Ricerca avanzata
Men¨
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti
Sei in: Homepage » News »

IndennitÓ di accompagnamento: ipotesi di tagli per la manovra anticrisi che si deciderÓ in queste settimane

Pubblicato il 19/05/2010 - Letto 2693 volte
In queste settimane il Governo dovrÓ varare una manovra anticrisi di circa 28 miliardi di euro per il biennio 2011-2012. Anche se il ministro Tremonti durante la conferenza stampa a Bruxelles, ha assicurato che la riduzione della spesa pubblica verrÓ fatta źsenza intaccare i diritti e i bisogni dei cittadini╗, da alcune indiscrezioni sembra che siano state avanzate delle ipotesi di taglio sull'indennitÓ di accompagnamento. La FISH nazionale esprime preoccupazione per le sorti dell'unica forma certa, seppure consistente in una cifra irrisoria, del sistema assistenziale in Italia.

Il ministro della salute Ferruccio Fazio sostiene che sarÓ inevitabile agire sul settore sanitario, che rappresenta l'80% dei bilanci regionali, ma le associazioni aderenti alla FISH sono preoccupate che si vada a incidere sulla sanitÓ in maniera indiscriminata e non sugli sprechi che riguardano la sanitÓ. La lotta politica contro il fenomeno dei falsi invalidi rischia di diventare un pretesto per giustificare tagli selvaggi: se le pensioni di invaliditÓ sono aumentate del 25,5% negli ultimi 5 anni, non Ŕ per l'assenza di controlli, ma per l'invecchiamento della popolazione e il progressivo impoverimento delle famiglie italiane. Se si andasse realmente a sottrarre fondi all'indennitÓ legando l'accesso al reddito, ne risentirebbero le persone con grave disabilitÓ.

Il presidente FISH Pietro Barbieri, afferma che la Federazione Ŕ disposta a offrire tutta la collaborazione necessaria a valutare i provvedimenti, iniziando da un'analisi degli sprechi e della inappropriatezza di alcuni interventi destinati alle persone con disabilitÓ. Tuttavia Ŕ decisa a contrastare in ogni maniera necessaria una misura che, in nome della crisi, andrebbe a gravare pesantemente sulla vita di persone che quotidianamente affrontano discriminazioni e violazioni dei loro diritti, per tale ragione tutte le associazioni aderenti alla FISH e alla FAND potrebbero essere chiamate ad una mobilitazione a livello nazionale nelle prossime settimane.

Salta contenuti del pi´┐Ż di pagina - A.V.I. Umbria Onlus - C.F.: 01201600556 - Via Papa Benedetto III, 48 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 1950849 - Email: cpa.umbro@aviumbria.org - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformit´┐Ż agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformit´┐Ż agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformit´┐Ż agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0