Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti

Con il riconoscimento dello «stato di handicap» posso essere soggetta a trasferimento?

Pubblicato il 2/04/2012 - Letto 1312 volte
Sono una insegnante e rischio di essere trasferita a sede più lontana ho diritto a non esserlo secondo la legge?
Eleonora, 54 anni

Risposta

Gentile Utente,
in merito al quesito da Lei posto, La informiamo che la Legge n. 104/1992, all'art. 33, prevede che il lavoratore con disabilità con il riconoscimento dello «stato di handicap grave» (art.3, comma 3, Legge n. 104/1992) ha il diritto a non essere trasferito in altra sede, senza il suo consenso. Tale diritto, inoltre, non può essere negato per esigenze organizzative e produttive dell'impresa.

Come detto sopra, però, è fondamentale che il lavoratore sia in possesso del certificato dello «stato di handicap» con connotazione di gravità (articolo 3, comma 3, della Legge 104/1992); requisito che, da quanto ci scrive, Lei non possiede, avendo come riconoscimento lo «stato di handicap» (senza gravità) ai sensi della Legge n. 104/1992, art.3, comma 1.

Pertanto, con questa situazione, la Sua Amministrazione è legittimata a trasferirLa.


Nella speranza di aver fornito una risposta chiara ed esaustiva, inviamo cordiali saluti,
Servizio Contact Center del Centro per l'Autonomia Umbro

Salta contenuti del pi� di pagina - A.V.I. Umbria Onlus - C.F.: 01201600556 - Via Papa Benedetto III, 48 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 1950849 - Email: cpa.umbro@aviumbria.org - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformit� agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformit� agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformit� agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0