Ricerca avanzata
Menù
Rete associativa
Personalizza il sito





Salta contenuti
Sei in: Homepage » News »

CE L'ABBIAMO FATTA!

Pubblicato il 8/07/2010 - Letto 1978 volte
La manifestazione nazionale delle persone con disabilità, promossa da FISH (Federazione Italiana Superamento Handicap) e FAND (Federazione Associazioni Nazionali Disabili) contro la riduzione della spesa in materia d'invalidità, ha riunito ieri mattina circa 4000 persone (1500 secondo la Questura), a piazza Monte Citorio a Roma. Entrambi gli obiettivi che le due Federazioni si erano prefissate, sono stati raggiunti: l'accesso all'indennità di accompagnamento non viene modificato, e la percentuale d'invalidità necessaria per ottenere l'assegno per gli invalidi parziali torna, come prima, al 74%.

Il testo approvato definitivamente dalla Commissione bilancio del Senato, vede abrogata la modifica che avrebbe tolto a molte persone con disabilità il diritto all'indennità di accompagnamento. Inoltre, come richiesto in maniera decisa da FISH e FAND, la percentuale che consente di accedere all'assegno d'invalidità torna, come prima, al 74% anziché all'irrazionale 85% proposto negli emendamenti dalla Maggioranza.

Giornata torrida, ma non abbastanza da fermare tutte le persone con disabilità fisiche, sensoriali e mentali, loro familiari, operatori e semplicemente persone "civili", che sono arrivate da tutta Italia e hanno gremito Piazza Monte Citorio.

Una ghigliottina, posta accanto alla colonna Traiana, è scesa simbolicamente tante volte, durante la manifestazione, su parecchie teste; la protesta di piazza si proponeva infatti di denunciare che "la politica condanna i disabili", come recitava il manifesto che si sollevava allo scendere della "lama". Sullo stesso rialzo della ghigliottina, le interpreti LIS (Lingua dei Segni Italiana) permettevano di seguire i vari interventi della mattinata anche alle persone sorde che hanno partecipato numerose.

Se ieri non ci fosse stato esito positivo alla votazione alla Camera, in pericolo oggi si troverebbero i diritti fondamentali, come se questi potessero essere contrattati e "sforbiciati" a suon di tagli.

La partecipazione non è stata scoraggiata dall'annuncio di Azzollini, relatore di Maggioranza in Commissione Bilancio, della sera precedente, che anticipava l'abrogazione dell'innalzamento della percentuale d'invalidità minima per accedere all'assegno all'85%.

Le persone sono scese in piazza con grande entusiasmo e sono state soddisfatte della vittoria, ma la sensazione diffusa è che non sia finita qui. Ora che si è ottenuta una conquista su un primo fronte, preoccupano i tagli alle politiche sociali delle Regioni.

La mobilitazione ha visto l'adesione e la partecipazione di CGIL nazionale, tv e giornali nazionali, forum nazionale del terzo settore; dall'Umbria invece molti di loro non si sono scomodati nemmeno a dare un cenno di sostegno.

Ci saranno altre occasioni per scendere in piazza a fianco delle persone con disabilità e alle loro famiglie, e probabilmente accadrà presto... purtroppo!!!

Salta contenuti del pié di pagina - M.O.S.A.I.C. cooperativa sociale - P.IVA: 01251410559 - Via Giovanni XXIII, 25 - 05100 Terni
Tel: +39 0744 274659 - Fax: +39 0744 274659 - Email: web@cpaonline.it - Leggi la Privacy Policy - Powerd by: mediaforce.it
Logo di conformità agli standard W3C per i fogli di stile Logo di conformità agli standard W3C per il codice HTML 4.0 Transitional Logo di conformità agli standard W3C Livello AA, WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0