Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti

Ho il riconoscimento dell'invalidità civile e dell'inabilità al lavoro, mi conviene ricominciare a lavorare?

Pubblicato il 8/05/2009 - Letto 3258 volte
A seguito di un grave incidente in moto (ho fatto tutto da solo... quindi niente risarcimenti assicurativi!) ho avuto riconosciuta l'invalidità 100% con indennità di accompagnamento e pensione d'inabilità. Nel contempo percepisco un A.O.I. di circa 800 euro lordi mensili (assegno ordinario invalidità). Vorrei sapere siccome mi viene offerto un lavoro, se mi conviene accettare o meno poiché ho molte spese tra badanti e altro… lavorando andrei a percepire un reddito lordo annuo pari a circa 23.000 euro. Grazie e cordiali saluti
Marco, 38 anni

Risposta

Gentile Utente,
in merito al quesito da Lei posto, La informiamo che la Sua situazione economica è formata da due parti: da un lato, l'assegno ordinario di invalidità erogato dal Suo Ente previdenziale legato alla capacità lavorativa; dall'altro, la pensione di inabilità e l'indennità di accompagnamento legati alla Sua situazione sanitaria accertata dalla ASL.
L'assegno ordinario di invalidità è una prestazione che ha carattere temporaneo: dura tre anni e può essere rinnovato su richiesta del lavoratore con disabilità. Dopo il terzo rinnovo consecutivo l'assegno diventa definitivo. Qualora, tuttavia, le Sue condizioni di salute da qui a tre anni siano tali da consentirLe un recupero della capacità lavorativa totale, l'assegno ordinario di invalidità Le verrà revocato.
Nel caso in cui Lei si voglia dedicare ad una attività lavorativa dipendente o autonoma, La informiamo che l'importo dell'assegno ordinario di invalidità viene ridotto come segue:

  • del 25% se il reddito dell'assicurato supera l'importo del trattamento minimo annuo moltiplicato per 4;
  • del 50% se il reddito dell'assicurato supera l'importo del trattamento minimo annuo moltiplicato per 5.

Per avere maggiori dettagli circa tale riduzione, Le consigliamo di rivolgersi al Suo Ente previdenziale.
In merito alle prestazioni erogate dalla ASL a seguito di accertamento di invalidità civile, valgono le seguenti considerazioni:

  • l'erogazione dell'indennità di accompagnamento è svincolata dal reddito percepito;
  • l'erogazione della pensione di inabilità civile viene erogata fino ad un limite di reddito lordo annuo pari ad Euro 14.886,28.

Per concludere, quindi, abbiamo cercato di metterLa a conoscenza di tutte le informazioni necessarie per poter scegliere se accettare o meno l'occupazione, a Lei la scelta.


Nella speranza di aver fornito una risposta chiara ed esaustiva, inviamo cordiali saluti,
Servizio Contact Center del Centro per l'Autonomia Umbro

Salta contenuti del pi� di pagina - A.V.I. Umbria Onlus - C.F.: 01201600556 - Via Papa Benedetto III, 48 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 1950849 - Email: cpa.umbro@aviumbria.org - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformit� agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformit� agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformit� agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0