Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti
Sei in: Homepage »

II Programma di Azione Biennale sulla Disabilità

Cos'è il Programma di Azione Biennale

Il 28 dicembre del 2013 la Gazzetta Ufficiale pubblicava il Decreto del Presidente della Repubblica del 4 ottobre precedente: "Adozione del programma di azione biennale per la promozione dei diritti e l'integrazione delle persone con disabilità."

Il Programma «individua le aree prioritarie verso cui indirizzare azioni e interventi per la promozione e la tutela dei diritti delle persone con disabilità, in una prospettiva coerente ed unitaria alla politica nazionale e locale, al fine di contribuire al raggiungimento degli obiettivi generali della Strategia europea sulla disabilità 2010-2020 e della Convenzione dell'ONU sui diritti delle persone con disabilità».

Il Programma individua sette linee di azione sulle quali concretamente intervenire con azioni specifiche profilando interventi di tipo legislativo, che impegnano principalmente le Amministrazioni centrali in fase di proposta normativa, in stretto raccordo con le Regioni e Province Autonome; interventi di tipo amministrativo generale, programmatorio e organizzativo, di competenza delle amministrazioni centrali, in stretto raccordo con le Regioni e Province Autonome o di loro esclusiva competenza.

Per ognuna di queste linee di azione viene previsto il coinvolgimento di diversi attori istituzionali e non a diversi livelli (centrali e periferici), oltre al coinvolgimento delle associazioni, delle organizzazioni sindacali e dell'Osservatorio nazionale sulla condizione delle persone con disabilità.


Le sette Linee di Azione

Di seguito si riportano le sette linee di azione del Programma di Azione Biennale

  • Linea 1: Revisione del sistema di accesso, riconoscimento/certificazione della condizione di disabilità e modello di intervento del sistema socio-sanitario.
  • Linea 2: Lavoro e occupazione.
  • Linea 3: Politiche, servizi e modelli organizzativi per la vita indipendente e l'inclusione nella società.
  • Linea 4: Promozione e attuazione dei principi di accessibilità e mobilità.
  • Linea 5: Processi formativi ed inclusione scolastica.
  • Linea 6: Salute, diritto alla vita, abilitazione e riabilitazione.
  • Linea 7: Cooperazione internazionale.


La V Conferenza Nazionale sulla politiche in materia di Disabilità

Il 16 e 17 settembre 2016 si è tenuta a Firenze la V Conferenza Nazionale sulle politiche in materia di disabilità, promossa dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, insieme al Comune di Firenze, così come previsto dall'articolo 41-bis della Legge n. 104 del 5 febbraio 1992, riunendo rappresentanti delle Istituzioni di tutti i livelli di governo, operatori e operatrici del settore, parti sociali e organizzazioni rappresentative dei diritti delle persone con disabilità.

La Conferenza ha avuto come focus la discussione del II Programma Biennale di Azione sulla disabilità, elaborato dall'Osservatorio Nazionale sulla condizione delle persone con disabilità, che sarà definitivamente approvato entro il mese di ottobre.

La Conferenza è stata anche l'occasione per discutere dell'attuazione, da parte del Governo, del precedente Programma [leggi qui - link a sito esterno - l'analisi di Carlo Giacobini su Handylex.org] nonché, più in generale, dello stato delle politiche in favore delle persone con disabilità.

Grazie a specifici gruppi di lavoro sono stati affrontati i temi più significativi per quel che riguarda l'area della disabilità:

Salta contenuti del pié di pagina - M.O.S.A.I.C. cooperativa sociale - P.IVA: 01251410559 - Via Giovanni XXIII, 25 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 274659 - Fax: +39 0744 274659 - Email: web@cpaonline.it - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformità agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformità agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformità agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0