continuare così fino alla data della revedibilità? Vi preciso che c'è anche la probabilità che a fine agosto ricominci la chemioterapia per altri quattro o cinque cicli. Vi prego di darmi chiarimenti in maniera dettagliata e più semplice possibile. Sicuro di una rapida ed esaustiva risposta vi saluto molto cordialmente.
francesco, 50 anni

Risposta

Gentile Utente,
in merito al quesito da Lei posto, La informiamo che lo scopo della revedibilità è proprio quello di accertare se ancora sussistono o meno le condizioni di salute che, al momento dell'accertamento presso la Commissione Medica, hanno dato diritto a godere delle varie prestazioni economiche o di altra natura previste dalla normativa sull'invalidità civile (ad esempio, come nel caso di Sua moglie, della pensione di inabilità).

È probabile - e auspicabile - che il decorso della patologia possa migliorare prima della scadenza del 2015, ma non è previsto da alcuna norma che la persona con disabilità si debba preoccupare di anticipare la visita di revisione. D'altra parte, come scrive Lei stesso, è altrettanto probabile che sua moglie sia costretta a fare altri cicli di chemioterapia e che, quindi, la condizione di salute sia ancora meritevole di un monitoraggio.


Nella speranza di aver fornito una risposta chiara ed esaustiva, inviamo cordiali saluti,
Servizio di Contact Center del Centro per l'Autonomia Umbro

Salta contenuti del pi� di pagina - A.V.I. Umbria Onlus - C.F.: 01201600556 - Via Papa Benedetto III, 48 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 1950849 - Email: cpa.umbro@aviumbria.org - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformit� agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformit� agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformit� agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0