Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti

Come posso fare per by-passare il ricorso contro il verbale?

Pubblicato il 11/12/2009 - Letto 941 volte
Nel 2005 ho avuto il 100% di percentuale di invalidità per un carcinoma maligno duttale infiltrante nel marzo 2006 operata di mastectomia totale e quasi d'ufficio nel 2007 mi viene abbassata la percentuale al 75% anche se uscita da pochi mesi dal secondo ricovero per anemia emolitica autoimmune curata con diverse trasfusioni e terapia cortisonica importante. Cosa fare se ogni volta che si va a visita il medici della Commissione invalidi non leggono i certificati e neanche ti visitano, poi chiami e paghi un medico che ti assista e anche questo arriva come se entrasse in un bar conosce tutti, parla mentre è in commissione del più e del meno non rappresentando i tuoi interessi un teatrino dove ognuno conosce il ruolo dell'altro ed intanto il paziente preso alla sprovvista dopo aver pagato 200 euro al medico che incapace di esporre la situazione medica attuale per la Commissione Oncologica fa scivolare un "sì" alla domanda se oggi la patologia più importante fosse quella psichiatrica e non più quella oncologica. La Commissione in 3 minuti ci liquida rinviandoci alla Commissione Psichiatrica a seguito di un solo certificato del medico psichiatrico al quale mi sono rivolta per avere un aiuto dopo la scoperta della malattia con una terapia blandissima e una diagnosi di sindrome ansioso reattiva legata ala situazione di salute. Ora la domanda: posso rifiutarmi di andare presso tale Commissione e chiedere una riconvocazione della Commissione Oncologica che valuti bene la mia documentazione (per questo ho deciso di inviarla tutta con raccomandata e ricevuta di ritorno)? Saranno obbligati a rispondermi per iscritto? Ho intenzione anche di chiedere che venga messo nero su bianco il rapporto tra tabelle di riferimento di legge per la valutazione della percentuale e le considerazioni che la Commissione farà su quella che sarà la percentuale a me spettante. Ciò è possibile? In questo modo vorrei by-passare il ricorso con avvocato che a me sembra anche quello un bel business ed inoltre non potrei affrontarlo economicamente.
NADIA, 30 anni

Risposta

Gentile Utente,
in merito al quesito da Lei posto, La informiamo che ciò che Lei ha chiesto rientra nella procedura di ricorso giudiziario e che, pertanto, non può essere effettuato in altro modo, almeno finché non cambia la legge. Infatti, ciò che Lei chiede alla Commissione è una revisione di giudizio, ossia l'impugnazione del verbale, con tanto di motivazioni scritte da parte della Commissione (al massimo, in questo caso, può appellarsi alla Legge 241/1990 sull'accesso agli atti della Pubblica Amministrazione). Nel momento in cui la persona si oppone alla decisione della Commissione, tuttavia, si oppone alla valutazione e l'unico mezzo che ha a disposizione è il ricorso.

Da quanto abbiamo capito dalla lettura della sua lunga e-mail, per la Commissione la questione è risolta con l'attribuzione di una percentuale di invalidità civile del 75%. Andare o meno alla Commissione Psichiatrica è una fase successiva che non varia la percentuale assegnata.


Per ogni altra informazione, può contattarci telefonicamente al numero 0744 27.46.59.

Nella speranza di aver fornito una risposta chiara ed esaustiva, inviamo cordiali saluti,
Anna Vecchiarini e Pierangelo Cenci
(Assistenti Sociali del Centro per l'Autonomia Umbro)

Salta contenuti del pi� di pagina - A.V.I. Umbria Onlus - C.F.: 01201600556 - Via Papa Benedetto III, 48 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 1950849 - Email: cpa.umbro@aviumbria.org - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformit� agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformit� agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformit� agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0