Ricerca avanzata
Men¨
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti

Quali sono i requisiti per accedere alle strutture semiresidenziali e residenziali?

Pubblicato il 25/08/2008 - Letto 793 volte
Vi contatto per sapere quali sono i requisiti per poter usufruire dell'assistenza residenziale e semiresidenziale in convenzione per mia madre che sta per ottenere il riconoscimento dell'invaliditÓ e non Ŕ pi¨ autonoma (patologia invalidante: morbo di Parkinson). Vi ringrazio ed invio cordiali saluti.
Anna Maria, 69 anni

Risposta

Gentile Utente,
in merito al quesito da Lei posto, la valutazione della necessitÓ di un'assistenza residenziale o semi-residenziale per un familiare Ŕ il frutto del parere del medico specialista e della famiglia: Ŕ opportuno capire, infatti, se l'assistenza di cui la persona necessitÓ possa essere fornita presso il domicilio (assistenza domiciliare), possa essere integrata da attivitÓ socio-ricreative (centri diurni - assistenza semi-residenziale), oppure richieda una continuitÓ ed un approccio multidisciplinare proprio di strutture residenziali.

Ciascuna delle suddette forme di assistenza, qualora siano attivate mediante la ASL, richiede specifici iter e valutazioni effettuati dai servizi socio-sanitari.

Per attivare ciascuna delle modalitÓ di assistenza Ŕ necessario rivolgersi all'assistente sociale presente nel Distretto sanitario della ASL della propria cittÓ. Da questa porta di accesso si potranno attivare le opportune valutazioni socio-sanitarie per la scelta della soluzione pi¨ idonea per la persona. La valutazione, al di lÓ delle certificazioni sanitarie in possesso della persona (certificato di invaliditÓ civile, diagnosi, ecc.), tiene in considerazione la condizione di autosufficienza o non autosufficienza della persona e della presenza di figure di riferimento.

Una volta effettuata la valutazione, l'assistente sociale fornirÓ tutte le informazioni necessarie per l'accesso alla tipologia di prestazione individuata: attivazione di ore di assistenza domiciliare, inserimento presso il centro diurno, inserimento presso una struttura residenziale ed eventuale modalitÓ di integrazione della retta.


Nella speranza di aver fornito una risposta chiara ed esaustiva, inviamo cordiali saluti,
Margherita Di Giorgio e Pierangelo Cenci
(Assistenti Sociali del Centro per l'Autonomia Umbro)
Salta contenuti del pi´┐Ż di pagina - A.V.I. Umbria Onlus - C.F.: 01201600556 - Via Papa Benedetto III, 48 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 1950849 - Email: cpa.umbro@aviumbria.org - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformit´┐Ż agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformit´┐Ż agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformit´┐Ż agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0