Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti
Sei in: Homepage » Glossario » Lettera N »

Glossario: lettera N


nebulizzatori

«Apparecchi in cui aria o ossigeno vengono spinti con una pompetta all'interno di una soluzione medicamentosa per frammentarla in piccole particelle. L'inalazione di aria in cui vengono disperse sostanze benefiche ha un effetto terapeutico per le affezioni dell'apparato respiratorio».

(Da: www.triesterivista.it).

nefrologia
«Branca della medicina che studia la funzione e la patologia del rene»
(Da: www.dica33.it)
nefropatia cronica
«Termine generico per indicare una grave malattia renale. »
(Da: www.dica33.it).
nefropatia diabetica

La nefropatia diabetica si caratterizza per la perdita con le urine di una quantità crescente di albumina, che accompagna l'aumento della pressione arteriosa e precede la riduzione della funzione renale.

La presenza di nefropatia diabetica si accompagna a un più elevato rischio di malattie cardiovascolari e di altre complicanze tipiche del diabete (retinopatia diabetica). La nefropatia diabetica non si associa ad alcun sintomo clinico nelle prime fasi del suo sviluppo, caratterizzato soltanto dalla presenza nelle urine di una quantità moderatamente elevata di albumina (microalbuminuria).

In condizioni normali, la quantità di albumina eliminata giornalmente con le urine non supera i 30mg/l. Si definisce microalbuminuria una quantità di albumina compresa fra 30 e 300mg/l. L'escrezione di una quantità superiore ai 300mg viene definita invece macroalbuminuria ed è indicativa di una nefropatia conclamata.

Quando la quantità di albumina secreta è superiore ai 300mg, il danno renale è di tale entità da consentire anche il passaggio di proteine diverse dall'albumina. Nel tempo la quantità di proteine disperse con le urine può crescere progressivamente causando una riduzione della concentrazione di albumina nel sangue con conseguente comparsa di edema alle caviglie e successiva estensione ad altri distretti. La comparsa di microalbuminuria è abitualmente accompagnata da un aumento della pressione arteriosa che contribuisce al progressivo peggioramento della funzione renale.

In una fase di insufficienza renale terminale è inevitabile il ricorso alla terapia dialitica o al trapianto di rene.

neurologia
«Branca della medicina che studia il sistema nervoso, sia per quel che riguarda l’anatomia e la fisiologia, sia nelle manifestazioni patologiche»
(Da: www.sanihelp.it)
Nomenclatore Tariffario delle Protesi e degli Ausili

Il Nomenclatore Tariffario delle Protesi e degli Ausili, allegato al Decreto Ministeriale n. 332 del 27 agosto 1999, regola la fornitura gratuita da parte del Servizio Sanitario Nazionale di ortesi, protesi ed ausili.

Il Nomenclatore è composto di tre elenchi:

  • Primo elenco: comprende tutti quegli ausili che vengono costruiti su misura (ad esempio, scarpe ortopediche, tutori, protesi, ecc.), o che richiedono un intervento di personalizzazione da parte di un tecnico ortopedico abilitato (ad esempio, le carrozzine personalizzate). Alla fornitura di tali ausili sono ammesse solo le aziende iscritte presso il registro del Ministero della Sanità, previsto dal Decreto legislativo n. 46 del 1997.
  • Secondo elenco: sono compresi gli ausili tecnici che non necessitano di interventi da parte di un tecnico abilitato. Si tratta di prodotti di serie, come il catetere vescicale, i letti o i comunicatori simbolici. In questo caso, non vengono indicate tariffe, ma il prezzo di ciascun prodotto viene determinato attraverso procedure pubbliche di acquisto.
  • Terzo elenco: in questo elenco sono inclusi gli ausili che vengono acquistati direttamente dalle ASL ed erogati alle persone con disabilità. Vi rientrano, ad esempio, gli ausili per la terapia respiratoria (ventilatori, nebulizzatori, concentratori di ossigeno), i microinfusori per la terapia della talassemia, gli apparecchi alimentatori, i monta-scale, e così via. Anche in questo caso, i prezzi sono determinati in base a procedure pubbliche di acquisto.

Per approfondimenti, si consiglia di leggere l'apposita scheda: Erogazione di ausili, protesi e ortesi.

Riferimenti normativi
Decreto Ministeriale n. 332 del 27 agosto 1999
, «Regolamento recante norme per le prestazioni di assistenza protesica erogabili nell'ambito del Servizio sanitario nazionale: modalità di erogazione e tariffe» (collegamento a sito esterno).

non autosufficienza

La non autosufficienza è quella condizione in cui, a causa di un'alterazione delle funzioni e delle strutture corporee, sono presenti ridotti livelli di attività e restrizioni alla partecipazione. Questa condizione può determinare un elevato grado di dipendenza da supporti esterni.

La non autosufficienza include sia le persone che, pur avendo capacità decisionale, di autodeterminazione e il diritto di esercitarla, hanno però un alto grado di dipendenza, sia quelle persone che non sono in grado di rappresentarsi da sole.

Le persone con un alto grado di dipendenza sono coloro che necessitano di un sostegno nel compiere le attività della vita quotidiana.

Le persone non in grado di rappresentarsi da sole sono coloro che, non potendo esprimere ed assumere decisioni e responsabilità, anche se in grado di compiere le attività della vita quotidiana, si trovano ugualmente in una condizione di restrizione della partecipazione ai contesti di vita.

La condizione di non autosufficienza non implica necessariamente un'assenza di autonomia; invece, l'assenza di autonomia implica necessariamente una condizione di non autosufficienza, perché può imporre alla persona la necessità di un sostegno per porre in essere le scelte della propria vita.

(A cura di: Centro Risorse EmpowerNet)

nursing
«Il termine "nursing" fa riferimento alla professione di infermiere, il professionista sanitario che opera per l’identificazione e la terapia dei bisogni di salute della persona e della collettività. L'oggetto della prestazione non è la guarigione, ma il fornire cure ritenute idonee per condurre il paziente alla guarigione […]. La legge n. 251 del 10 agosto 2000 individua come principali funzioni svolte dall'infermiere "la prevenzione delle malattie, l’assistenza dei malati e dei disabili di tutte le età e l’educazione sanitaria"».
 (Da: «Manuale di nutrizione artificiale», SINPE 2005).
nutrizione artificiale

La nutrizione artificiale comprende la nutrizione enterale e la nutrizione parenterale. Di fronte «ad un paziente che necessita di nutrizione artificiale», si dà precedenza alla nutrizione enterale, «mentre la nutrizione parenterale trova indicazione quando l'apparato digerente non è funzionante o utilizzabile».

(Da: www.nutricia.it).

nutrizione enterale

La nutrizione enterale «prevede la somministrazione di sostanze nutritive direttamente nel tratto gastrointestinale per mezzo di un'apposita sonda posizionata al suo interno».

(Da: www.nutricia.it).

nutrizione parenterale
La nutrizione parenterale «prevede la somministrazione di sostanze nutritive gia biodisponibili in forma liquida e sterile direttamente nel sangue per mezzo di un catetere introdotto in vena, senza passare prima nell'intestino».

(Da: www.nutricia.it).

Salta contenuti del pié di pagina - M.O.S.A.I.C. cooperativa sociale - P.IVA: 01251410559 - Via Giovanni XXIII, 25 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 274659 - Fax: +39 0744 274659 - Email: web@cpaonline.it - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformità agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformità agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformità agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0