Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti

Con questa patologia posso richiedere l'invalidità civile?

Pubblicato il 14/09/2012 - Letto 1258 volte
Ho scoperto di avere il Morbo di Crohn nel 2005. Dopo il primo ricovero di 20 giorni sono riuscita a stare bene per tre anni. Poco prima della mia prima gravidanza finita a 6 settimane con aborto spontaneo nell'agosto del 2008 ho avuto piccole ricadute non serie che sembravano curate con cicli di deltacortene. Poi sono rimasta nuovamente incinta ho partorito a luglio 2009 e a settembre già stavo malissimo. pancia gonfia e dolori atroci. Nessun ciclo di cure ha funzionato. A novembre 2011 mi sono operata e mi hanno asportato 30cm di intestino di cui 15 completamente "masticati" dal Crohn. Da allora fisicamente sto meglio ma vado in bagno 5/6 volte al giorno. Non riesco assolutamente a trattenere le feci e mi prendono una sorta di attacchi di panico, ansia e sudorazione (oltre al bisogno assoluto di andare di corpo) se mi trovo in luoghi dove non c'è bagno o se sono impossibilitata ad andarci. La mia cura adesso è solo 4 pastiglie di Mesalazina. Secondo lei ho i requisiti per richiedere l'invalidità?
gloria, 31 anni

Risposta

Gentile Utente,
data la natura della Sua richiesta, La invitiamo a formulare il quesito al Suo medico di famiglia o al medico specialista che La segue per avere un orientamento in merito all'opportunità di procedere o meno con l'accertamento dell'invalidità civile.

Qualora i medici dovessero darLe un parere positivo, Lei potrà procedere alla domanda di invalidità civile come indicato nelle Schede Contact Center del nostro archivio.

Precisiamo, infine, che l'accertamento dell'invalidità civile è una valutazione complessa e la percentuale che ne deriva non è la semplice attribuzione del valore della patologia espresso nella «Tabella indicativa delle percentuali d'invalidità per le minorazioni e malattie invalidanti» (di cui al Decreto Ministeriale del 5 febbraio 1992), ma è frutto di un complesso calcolo che tiene conto delle conseguenze della stessa nelle principali attività di vita quotidiana.


Cordiali Saluti,
Anna Vecchiarini e Pierangelo Cenci,
Servizio di Contact Center del Centro per l'Autonomia Umbro

Salta contenuti del pi� di pagina - A.V.I. Umbria Onlus - C.F.: 01201600556 - Via Papa Benedetto III, 48 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 1950849 - Email: cpa.umbro@aviumbria.org - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformit� agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformit� agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformit� agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0