Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti

Sostegno scolastico medicalizzato? Nocera: «Disinformazione, madre di notizie e giudizi errati»

Pubblicato il 22/10/2015 - Letto 1191 volte
Si riporta il commento di Salvatore Nocera rispetto alle recenti critiche da parte dell'ANIEF e da altri soggetti rispetto alla riforma della formazione degli e delle insegnanti di sostegno. Ancora una volta la questione riguarda la presunta "deriva" più o meno sanitaria della figura dell'insegnante di sostegno e, ancora una volta, Nocera difende la posizione assunta da FISH o FAND.

Sembrava che la querelle in merito alla riforma della formazione degli e delle insegnanti di sostegno, all'interno della più ampia riforma della scuola, fosse terminata. Ricordiamo che la FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell'Handicap) e la FAND (Federazione Associazioni Nazionali Disabili) avevano presentato alla Camera dei Deputati la Proposta di Legge AC 2444, recante una serie di princìpi che, grazie a varie audizioni, sono stati recepiti nell'articolo 181, lettera C, della Legge n. 107 del 13 luglio 2015 [link a sito esterno] (la cosiddetta «buona scuola»).

Una volta recepiti gli orientamenti della Proposta di Legge, FISH e FAND - all'interno dell'Osservatorio per l'Integrazione Scolastica del Ministero - hanno chiesto che essi vengano inseriti nello specifico Decreto legislativo che il Governo è delegato ad adottare (entro diciotto mesi dall'entrata in vigore della Legge) al fine di provvedere al riordino, alla semplificazione e alla codificazione delle disposizioni legislative in materia di istruzione, così come previsto dall'articolo 180 della Legge n. 107/2015.

Un po' a sorpresa, qualche giorno fa, un comunicato dell'ANIEF (Associazione Sindacale Professionale) ha riacceso le proteste: «SCUOLA - Sostegno agli alunni disabili, il Governo vuole introdurre il docente-medico: no del sindacato, sarebbe un grave errore». Sempre in questi giorni, inoltre, girerebbero voci che sostengono che la Legge n. 107/2015 vorrebbe addirittura abolire il/la docente per il sostegno, nonché che intenda trasformare i/le docenti per il sostegno in figure "sanitarie" o "para-sanitarie".

Salvatore Nocera, presidente nazionale del Comitato dei Garanti della FISH e già vicepresidente nazionale della Federazione, così ha commentato: «Solo la mancata conoscenza di quanto abbiamo scritto e detto o il voluto travisamento delle nostre idee può essere la spiegazione di tanta disinformazione ed errate notizie, sparse con articoli di stampa e comunicati vari».

La notizia diffusa dall'ANIEF e da altre fonti, quindi, è priva di qualsiasi fondamento giuridico. Nocera spiega che la proposta - che è stata sostenuta in dibattiti pubblici con esperti del settore della pedagogia speciale come Dario Ianes, Luigi D'Alonzo e Alain Goussot, oltreché sulla testata «Orizzonte Scuola» e anche con numerosi/e docenti per il sostegno e i loro coordinamenti - non ha mai avuto l'idea di introdurre il/la "docente-medico" o di volere abolire il/la docente per il sostegno.

In merito al contenuto della Proposta di Legge, si rimanda a quanto scritto in queste pagine. Le posizioni di FISH e FAND, inoltre, sono rinvenibili su numerose testate giornalistiche e su numerose pubblicazioni, come ad esempio la recente nuova edizione del libro L'evoluzione dell'insegnante di sostegno. Verso una didattica inclusiva di Dario Ianes.

Nocera, quindi, invita l'ANIEF e gli altri detrattori delle proposte di FISH e FAND a dimostrare da dove si possa desumere la presunta trasformazione dei docenti per il sostegno in figure "sanitarie" o "para-sanitarie".

Si ricorda, infine, che il 14 novembre prossimo a Rimini, all'interno della decima edizione del tradizionale convegno internazionale La Qualità dell'integrazione scolastica e sociale, organizzato dal Centro Studi Erickson, si svolgerà una tavola rotonda su questo tema e sarà quella un'ulteriore occasione per chiarire le posizioni di FISH e FAND e smentire notizie errate.

Salta contenuti del pié di pagina - M.O.S.A.I.C. cooperativa sociale - P.IVA: 01251410559 - Via Giovanni XXIII, 25 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 274659 - Fax: +39 0744 274659 - Email: web@cpaonline.it - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformità agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformità agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformità agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0