Ricerca avanzata
Men¨
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti

Secondo quale criterio viene attribuita l'assistenza specialistica ad un alunno con disabilitÓ?

Pubblicato il 4/02/2009 - Letto 1062 volte
Sono il padre di una bambina di otto anni affetta da tetraparesi spastica. La bimba frequenta la seconda classe della scuola primaria e le sono state assegnate 11 ore per l'insegnamento di sostegno e 18 ore di assistenza specialistica ma il Comune che eroga quest'ultimo servizio non ha dato la possibilitÓ di gestire il monte ore d'assistenza specialistica in maniera razionale per le esigenze della scolara imponendo un massimo giornaliero di tre ore e lasciando cosý senza affiancamento la piccola per diverse ore settimanali. La richiesta avanzata dal gruppo H di distribuire le ore in oggetto liberamente e senza vincoli non Ŕ stata accolta. Vi chiedo gentilmente se Ŕ possibile far qualcosa per far desistere il Comune. Grazie
felice, 45 anni

Risposta

Gentile Utente,
in merito al quesito da Lei posto, La informiamo che la Nota ministeriale n. 3390 del 30 novembre 2001 prevede esplicitamente che l'assistenza di base, quella educativa e didattica devono źconcorrere tutte insieme alla integrazione della persona disabile secondo un progetto unitario che vede coinvolti tutti gli operatori (dirigenti scolastici, docenti, collaboratori scolastici, genitori, tecnici della riabilitazione ecc.) in un unico disegno formativo che la norma definisce come Piano Educativo Individualizzato (PEI)╗.
Il Dirigente scolastico ha il compito di assegnare al personale educativo assistenziale i compiti necessari per la realizzazione del PEI degli alunni con disabilitÓ.
Pertanto, la variazione del monte ore di assistenza specialistica che Ŕ stato assegnato a Sua figlia deve essere giustificato dagli obiettivi previsti per l'anno scolastico in corso, pena la non conformitÓ con gli obiettivi del PEI e, quindi, la sussistenza di una discriminazione.


Normativa di riferimento

Nota ministeriale n. 3390 del 30 novembre 2001, źAssistenza di base agli alunni in situazione di handicap╗.


Per ogni altra informazione, pu˛ contattarci telefonicamente al numero 0744 27.46.59.

Nella speranza di aver fornito una risposta chiara ed esaustiva, inviamo cordiali saluti,
Margherita Di Giorgio e Pierangelo Cenci
(Assistenti Sociali del Centro per l'Autonomia Umbro)

Salta contenuti del pi´┐Ż di pagina - A.V.I. Umbria Onlus - C.F.: 01201600556 - Via Papa Benedetto III, 48 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 1950849 - Email: cpa.umbro@aviumbria.org - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformit´┐Ż agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformit´┐Ż agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformit´┐Ż agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0