Ricerca avanzata
Men
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti

Gruppo Agenda 22 sull'erogazione di contributi pubblici per eventi culturali, ricreativi e sportivi

Pubblicato il 15/05/2010 - Letto 2642 volte
Il 12 maggio 2010 si svolta la seconda riunione sui temi di Agenda 22 nella sala del Consiglio provinciale di Terni. La FISH Umbria ONLUS ha presentato la Proposta di integrazione ai regolamenti che disciplinano le modalit di erogazione dei contributi pubblici per eventi culturali ricreativi e sportivi, al fine di garantire il diritto all'accessibilit e alla mobilit delle persone con disabilit. Al gruppo di lavoro, coordinato dall'Assessore provinciale alle politiche sociali Marcello Bigerna, hanno partecipato i Comuni di Terni e di Orvieto e la ASL n. 4 di Terni.

Secondo la proposta presentata dalla FISH Umbria, il patrocinio ed i contributi/finanziamenti da parte dell'Amministrazione provinciale per eventi culturali ricreativi e sportivi dovrebbero essere erogati in funzione del rispetto dei vincoli di legge in materia di superamento ed eliminazione delle barriere architettoniche, per migliorare la qualit di vita di tutti i cittadini. La Convenzione Internazionale sui Diritti delle Persone con Disabilit all'articolo 30 considera un diritto fondamentale l'accesso a luoghi di attivit culturali, come teatri, musei, cinema, biblioteche e servizi turistici, e, per quanto possibile, monumenti e siti importanti per la cultura nazionale.

Dopo la presentazione della proposta sono state sollevate alcune osservazioni in merito al fatto che il diritto all'accessibilit e alla mobilit debbano essere garantiti soprattutto nei servizi essenziali (quelli forniti dal Comune o dalla ASL). stato richiesto, dunque, che le modifiche da apportare alle delibere abbiano un'introduzione che solleciti i Comuni della provincia di Terni a garantire prioritariamente questo aspetto.

stato precisato che l'accessibilit dei servizi pubblici gi prevista dalla legge, mentre viene troppo spesso trascurata l'importanza di garantire il diritto delle persone con disabilit nella partecipazione di eventi sportivi, culturali e ricreativi, elemento non marginale per i raggiungimento del benessere delle persone con disabilit.

Al termine dell'incontro, dunque, sono stati stabiliti tre punti da elaborare in vista della riunione successiva, prevista per il 10 giugno:

  • una premessa alla proposta che ribadisca che il diritto all'accessibilit e alla mobilit per la partecipazione ad eventi culturali, ricreativi e sportivi, vanno a maggior ragione garantiti per i servizi essenziali;
  • una mappatura delle strutture pubbliche per produrre una sorta di anagrafe provinciale delle strutture accessibili;
  • una griglia di valutazione sull'accessibilit degli edifici che ospiteranno l'evento culturale, ricreativo o sportivo, che possa essere compilata dai soggetti pubblici e privati per richiedere i contributi ( stato precisato che sia gli enti pubblici, che le associazioni o enti privati possono avvalersi della consulenza del Centro per l'Autonomia Umbro per la valutazione dell'accessibilit della sede dell'evento).
Salta contenuti del pi� di pagina - A.V.I. Umbria Onlus - C.F.: 01201600556 - Via Papa Benedetto III, 48 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 1950849 - Email: cpa.umbro@aviumbria.org - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformit� agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformit� agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformit� agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0