Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti

Per ricevere la pensione di inabilità devo necessariamente smettere di lavorare?

Pubblicato il 18/04/2008 - Letto 2817 volte
Ho 33 anni; sono stata riconoscita invalida civile al 100% con indennità di accompagnamento, disabile ex art. 3 comma 3 legge 104/92 e inabile al lavoro. Sono da 6 anni titolare di una impresa individuale di pulizie e iscritta nel registro dei praticanti avvocati abilitati al patrocinio (non sono però iscritta alla cassa forense). Vorrei cortesemente sapere se oltre all'accompagnamento posso richiedere all'Inps la pensione di inabilità e la pensione di invalidità. E se si quali moduli occorrono. Inoltre per avere lapensione di inabilità devo chiudere l'impresa che ho e cancellarmi dal registro dei praticanti abilitati al patrocinio?Grazie e distinti salutiEleonora
Eleonora, 33 anni

Risposta

Gentile Utente,
in merito al quesito da Lei posto, riteniamo che per poterLe dare una risposta personalizzata ed esaustiva sia necessario per noi conoscere maggiori dettagli circa la Sua condizione di salute. Infatti, dalla Sua e-mail non appare chiaro il motivo per il quale Lei abbia intenzione di smettere di lavorare. Lei cita due prestazioni economiche differenti: la pensione di inabilità per gli invalidi civili che già percepisce, in quanto ha il riconoscimento dell'invalidità civile pari al 100%; l'erogazione di questa prestazione, di per sé, non Le impedisce di continuare a lavorare. Per quanto riguarda l'altra pensione cui fa riferimento, è necessario conoscere la Sua posizione contributiva presso l'INPS, in quanto è una pensione che viene erogata alle seguenti condizioni:
•condizione di disabilità, accertata dal medico dell'INPS, che provochi una riduzione permanente di due terzi della capacità di lavoro, in occupazioni confacenti alle attitudini del lavoratore;
•un'anzianità contributiva di almeno cinque anni, di cui almeno tre versati nei cinque anni precedenti la domanda di pensione;
•l'assicurazione presso l'INPS da almeno cinque anni.

Questa è la condizione generale prevista dalla legge. Ovviamente, ogni persona ha la propria storia e le proprie motivazioni personali.


Nella speranza di aver fornito una risposta chiara ed esaustiva, inviamo cordiali saluti,
Margherita Di Giorgio e Pierangelo Cenci
(Assistenti Sociali del Centro per l'Autonomia Umbro)

Salta contenuti del pi� di pagina - A.V.I. Umbria Onlus - C.F.: 01201600556 - Via Papa Benedetto III, 48 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 1950849 - Email: cpa.umbro@aviumbria.org - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformit� agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformit� agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformit� agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0