Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti
Sei in: Homepage » News »

Il «Decreto Balduzzi» è stato approvato

Pubblicato il 14/09/2012 - Letto 1651 volte
Con la firma del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il testo del disegno di legge del Ministro alla Salute Renato Balduzzi è diventato Decreto Legge. Come preannunciato la settimana scorsa, dal Decreto è stato tolto ogni riferimento al Programma Nazionale per la Non Autosufficienza, tuttavia rimane il riferimento all'aggiornamento dei Livelli Essenziali di Assistenza (LEA).

Quello che è passato alla cronaca come «Decreto Balduzzi» è diventato, dopo la firma del Capo dello Stato Giorgio Napolitano, il Decreto Legge n. 158 del 13 settembre 2012, in vigore da Venerdì 14 settembre (leggi qui il testo, collegamento alla Gazzetta Ufficiale).

Fino a quanto le Camere non lo convertiranno in legge ordinaria, è questo il testo da conoscere.

Come avevamo scritto la settimana scorsa, dal testo proposto dal Ministro alla Salute Renato Balduzzi, già in sede di Consiglio dei Ministri, era stato eliminato ogni riferimento al Programma Nazionale per la Non Autosufficienza (di cui avevamo detto in questo focus).

Questa eliminazione - giustificata dalla volontà di predisporre un testo a parte per l'argomento legato alla non autosufficienza - non è stata gradita dalla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell'Handicap), la quale, tramite un comunicato stampa, ha espresso forte perplessità: «[…] "C'era anche un'altra aspettativa! - [il comunicato riporta le parole del Presidente Pietro Barbieri, N.d.R.] - […] è il tema della politiche per la non autosufficienza e della disabilità più volte rilanciato come oggetto di nuove politiche e di nuovi servizi". Nel Decreto - [continua il comunicato, N.d.R.] - contrariamente alle attese, non vi è cenno alla riorganizzazione dei servizi per la non autosufficienza e, più in generale, sulla disabilità che pur è stata considerata nelle analisi degli ultimi mesi un aspetto significativo per riqualificare la spesa pubblica e per garantire livelli essenziali di assistenza sociale in modo omogeneo su tutto il territorio nazionale […]» (leggi qui il comunicato).

In ogni caso, nel Decreto Legge rimane il riferimento all'aggiornamento dei Livelli Essenziali di Assistenza (LEA) con particolare riferimento alle persone affette da malattie croniche, da malattie rare, nonché da ludopatia: l'articolo 5 del testo prevede che entro il 31 dicembre 2012, un Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM), su proposta del Ministro della Salute (di concerto con il Ministro dell'Economia e d'intesa con la Conferenza Stato-Regioni), dovrà provvedere all'aggiornamento dei LEA, con prioritario riferimento alla riformulazione degli elenco delle malattie croniche e delle malattie rare, al fine di assicurare il bisogno di salute, l'equità nell'accesso all'assistenza, la qualità delle cure e la loro appropriatezza riguardo alle specifiche esigenze.

La norma richiama la procedura che fu prevista con la Legge n. 405/2001, in attuazione della quale è stato emanato il DPCM del 29 novembre 2001, il testo, fino ad oggi, più importante dei LEA, dalla loro introduzione nel lontano 1992.

La stessa procedura richiamata servirà anche ad aggiornare i LEA relativamente alle prestazioni di prevenzione cura e riabilitazione delle persone affette da dipendenza da gioco d'azzardo patologico.

Salta contenuti del pié di pagina - M.O.S.A.I.C. cooperativa sociale - P.IVA: 01251410559 - Via Giovanni XXIII, 25 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 274659 - Fax: +39 0744 274659 - Email: web@cpaonline.it - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformità agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformità agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformità agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0