Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti

Mia figlia ha diritto agli arretrati dell'indennità di frequenza?

Pubblicato il 14/10/2009 - Letto 1914 volte
Ho una bimba di 6 anni alla quale è stata riconosciuta la 104 da quando è nata poiché affetta da Fenilchetonuria, a distanza di 6 anni ho scoperto che la bimba ha diritto ad un assegno di frequenza. Chiedo se può la bimba avere gli arretrati avendo frequentato sia il nido che la scuola materna?
Isabella, 35 anni

Risposta

Gentile Utente,
in merito al quesito da Lei posto, La informiamo che per la richiesta delle prestazioni economiche legate all'invalidità civile (come l'indennità di frequenza) non vige il principio di retroattività, poiché queste vengono erogate a partire dal riconoscimento dell'invalidità stessa. Pertanto, in questo caso, l'indennità di frequenza verrà erogata esclusivamente a partire dall'accertamento dell'invalidità civile da parte della Commissione Medica della ASL di residenza, su istanza della famiglia della bambina. In caso di valutazione positiva, l'erogazione partirà dal mese successivo alla presentazione della domanda, senza tener conto, invece, del momento in cui è insorta la patologia.


Approfondimenti

Scheda Contact Center: Accertamento dell'invalidità civile.


Per ogni altra informazione, può contattarci telefonicamente al numero 0744 27.46.59.

Nella speranza di aver fornito una risposta chiara ed esaustiva, inviamo cordiali saluti,
Anna Vecchiarini e Pierangelo Cenci
(Assistenti Sociali del Centro per l'Autonomia Umbro)

Salta contenuti del pi� di pagina - A.V.I. Umbria Onlus - C.F.: 01201600556 - Via Papa Benedetto III, 48 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 1950849 - Email: cpa.umbro@aviumbria.org - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformit� agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformit� agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformit� agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0