Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti
Sei in: Homepage » News »

28 agosto 2015. Sport paralimpico e "notte bianca" a Sigillo con anteprima a Gubbio

Pubblicato il 28/08/2015 - Letto 1122 volte
A Sigillo e a Gubbio (PG) il 28 agosto 2015 si è tenuta la «notte bianca dello sport paralimpico», evento che - come ha ricordato l'Assessore Paparelli - «afferma pari dignità tra i valori dello sport». Presenti, tra gli altri, Jenny Narcisi e Giorgio Farroni, rispettivamente medaglia di bronzo e medaglia d'argento ai mondiali di Nottwil, Luca Panichi, campione paralimpico di scalata ciclistica in carrozzina, e Leonardo Cenci, presidente dell'Associazione Avanti Tutta ONLUS.

La «notte bianca dello sport paralimpico a Sigillo» è una manifestazione che - come ha ribadito il Vice presidente nonché Assessore regionale Fabio Paparelli (che, tra le altre deleghe, ha anche quella allo sport) durante la cerimonia di inaugurazione - «afferma pari dignità tra i valori dello sport e l'uguaglianza di diritti nell'attività sportiva, senza pregiudizi».

La «notte bianca», in programma il 28 agosto alle 21.30 a Sigillo, ha avuto una sorta di "anteprima", lo stesso giorno, a Gubbio alle ore 18.30. Erano presenti alla iniziativa anche i rappresentanti delle due Amministrazioni comunali (Sigillo e Gubbio), il presidente del Comitato Italiano Paralimpico dell'Umbria (CIP), Francesco Emanuele e il presidente del Comitato Olimpio Nazionale Italiano regionale (CONI), Domenico Ignozza.

Sempre dalle parole di Paparelli, si apprende che «la Regione continuerà ad investire nella promozione dell'attività fisica e motoria a tutti i livelli e a partire dalla giovani generazioni, come documenta il progetto avviato insieme al CONI e al CIP umbro nelle scuole primarie dell'Umbria».

Da parte del CIP, Emanuele si è detto fortunato per l'impegno nell'ambito del movimento paralimpico, che lo ha portato a conoscere e ad avere rapporti «straordinari» con enti, associazioni, istituzioni e sostenitori privati. Ha evidenziato, inoltre, come «la manifestazione si sia sempre più affermata nel corso degli anni», rappresentando «una ulteriore occasione di crescita attraverso lo sport».

Il presidente del CONI regionale Ignozza ha evidenziato «come quest'anno la duplice ubicazione dell'iniziativa abbia comportato un grande sforzo organizzativo. Il movimento sportivo umbro - ha affermato - è vicino al movimento sportivo paralimpico, perché lo sport è un diritto e non ammette differenze, nel segno della piena integrazione fra le persone».

Testimonial dell'iniziativa i due atleti provenienti dai recenti mondiali di ciclismo paralimpico a Nottwil (Svizzera): Jenny Narcisi (medaglia di bronzo) e Giorgio Farroni (medaglia d'argento). Presente anche Luca Panichi, campione paralimpico di scalata ciclistica in carrozzina, e Leonardo Cenci, presidente dell'Associazione Avanti Tutta ONLUS. Nell'"anteprima" di Gubbio, per la prima volta, a rappresentare l'attività paralimpica è stata presente anche la nazionale italiana di Sitting Volley.

Jenny Narcisi, nel corso della cerimonia di inaugurazione, inoltre, ha ricevuto una simbolica premiazione: «umbra di adozione - ha detto Paparelli nel corso della consegna del premio - Jenny è portatrice dei grandi valori dello sport umbro. Per noi è un onore averla qui ospite e tra i testimonial della notte bianca. Attraverso questo premio vogliamo attestarle l'affetto dei cittadini umbri per i campioni dello sport che, come lei, portano in alto il nome dell'Umbria».

Tante le discipline sportive praticate nel corso della notte bianca: hand-bike, danza sportiva in carrozzina, equitazione, tiro a segno e con l'arco, equitazione, arrampicata sportiva, arti marziali, calcio balilla, agility dog e palla a mano in carrozzina.

Durante la presentazione di inaugurazione, Paparelli ha tenuto a sottolineare che verrà rifinanziato il bando per l'abbattimento delle barriere architettoniche nell'impiantistica sportiva. A questo proposito, facciamo notare che, come per coincidenza, la notte bianca dello sport paralimpico si è svolta, per quanto riguarda Gubbio, lo stesso giorno in cui è apparsa sul Corriere dell'Umbria ("Troppe barriere architettoniche. Città inaccessibile per i disabili") la denuncia da parte del Consigliere di maggioranza comunale Mirko Pompei (Libertà e democrazia) delle troppe barriere architettoniche che presenta la cittadina umbra. Pompei ha presentato alla Giunta eugubina un atto - "Piano di eliminazione della barriere architettoniche" - con l'invito alla Giunta di attuare tale piano e di dotarsi dello strumento di gestione urbanistica per «agevolare azioni atte a garantire la qualità della vita e la realizzazione sociale di tutti nel pieno rispetto delle diversità».

Parole in sintonia con la Convenzione delle Nazioni Unite sui Diritti delle Persone con Disabilità (documento che infatti Pompei cita) e che ben si addicono anche allo spirito dell'iniziativa.

Salta contenuti del pié di pagina - M.O.S.A.I.C. cooperativa sociale - P.IVA: 01251410559 - Via Giovanni XXIII, 25 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 274659 - Fax: +39 0744 274659 - Email: web@cpaonline.it - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformità agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformità agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformità agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0