Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti

Il mio datore di lavoro può pretendere una programmazione anticipata dei giorni di permesso 104? Posso assistere più di un familiare?

Pubblicato il 24/02/2009 - Letto 963 volte
A proposito dei permessi sulla L. 10492, sono una dipendente pubblica, curo mia madre affetta da un grave tumore e sono costretta ogni tre giorni a recarmi presso il Crob di Rionero Potenza affrontando 300km di distanza per poter effettuare la chemio e trasfusioni a mia madre, usufruisco dei tre giorni di permesso ma il mio datore di lavoro vuole la programmazione un mese prima perché io faccio i turni, ma la cosa è umanamente impossibile perché gli appuntamenti bisettimanali per la chemio vengono stabiliti di volta in volta dal Crob. Può il mio datore pretenderli? Con mia madre vive una sorella con il 100% di invalidità che anche lei ha bisogno di cure perché è affetta da sindrome dissociativa grave certificata dal Centro Igiene Mentale di Matera essendo un soggetto pericoloso per sé e per gli altri. Posso usufruire anche per mia sorella dei permessi della 104 perché sono l'unica familiare a prendermi cura anche di lei?
Anna, 59 anni

Risposta

Gentile Utente,
in merito ai quesiti da Lei posti, per quanto riguarda il primo La informiamo che i termini di preavviso che il lavoratore deve rispettare per usufruire dei permessi lavorativi non sono disciplinati da alcuna norma. La Giurisprudenza, parlando di «tempi ragionevoli» o «congrui», impedisce qualunque valutazione puntuale sulla tempistica. Resta fermo il diritto della persona ad usufruire del diritto ai permessi che non può essere negato.

In merito al secondo quesito, La informiamo che il Consiglio di Stato ha stabilito che qualora ci siano più familiari con disabilità (con riconoscimento dello stato di handicap in situazione di gravità - articolo 3, comma 3, Legge 104/1992), sia possibile, per il familiare che presta assistenza cumulare più permessi, sempre nel limite massimo di tre giorni per ogni familiare con disabilità rilasciando un'apposita dichiarazione relativa all'impossibilità di prestare assistenza ad entrambi i familiari usufruendo di soli tre giorni di permesso.


Per ogni altra informazione, può contattarci telefonicamente al numero 0744 27.46.59.

Nella speranza di aver fornito una risposta chiara ed esaustiva, inviamo cordiali saluti,
Margherita Di Giorgio e Pierangelo Cenci
(Assistenti Sociali del Centro per l'Autonomia Umbro)

Salta contenuti del pi� di pagina - A.V.I. Umbria Onlus - C.F.: 01201600556 - Via Papa Benedetto III, 48 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 1950849 - Email: cpa.umbro@aviumbria.org - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformit� agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformit� agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformit� agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0