Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti

Assistenza scolastica: i fondi ci sono, ma le Province lo sanno?

Pubblicato il 4/09/2015 - Letto 1234 volte
La Legge n. 125/2015 ha predisposto lo stanziamento di 30 milioni di Euro per garantire l'assistenza alla comunicazione ed il trasporto scolastico degli alunni e delle alunne con disabilità. Con il Decreto Ministeriale del 19 agosto 2015 è stata fissata per il 10 settembre la data ultima entro cui Province e Città Metropolitane devono far richiesta per tale contributo, al fine di garantire i servizi. Ma le Province e le Città Metropolitane, ne sono a conoscenza? Le associazioni delle persone con disabilità - tra cui la FISH Umbria ONLUS - si stanno muovendo per "ricordare" tale scadenza a chi di competenza, come "suggerito" dall'Osservatorio Scolastico dell'AIPD.

La Legge n. 125 del 6 agosto 2015 [link esterno] ha predisposto un fondo di 30 milioni di Euro per garantire i servizi di supporto scolastico in relazione alle «esigenze relative all'assistenza per l'autonomia e la comunicazione personale degli alunni con handicap fisici o sensoriali, di cui all'articolo 13, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, e per le esigenze di cui all'articolo 139, comma 1, lettera c), del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112» (articolo 8, comma 13-quarter, della Legge n. 125/2015) a cui Province e Città Metropolitane dovranno attingere per garantire tali servizi di supporto scolastico.

Con il successivo Decreto Ministeriale del 19 agosto 2015 [link esterno], il Ministero ha stabilito che Province e Città Metropolitale dovranno inoltrare la richiesta del contributo necessario a garantire i servizi di supporto scolastico - secondo quanto segnalato, a loro volta, dalle scuole - entro Giovedì 10 settembre.

Come hanno ricordato Salvatore Nocera (già vice-Presidente della FISH nazionale) e Nicola Tagliani dell'Osservatorio Scolastico dell'Associazione Italiana Persone Down (AIPD) «è particolarmente importante che tale informazione trovi la maggior diffusione possibile affinché le famiglie verifichino presso le scuole che queste ultime abbiano inviato le richieste per tale assistenza alle proprie Province o Città Metropolitane. E naturalmente le scuole che ancora non lo abbiano fatto dovrebbero inviare immediatamente le richieste delle figure che dovranno occuparsi di tali servizi, sempre alle proprie Province o Città Metropolitane, in modo che queste ultime possano chiedere al Ministero dell'Interno i fondi realmente necessari entro il termine stabilito del 10 settembre» come apprendiamo dall'articolo «Assistenza scolastica: il giusto percorso di quei fondi» [link esterno] pubblicato su Superando.it.

Tuttavia, lo stesso Osservatorio scolastico, ha diffuso un messaggio seriamente preoccupante dal quale apprendiamo che «alcune Province e Città Metropolitane non conoscono assolutamente quel Decreto Ministeriale né la procedura di richiesta né la scadenza del 10 settembre! Il rischio è quindi che se esse non presenteranno entro i termini le richieste per accedere al fondo, si troveranno poi in difficoltà a garantire i servizi di trasporto e assistenza agli alunni con disabilità frequentanti gli istituti superiori nel prossimo anno scolastico» come riportato nell'articolo «Ma le Province lo sanno? Meglio verificare subito!» [link esterno], pubblicato su Superando.it.

La FISH Umbria ONLUS, come suggerito dallo stesso Osservatorio Scolastico, si è immediatamente attivata inviando questa lettera [file pdf] ai due Presidenti delle Province di Terni e Perugia, per chiedere conto e sapere se il contributo economico necessario a garantire l'assistenza all'autonomia e alla comunicazione ed il trasporto scolastico degli alunni e delle alunne degli istituti superiori è stato già richiesto al Ministero e se si sta provvedendo in tal senso.

Salta contenuti del pié di pagina - M.O.S.A.I.C. cooperativa sociale - P.IVA: 01251410559 - Via Giovanni XXIII, 25 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 274659 - Fax: +39 0744 274659 - Email: web@cpaonline.it - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformità agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformità agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformità agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0