Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti
Sei in: Homepage » News »

Controlli INPS… fuori controllo

Pubblicato il 26/07/2010 - Letto 1638 volte
Sei un invalido civile che percepisce pensione, assegno, o indennità di accompagnamento? Sappi che in questi giorni potrebbe arrivare anche a casa tua una raccomandata da parte dell'INPS in cui, citando il decreto appena approvato dalla manovra economica, si annuncia un imminente controllo. Le modalità di tale controllo, piuttosto che efficaci per smascherare i "falsi invalidi", risultano perfette per mettere le persone con disabilità vera in situazioni grottesche e spiacevoli.

Tante lettere sono già state recapitate a persone con sclerosi laterale amiotrofica (SLA), poliomielitici di vecchia data, persone allettate non in grado di parlare, paraplegici da almeno dieci anni, tetraplegici. Molti hanno voluto raccontare la propria vicenda al giornalista e scrittore Franco Bomprezzi nella sua pagina di facebook, nel forum Ditelo a noi del corriere.it, o nel blog FrancaMente.

Bomprezzi commenta con amarezza le modalità di accertamento, che mette in difficoltà le persone con  disabilità, poco serve a smascherare i "falsi invalidi" e medici collusi (che in vista dei tanto sbandierati controlli si saranno presumibilmente organizzati per avere una documentazione di ferro), e produce - tra l'altro -  spreco di denaro.

Questo il procedimento: arriva la raccomandata dall'INPS che richiede l'invio, entro 15 giorni, di un fax con la documentazione medica che provi l'invalidità accertata. In caso contrario, l'INPS sarà costretta a chiedere una visita di controllo nella sua sede.

«Come dire», afferma Bomprezzi , che «una persona a letto dovrà essere trasportata in ambulanza nella sede dell'INPS perché una commissione accaldata e presumo anche abbastanza infastidita accerti che effettivamente non parla e non si muove. Ma siamo ancora in un Paese civile?».

Il giornalista suggerisce di rivedere le modalità di controllo dell'invalidità civile, tramite la collaborazione, ad esempio, delle associazioni, che hanno dimostrato di conoscere bene quale sia la situazione reale delle famiglie e delle persone con disabilità.

Perché si possano trovare procedure «più civili, dignitose, meno invasive, più rispettose dei diritti delle persone con disabilità».


Approfondimenti

Leggi l'articolo completo di Franco Bomprezzi.

Consigli utili per le persone che hanno ricevuto o stanno per ricevere la lettera di controllo dall'INPS tratti da handylex.org.

Salta contenuti del pié di pagina - M.O.S.A.I.C. cooperativa sociale - P.IVA: 01251410559 - Via Giovanni XXIII, 25 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 274659 - Fax: +39 0744 274659 - Email: web@cpaonline.it - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformità agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformità agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformità agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0