Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti

Il Comune approva il Protocollo d'Intesa per la somministrazione dei farmaci a scuola

Pubblicato il 18/04/2015 - Letto 1527 volte
La Giunta Comunale di Terni, con la Delibera n. 105/2015, ha recentemente approvato e fatto proprio il Protocollo d'Intesa stipulato tra Comune di Terni, Distretto n. 1 della USL Umbria n. 2 e Ufficio Scolastico Regionale, per la somministrazione dei farmaci agli alunni e alle alunne, durante l'orario scolastico. L'obiettivo del protocollo è quello di garantire il diritto allo studio, favorendo un'esperienza scolastica e serena a tutti e tutte.

Con la Delibera della Giunta Comunale n. 105 del 10 aprile 2015, il Comune di Terni ha approvato e fatto proprio il Protocollo d'Intesa per la somministrazione dei farmaci a scuola, stipulato tra il Comune di Terni, il Distretto n. 1 della USL Umbria n. 2 e l'Ufficio Scolastico Regionale dell'Umbria.

Il Protocollo d'Intesa nasce con l'obiettivo di garantire a tutti gli alunni e a tutte le alunne un'esperienza scolastica serena, nel pieno rispetto del diritto allo studio. Con tale Protocollo, inoltre, si intende "regolamentare in modo unitario percorsi di informazione/formazione e d'intervento in tutti i casi in cui, in orario scolastico, si registri la necessità di somministrare i farmaci sulla base della certificazione del Pediatra di Libera Scelta (PLS)/Medico di Medicina Generale (MMG)/Specialista Ospedaliero e Extra-Ospedialero."

Il Protocollo regolamenta così la somministrazione all'alunno o all'alunna, durante l'orario scolastico, di farmaci salvavita o indispensabili, per cui non è richiesta una specifica competenza da parte degli operatori scolastici. La somministrazione - si legge nel Protocollo - può essere sia quotidiana (e dunque programmata) o legata a situazioni di emergenza.

Il Protocollo d'Intesa si estende a tutte le scuole dell'infanzia, a tutte le scuole primarie e secondarie di primo grado, ai nidi d'infanzia, ai centri per bambini e bambine e alle sezioni ponte presenti nel Comune di Terni.

Per la somministrazione dei farmaci durante l'orario scolastico, è stata individuata una procedura integrata che vede coinvolti diversi soggetti, ciascuno dei quali ha una serie di compiti, ben definiti, da svolgere:

