Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti
Sei in: Homepage »

Percorso per applicare Agenda 22

L'applicazione del Progetto «Agenda 22» necessita dei percorsi politico-amministrativi elencati di seguito:

  • nominare un «Gruppo Agenda 22», formato da rappresentati degli enti contraenti, che pianifica e dirige il lavoro; tale gruppo può, a sua volta e secondo le differenti esigenze, formare altri sottogruppi di lavoro;
  • preparare una bozza di Piano relativo alle Politiche sulla Disabilità, che includa proposte di azioni e di politiche che dovrebbero diventare lo strumento di azione del Comune e/o delle altre istituzioni coinvolte;
  • stipulare un accordo tra le istituzioni (il Comune e le ASL) e le Associazioni delle persone con disabilità per l'applicazione di «Agenda 22»;
  • assumere la decisione in Consiglio comunale o con delibera di Giunta municipale, da parte degli organi comunali coinvolti, e/o da parte di altri organi competenti di altre istituzioni;
  • sottoscrivere il Piano relativo alle Politiche sulla Disabilità ed adottarlo in Consiglio comunale o con delibera di Giunta municipale, e/o da parte di altri analoghi organi delle istituzioni coinvolte;
  • valutare e monitorare cosa può essere fatto nell'immediato futuro e che cosa può essere progettato nel medio e nel lungo termine.


L'impegno delle istituzioni

La stipula di un accordo, nell'ambito dell'utilizzazione di «Agenda 22», dovrebbe impegnare le istituzioni che la sottoscrivono a:

  • stabilire una collaborazione con le Associazioni delle persone con disabilità, in qualità di partner paritari;
  • rivedere le proprie attività insieme alle Associazioni delle persone con disabilità, al fine di verificane la conformità alle «Regole standard»;
  • stendere, in collaborazione con le Associazioni delle persone con disabilità, un elenco delle esigenze delle persone con disabilità;
  • colmare il divario tra le risorse attuali e le esigenze delle persone con disabilità in un Piano relativo alle Politiche sulla Disabilità separato;
  • scrivere nel Piano relativo alle Politiche sulla Disabilità la modalità con cui dovrà continuare in futuro la collaborazione con le Associazioni delle persone con disabilità;
  • valutare e rivedere il Piano relativo alle Politiche sulla Disabilità ad intervalli regolari.


L'impegno delle Associazioni delle persone con disabilità

La stipula di un accordo nell'ambito dell'utilizzazione di Agenda 22, d'altro canto, dovrebbe impegnare le Associazioni delle persone con disabilità a:

  • attrezzarsi in modo da poter essere all'altezza del proprio ruolo di «esperti» circa le proprie istanze;
  • monitorare l'attuazione, la valutazione e la revisione del Piano.
Salta contenuti del pié di pagina - M.O.S.A.I.C. cooperativa sociale - P.IVA: 01251410559 - Via Giovanni XXIII, 25 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 274659 - Fax: +39 0744 274659 - Email: web@cpaonline.it - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformità agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformità agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformità agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0