Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti
Sei in: Homepage » News »

FISH Umbria e FLC CGIL chiedono un tavolo di lavoro sull'integrazione scolastica

Pubblicato il 17/09/2010 - Letto 1307 volte
Ufficio Scolastico Regionale, Assessorato alle Politiche e Programmi sociali, Welfare e Istruzione della Regione Umbria, insieme all'Assessorato alla Sanità, sono i destinatari della lettera inviata da FISH Umbria e FLC CGIL Umbria (Federazione Lavoratori della Conoscenza). La richiesta: un confronto strutturato sui temi dell'integrazione scolastica.

L'anno scolastico è appena iniziato, e nonostante le rassicurazioni dei mesi precedenti in merito a una efficace integrazione scolastica degli alunni con disabilità, la situazione non risulta migliorata.

Il diritto all'educazione, sancito a livello internazionale dall'art. 24 della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità (ratificata dall'Italia con Legge n. 18 del 3 marzo 2009), non viene garantito. L'inclusione scolastica, nell'attuale clima di emergenza aggravato dai tagli decisi dal governo nazionale, appare un miraggio; sono messi in crisi anche i traguardi raggiunti negli anni precedenti.

Nella nostra regione, molti genitori di alunni con disabilità e insegnanti hanno segnalato la riduzione delle ore di sostegno, riduzione che arriva fino al 60% rispetto alle "effettive esigenze rilevate" nei Piani Educativi Individualizzati e nelle Diagnosi Funzionali.

Inoltre, le prime classi di numerose scuole di primo e secondo grado sforano il limite massimo di 20 alunni, nel caso sia presente un alunno con disabilità; questo va contro il D.P.R. n.81/2009.

A seguito dell'incontro del 6 settembre, la FISH Umbria e la CGIL  FLC Umbria, consapevoli e preoccupate delle crescenti criticità cui alunni, famiglie ed insegnanti si trovano a far fronte, hanno condiviso l'intenzione di richiedere l'avvio di un tavolo di confronto per contribuire ad individuare strategie e strumenti utili a fronteggiare le attuali difficoltà.

FISH Umbria e CGIL  FLC Umbria chiedono formalmente un confronto strutturato con le Istituzioni Regionali competenti in materia. Anticipano la loro disponibilità per raccogliere e filtrare le richieste di famiglie e insegnanti, a fronte di un impegno da parte delle istituzioni, regionali e territoriali. Intendono operare per giungere alla stipula di un Accordo di Programma Regionale.

Salta contenuti del pié di pagina - M.O.S.A.I.C. cooperativa sociale - P.IVA: 01251410559 - Via Giovanni XXIII, 25 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 274659 - Fax: +39 0744 274659 - Email: web@cpaonline.it - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformità agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformità agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformità agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0