  • i genitori dell'alunno o alunna, o coloro i quali esercitano la responsabilità genitoriale, hanno il compito di segnalare tempestivamente al Dirigente scolastico o al Responsabile dei servizi educativi la necessità della somministrazione dei farmaci (possibilmente al momento dell'iscrizione o quando ne insorga la necessità). Inoltre, devono allegare la prescrizione medica del PLS, o del MMG o dello Specialista e devono fornire il farmaco alla scuola, avendo cura di rifornire questa ultima prima della scadenza del farmaco e quando questo è terminato. Inoltre, devono comunicare tempestivamente al Dirigente scolastico o al Responsabile dei servizi educativi la sospensione o la modifica del trattamento farmacologico, fornendo la nuova prescrizione medica. Devono inoltre comunicare e certificare al Dirigente scolastico o al Responsabile dei servizi educativi la capacità di auto-somministrazione del farmaco da parte dell'alunno o alunna.
  • Il PLS, o il MMG o lo Specialista Ospedaliero o Extra-Ospedaliero deve rilasciare la certificazione per la somministrazione del farmaco, accertandone l'assoluta necessità, l'indispensabile somministrazione durante l'orario scolastico, la non discrezionalità da parte di chi somministra il farmaco (in relazione ai tempi, alla posologia e alla modalità di somministrazione e/o di conservazione) e certificando che la somministrazione del farmaco può essere effettuata anche da parte del personale non sanitario. Inoltre, il PLS, il MMG o lo Specialista Ospedaliero o Extra-Ospedaliero deve produrre una certificazione che includa i dati dell'alunno o alunna e tutte le informazioni in merito alla somministrazione del farmaco, compresa anche la capacità di auto somministrazione del farmaco da parte dell'alunno o alunna, nel caso in cui sia in grado di assumere il farmaco in maniera autonoma.
  • Il Dirigente scolastico o il Responsabile dei Servizi Educativi deve far propria la richiesta formale dei genitori (o di di coloro i quali esercitano la responsabilità genitoriale) e la certificazione medica in merito. Inoltre, deve indicare gli spazi e le modalità per la conservazione del farmaco a scuola e la somministrazione programmata di questo, ove prevista. Inoltre deve individuare gli operatori scolastici coinvolti e e deve raccogliere, in primis, la disponibilità fra il personale che è stato formato ai sensi del Decreto Ministeriale n. 388 del 15 luglio 2003 [link a sito esterno]. Il Dirigente scolastico o il Responsabile dei Servizi educativi deve inoltre garantire al personale scolastico coinvolto l'opportuna informazione fornita dal PLS, o dal MMG o dallo Specialista Ospedaliero o Extra-Ospedaliero o dalla Referente della USL Umbria n. 2. Inoltre, nel caso in cui se ne ravvisi la necessità, deve attivare dei corsi di formazione specifici in collaborazione con la USL Umbria n. 2. Inoltre, il Dirigente scolastico o il Responsabile dei servizi educativi deve individuare il personale che garantirà l'assistenza all'alunno o all'alunna in grado di auto-somministrarsi il farmaco e deve controllare che alla scuola venga consegnata una confezione di farmaci integra e che questa venga sostituita quando scaduta o quando terminata. In ultimo, il Dirigente scolastico o il Responsabile dei servizi educativi deve compilare il Piano di Intervento Personalizzato dell'alunno o alunna, insieme con il PLS o il MMG o lo Specialista e la Referente della USL Umbria n. 2 e deve aggiornare il Piano dell'Offerta Formativa della scuola, indicando l'adesione a tale Protocollo.
  • Il Distretto n. 1 della USL Umbria n. 2 ha individuato nella Dirigente Medica dei servizi territoriali, Daniela Tarara, la Referente che seguirà la stesura del Piano di Intervento Personalizzato dell'alunno o alunna. Inoltre, il Distretto n. 1 individuerà nel Servizio Territoriale di Emergenza (118), l'Unità operativa che fornirà la formazione agli operatori scolastici e avrà cura di diffondere tale Protocollo d'Intesa a tutti i PLS, i MMG e gli Specialisti Ospedalieri.
  • Gli operatori scolastici parteciperanno ai momenti di informazione e formazione sulla somministrazione del farmaco, vigileranno sull'integrità della confezione del farmaco e sulla sua scadenza e provvederanno alla somministrazione di questo, secondo quanto indicato nel Piano di Intervento Personalizzato. Inoltre, gli operatori scolastici sono tenuti ad aggiornare la "scheda riepilogativa sulle situazioni critiche verificatesi e sugli interventi effettuati".

Il Piano di Intervento Personalizzato viene redatto dal Dirigente scolastico (o dal Referente dei servizi educativi), dal PLS (o dal MMG o dallo Specialista) e dalla Referente USL e deve indicare la data di consegna del farmaco alla scuola, il luogo di conservazione del farmaco, il protocollo terapeutico per la somministrazione e la certificazione che attesta l'informazione o la formazione ricevuta dagli operatori scolastici, in merito alle modalità di somministrazione. Il Piano di Intervento Personalizzato viene quindi condiviso con gli operatori scolastici e con i genitori (o coloro i quali esercitano la responsabilità genitoriale). Quanto stabilito nel Piano di Intervento Personalizzato deve essere rispettato anche durante le uscite didattiche o le visite scolastiche.

In situazioni di emergenza, la scuola contatterà il 118, informandone tempestivamente i genitori (o coloro i quali esercitano la responsabilità genitoriale).

Il Protocollo d'Intesa verrà successivamente integrato con i seguenti documenti:

  • il modello della certificazione;
  • il modello del protocollo terapeutico per la somministrazione del farmaco;
  • un vademecum che individua i comportamenti corretti da mettere in atto;
  • la normativa in materia igienico-sanitaria;
  • l'ulteriore modulistica necessaria.

Il Protocollo d'Intesa fra il Comune di Terni, il Distretto n. 1 della USL Umbria n. 2 e l'Ufficio Scolastico Regionale dell'Umbria è valido sino a quando una delle parti non ritenga necessaria un'integrazione o una modifica dello stesso.

Salta contenuti del pié di pagina - M.O.S.A.I.C. cooperativa sociale - P.IVA: 01251410559 - Via Giovanni XXIII, 25 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 274659 - Fax: +39 0744 274659 - Email: web@cpaonline.it - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformità agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformità agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformità agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0