Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti

È possibile ottenere delle maggiorazioni all'ammontare della pensione di invalidità civile?

Pubblicato il 13/09/2007 - Letto 4650 volte
Buona sera. Vorrei cortesemente sapere se per l'invalidità civile 100% si possono avere delle maggiorazioni mensili a favore degli invalidi civili in situazione particolarmente disagiata e a quanto possono arrivare. Il mio reddito per l'anno 2006 è di 4.899 euro e quello di mio marito è di 7.300 euro, sempre per il 2006. Grazie
Mirela, 31 anni

Risposta

Gentile utente,

in merito al quesito da Lei posto, La informiamo che  la persona con disabilità a cui è stata riconosciuta una invalidità civile del 100%  può beneficiare della "pensione di inabilità".

La legge n. 448/2001 ha previsto la possibilità di ricevere un  incremento dell'importo ("maggiorazione") soltanto in presenza di determinati requisiti personali e reddituali.

Potranno pertanto beneficiare della maggiorazione:

  • gli ultrasessantenni titolari di pensione di invalidità civile;
  • i ciechi assoluti ultrasessantenni titolari di pensione non reversibile;
  • i sordomuti ultrasessantenni titolari di indennità di comunicazione;
  • gli ultrasessantacinquenni invalidi civili totali, già titolari di pensione di inabilità, divenuti, a seguito di trasformazione automatica, titolari di pensione o assegno sociale;
  • gli ultrasettantenni invalidi civili parziali, già titolari di assegno mensile, divenuti, a seguito di trasformazione automatica, titolari di pensione o assegno sociale;
  • gli ultrasessantacinquenni, invalidi civili parziali, già titolari di assegno mensile, divenuti, a seguito di trasformazione automatica, titolari di pensione o assegno sociale purché abbiano una certa contribuzione versata.

La maggiorazione, inoltre, è possibile solo in presenza di determinate condizioni reddituali: per l'anno 2006 il reddito personale dell'avente diritto non deve superare 7.167,55 euro, nel caso in cui l'avente diritto è coniugato, il suo reddito sommato a quello del coniuge non deve superare 12.129,91 euro.

Infine, la legge 388/2000 prevede una maggiorazione alternativa a favore dei titolari di assegno mensile o pensione di invalidità civile con età inferiore a sessantacinque anni, a condizione che la persona titolare:

  • non possieda redditi propri per un importo pari o superiore all'ammontare annuo complessivo dell'assegno sociale e della predetta maggiorazione;
  • non possieda, se coniugata, redditi propri per un importo pari o superiore a quello dell'assegno sociale e della predetta maggiorazione, né redditi, cumulati con quelli del coniuge, per un importo pari o superiore alla somma dell'ammontare annuo dell'assegno sociale comprensivo della predetta maggiorazione e dell'ammontare annuo del trattamento minimo delle pensioni a carico del Fondo pensioni lavoratori dipendenti.


Nella speranza di aver fornito una risposta chiara ed esaustiva, inviamo cordiali saluti,
Servizio di Contact Center del Centro per l'Autonomia Umbro

Salta contenuti del pi� di pagina - A.V.I. Umbria Onlus - C.F.: 01201600556 - Via Papa Benedetto III, 48 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 1950849 - Email: cpa.umbro@aviumbria.org - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformit� agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformit� agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformit� agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0