Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti

Indennità di accompagnamento post mortem

Pubblicato il 28/09/2011 - Letto 5154 volte
Mio marito Bruno è venuto a mancare nel giro di 15 giorni il 1° agosto 2011, per cirrosi epatica HCV correlata - epatocarcinoma. Da marzo dello scorso anno percepiva l'assegno ordinario di invalidità erogato dall'INPS di Euro 237.00 e lavorava part-time 30 ore settimanali presso un canile. Ad aprile 2011 ha presentato domanda per l'invalidità civile. Fatta la visita, la domanda è rimasta in sospeso per ulteriore visita epatologica. Quando è mancato ho avvisato la ASL della cosa e mi hanno consigliato di portare ulteriore documentazione (cartella clinica) perché forse avevo diritto a 4 mesi di indennità di accompagnamento POST MORTEM. Ad oggi ho recuperato dall'INPS il verbale dell'ASL con la seguente valutazione "INVALIDO CON TOTALE e permanente INABILITÀ LAVORATIVA 100% art. 2 e 12 L. 118/71". Posso ricorrere contro questo verbale? Che cosa mi aspetta effettivamente. Prendo comunque la reversibilità pari a Euro 89,00 mensili perché lavoro e guadagno 22.000 Euro l'anno. Ho diritto a qualcosa d'altro. Grazie in anticipo.
teresa, 55 anni

Risposta

Gentile Utente,
in merito al quesito da Lei posto, La informiamo che è possibile percepire gli arretrati dell'indennità di accompagnamento di un congiunto deceduto, dal giorno della presentazione della domanda fino alla data del decesso.

Tuttavia, è necessario che sia stata riconosciuta l'indennità di accompagnamento. Nella Sua e-mail, Lei riferisce che Le hanno consigliato di fare ricorso contro il verbale di Suo marito che attribuiva solo il 100%. Naturalmente questa potrebbe essere una possibilità, ma deve discuterne, in primo luogo, con il Suo medico.


Per ogni altra informazione, può contattarci telefonicamente al numero 0744 27.46.59. Le ricordiamo che il Servizio di Contact Center è aperto dal Lunedì al Venerdì dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle ore 15.30 alle ore 18.00.

Nella speranza di aver fornito una risposta chiara ed esaustiva, inviamo cordiali saluti,
Anna Vecchiarini e Pierangelo Cenci
(Assistenti Sociali del Centro per l'Autonomia Umbro)

Salta contenuti del pi� di pagina - A.V.I. Umbria Onlus - C.F.: 01201600556 - Via Papa Benedetto III, 48 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 1950849 - Email: cpa.umbro@aviumbria.org - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformit� agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformit� agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformit� agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0