Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti
Sei in: Homepage » News »

«LungoNera c'è»… e c'è anche l'ascensore

Pubblicato il 23/09/2011 - Letto 1631 volte
Dal 22 al 25 settembre, Terni farà vivere alla cittadinanza il proprio fiume con un percorso itinerante lungo il Nera. I lavori di ristrutturazione dell'area che congiunge Ponte Carrara e Ponte Garibaldi a livello del fiume è finalmente pronta per permettere ai cittadini ternani di ri-appropriarsi di un luogo centrale della propria città. Un'importate elemento: anche le persone con disabilità potranno accedere grazie all'ascensore provvisorio che è stato istallato. Una conquista sia per le persone e che per le Istituzioni che dimostrano ancora una volta la necessità di un lavoro sinergico con le associazioni che tutelano le persone con disabilità.

L'iniziativa «LungoNera. Il fiume in festa» è alla sua seconda edizione. Dopo il successo dell'anno scorso, l'ARCI Terni (con il patrocinio di numerosi partner, tra cui l'Assessorato comunale alla cultura, la Regione, la Provincia e la Camera di Commercio), riapre il fiume alla cittadinanza. E questa volta, anche alle persone con disabilità.

L'ascensore da cantiere che verrà istallato provvisoriamente, infatti, consentirà a tutti i cittadini con una riduzione della mobilità di poter vivere questa iniziativa.

La soluzione dell'ascensore - sebbene sia provvisorio - si caratterizza per essere l'unico intervento che consenta a tutti di poter usufruire di questo spazio pubblico, secondo i criteri di appropriatezza ed economicità, poiché include le esigenze di tutti i cittadini.

Ma questo intervento è frutto di una valutazione complessa e globale che prende in considerazione una pluralità di fattori.  Sono molte, infatti, le soluzioni che sono stati proposte da più parti, nate dall'iniziativa di volenterosi che improvvisano soluzioni sulla base di una propria esperienza non sempre generalizzabile: ad esempio, è stato proposto il montascale mobile a cingoli (un ausilio che tramite cingoli riesce a percorrere le rampe delle scale e al quale si àncora la carrozzina); ma è un ausilio che può soddisfare un numero limitato di persone (chi adopera una carrozzina elettronica, ad esempio, non può usufruirne, così come una persona che cammina con difficoltà).

Al contrario, quello che è stato realizzato concretamente è il proficuo risultato di un'opra congiunta che rientra all'interno del metodo di lavoro Agenda 22 e che vede la FISH Umbria ONLUS, il Comune di Terni e il Ce.S.Vol. (Centro Servizi per il Volontariato), con la consulenza tecnica del Centro per l'Autonomia Umbro, operare verso una soluzione comune che può qualificarsi efficacemente come «accomodamento ragionevole».

È «accomodamento ragionevole» perché garantisce il rispetto dei diritti mediante un "ragionevole" impegno di risorse: da parte della persona, perché usufruisce dell'ascensore in modo autonomo e rapido, senza essere costretta ad una serie di operazioni lunghe e disagevoli; da parte del Comune di Terni, perché rendere fruibile un'opera pubblica in nome del diritto all'accessibilità e alla mobilità di tutti i cittadini senza un onere di spesa proporzionato alla finalità dell'opera stessa.


Gli appuntamenti che consigliamo

Giovedì 22 settembre, ore 19.30
«Cenetta lungo il Nera» (a cura di Caffè del Corso)
Una degustazione "lungo" il fiume in attesa di «LungoNera», con i prodotti tipici (da strada) che saranno presenti nell'edizione 2011. Un'anteprima nello scenario inedito e suggestivo del fiume Nera. Un'iniziativa in collaborazione con Perlagewines, Omero Moretti, Tamburini Norcineria, Sudtirol Gourmet, Monimbò Bottega del Mondo, IIS Professionale Tecnico Commerciale "A. Casagrande - F. Cesi". Euro 15,00 (tre calici di vino in abbinamento a tre piatti). Prenotazione obbligatoria ed info.: 0744 43.12.81.

Venerdì 23 settembre, ore 18.00
«Un nuovo fiume per una nuova città. LungoNera come laboratorio di buone prassi»
Tavola rotonda sul progetto di un fiume per tutti/e
Con: Stefano Bucari (Assessore Welfare), Silvano Ricci (Assessore ai Lavori Pubblici), Adriana Lombardi (Presidente Ce.S.Vol.), Francesco Camuffo (Presidente ARCI Terni), Andrea Tonucci (Vice Presidente FISH Umbria ONLUS), Maria Paola La Pegna (Coordinatrice del Progetto Contratto Fiume Nera).

La tavola rotonda sarà l'occasione per ribadire alcuni concetti fondamentali che hanno caratterizzato il lavoro compiuto per garantire l'accessibilità dell'evento.

Innanzitutto, al centro di qualunque intervento deve porsi il diritto all'accessibilità della persona con disabilità e non la barriera architettonica (e nemmeno il suo abbattimento, che diventa superfluo se si costruisce, fin da subito, in modo accessibile ed inclusivo). Insomma, il principio che deve valere per un'opera pubblica realizzata oggi non può più essere quello di «abbattimento delle barriere architettoniche», quanto quello di «progettazione accessibile».

In secondo luogo, dovrebbe essere chiaro, ormai, che Agenda 22 ha tracciato un cammino da seguire per rispettare i diritti delle persone con disabilità; pertanto, quando si cerca di allontanarsi da questo cammino ormai consolidato, si rischia solo di spendere tempo ed energie, e quindi importanti risorse, per perseguire percorsi alternativi che, è dimostrato, non portano a niente e che, al contrario, allontanano dal perseguimento dei diritti.

L'esperienza del LungoNera, quindi, deve proporre una riflessione in merito alla irreversibilità di alcune strade ormai consolidate (Agenda 22) e ci piace concludere con le stesse parole che sono riportate nella brochure dell'iniziativa: «e questa volta indietro non si torna, come il fiume insegna».

Leggi la brochure di «LungoNera 2011» (leggi il file in PDF).

Salta contenuti del pié di pagina - M.O.S.A.I.C. cooperativa sociale - P.IVA: 01251410559 - Via Giovanni XXIII, 25 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 274659 - Fax: +39 0744 274659 - Email: web@cpaonline.it - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformità agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformità agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformità agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0