Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti
Sei in: Homepage » News »

Petizione per i LEA. Appuntamento alla Camera dei Deputati il 10 ottobre 2012

Pubblicato il 19/09/2012 - Letto 1603 volte
La Petizione Popolare Nazionale promossa dalla Fondazione Promozione Sociale di Torino, che ha lo scopo di garantire il diritto pienamente esigibile alle prestazioni socio-sanitarie semiresidenziali e residenziali, verrà presentata in una conferenza il 10 ottobre prossimo presso la Sala Aldo Moro di Palazzo Montecitorio a cura della Presidenza della Camera dei Deputati e della XII Commissione Affari sociali della Camera. È prevista la partecipazione anche dei Ministri alla Salute Renato Balduzzi e al Lavoro e alle Politiche sociali Elsa Fornero.

A fine luglio abbiamo dato la notizia che la FISH Umbria ONLUS (Federazione Italiana per il Superamento dell'Handicap) ha aderito alla Petizione Popolare Nazionale promossa dalla Fondazione Promozione Sociale di Torino, che ha lo scopo di garantire il diritto pienamente esigibile alle prestazioni socio-sanitarie semiresidenziali e residenziali ad oltre un milione di italiani (leggi qui la news).

Ricordiamo che il merito della Petizione è duplice: da un lato, l'impegno per la salvaguardia e l'ammodernamento dei Livelli Essenziali di Assistenza (LEA) è, oggi più che mai, un tema pregnante e centrale, anche a seguito del Decreto Legge n. 158 del 13 settembre 2012, il cosiddetto «Decreto Balduzzi» (di cui abbiamo parlato qui). Dall'altro, è la prima e unica petizione della storia repubblicana del nostro paese ad aver suscitato l'interesse del Parlamento, il quale, infatti, l'ha recepita.

A seguito della petizione, infatti, l'11 luglio scorso, la Commissione Affari sociali della Camera ha approvato all'unanimità una risoluzione presentata dall'Onorevole Mimmo Lucà che «[…] impegna il Governo ad assumere le iniziative necessarie per assicurare la corretta attuazione e la concreta esigibilità delle prestazioni sanitarie e delle cure socio-sanitarie, previste dai LEA […]» (leggi qui la Risoluzione n. 8-00191 file in PDF).

A poco meno di due mesi da quella segnalazione, annunciamo che, il 10 ottobre 2012, presso la Sala Aldo Moro di Palazzo Montecitorio (ore 15.00-16.30), la Presidenza della Camera dei Deputati, in collaborazione con il Comitato per la promozione della Petizione popolare nazionale, organizzerà una presentazione pubblica della Risoluzione n. 8-00191, allo scopo di valorizzare il ruolo che può svolgere la partecipazione democratica dei cittadini nei confronti delle istituzioni.

In questo caso, in particolare, la sollecitazione della cittadinanza nasca affinché il Parlamento e il Governo si attivino per rispondere all'emergenza che riguarda oltre un milione di italiani (e i loro congiunti) con patologie croniche invalidanti, di cui la maggior parte è costituita da persone anziane e persone con Alzheimer o altre forme di demenza.


Come si svolgerà la Conferenza

Il Presidente della Camera dei Deputati Gianfranco Fini aprirà i lavori, che saranno coordinati dal Presidente della XII Commissione affari sociali Giuseppe Palombo. È previsto l'intervento del relatore della proposta Mimmo Lucà e della prima firmataria della Petizione popolare nazionale Maria Grazia Breda, a nome del Comitato promotore.

Sono già state inoltrate richieste di intervento al Ministro della salute Renato Balduzzi e al Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Elsa Fornero.

Rispetto al proprio intervento, Maria Grazia Breda afferma: «[…] Il mio intervento (10 minuti) punterà a sottolineare come la risoluzione del Parlamento impegni anche le Regioni e gli Enti locali al rispetto degli obblighi di legge previsti dai Lea e a stanziare, quindi, prioritariamente le risorse disponibili per rispondere ai bisogni indifferibili delle persone non autosufficienti. Al riguardo citerò brevemente alcune sentenze recenti che, grazie alle norme sui LEA, hanno garantito a singoli cittadini e/o ad associazioni di tutela e/o di volontariato di ottenere le prestazioni socio-sanitarie a cui avevano diritto […]».

L'organizzazione della conferenza è in capo alla Segreteria della Presidenza della Camera dei Deputati; le procedure istituzionali sono molto rigide, a partire dal tempo assai circoscritto della durata della conferenza stessa e dal limite dei posti della sala Aldo Moro (massimo 70 posti).

Concludiamo con le parole di Maria Grazia Breda: «[...] È quanto mai necessaria la presenza dei rappresentanti delle amministrazioni pubbliche e private, delle organizzazioni sociali, delle associazioni e delle personalità che hanno aderito alla petizione sui Lea: è indispensabile trasmettere un segnale di partecipazione attiva e convinta; far sentire che "dietro l'adesione scritta" ci sono le persone, le organizzazione che quotidianamente devono fare i conti con la drammaticità di chi vive la non autosufficienza: come amministratori, associazioni di tutela, operatori dei servizi sanitari e socio-sanitari, gestori dei servizi socio assistenziali, ma altresì come magistrati, professori universitari, ricercatori e studiosi delle politiche sanitarie e sociali […]».

Per ogni comunicazione e informazione aggiuntiva sull'organizzazione della Conferenza, si prega di inviare un'e-mail a: info@fondazionepromozionesociale.it.

Salta contenuti del pié di pagina - M.O.S.A.I.C. cooperativa sociale - P.IVA: 01251410559 - Via Giovanni XXIII, 25 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 274659 - Fax: +39 0744 274659 - Email: web@cpaonline.it - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformità agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformità agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformità agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0